Home
A.P.I. alla tavola rotonda "Quali prospettive per le Autorità indipendenti?" PDF Stampa E-mail

Il 14 e 15 febbraio, presso il Tribunale Amministrativo Regionale di Milano, si è svolo il corso di formazione per Magistrati amministrativi, organizzato dall’Ufficio Studi massimario e formazione della Giustizia amministrativa in collaborazione con il T.A.R. per la Lombardia.
L’incontro di studio si è focalizzato sullo “stato dell’arte” del contenzioso relativo alle Autorità indipendenti, con particolare riferimento all’Autorità di regolazione per l’energia, le reti e l’ambiente (ARERA) e all’Autorità di regolazione dei trasporti (ART), ma si è trattato anche di altre autorità indipendenti tra le quali la CONSOB e l’ANAC. 

In particolare sono stati tratti spunti per le analisi e discussioni dalle ricche esperienze del T.A.R. Lombardia (con riguardo alle controversie sugli atti dell’Autorità di regolazione per l’energia, le reti e l’ambiente) e del T.A.R.Piemonte (con riferimento alle controversie relative all’Autorità di regolazione dei trasporti).

La due giorni, sviluppata con i contributi di esponenti del mondo accademico, esperti delle Autority e Giudici dei Tribunali Amministrativi Regionali e del Consiglio di Stato, si è chiusa con la tavola rotonda "Quali prospettive per le Autorità indipendenti? Evoluzione della disciplina e problemi aperti" alla quale ha partecipato Alberto Conte, vicedirettore generale di A.P.I., che ha evidenziato il punto di vista delle imprese, con particolare riferimento ai mercati dell’energia e all’ARERA.

Conte - dopo un rapido richiamo ai presupposti “tecnici” sulle Autorità e la loro indipendenza, il buon equilibrio tra la complessa attività i regolazione di ARERA e il giusto “contrappeso” costituito dal sindacato del giudice amministrativo (richiamando diversi atti e relativi contenziosi) - ha espresso apprezzamento per il buon operato tecnico di ARERA, impegnata anche sul fronte transnazionale, sottolineando la necessità d’incrementare il livello di consultazione e coinvolgimento nonché le esigenze di semplificazione dal punto di vista dei consumatori finali industriali.

La tavola rotonda è stata coordinata da Angelo De Zotti, Presidente T.A.R. Lombardia, e ha visto gli interventi di: Eugenio Bruti Liberati, Professore ordinario di diritto amministrativo presso l’Università del Piemonte Orientale; Antonio De Vita, Consigliere del T.A.R. per la Lombardia, Milano, Sezione II; Marco Dettori, Presidente Assimpredil A.N.C.E.; Roberto Gandiglio, Direttore dell’Ufficio giuridico dell’Autorità di regolazione deit rasporti Ufficio Studi, massimario e formazione della Giustizia amministrativa; Marcello Minenna, Responsabile dell’Ufficio analisi quantitativa ed innovazione finanziaria della Divisione Mercati della CONSOB; Angelina Silipo, Responsabile dell'Ufficio Contenzioso della Direzione Legale e Atti del Collegio dell’Autorità di regolazione per l’energia, le reti e l’ambiente. 


Per informazioni, Servizio Energia, tel. 0267140250 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.