Home News - Latest FISCALE-Sanatoria omesse comunicazioni per detrazione 36% e cedolare secca
FISCALE-Sanatoria omesse comunicazioni per detrazione 36% e cedolare secca PDF Stampa E-mail

L’obbligo di trasmettere la comunicazione attraverso raccomandata al Centro operativo di Pescara,  è stato soppresso a decorrere dal 14 maggio 2011, al suo posto verranno indicati i dati catastali dell’immobile nella dichiarazione dei redditi. Il mancato invio della comunicazione preventiva di inizio lavori al Centro Operativo di Pescara, per la detrazione del 36% per le spese per interventi di recupero patrimonio edilizio avvenuti prima del 14 maggio 2011, potrebbe essere sanato. La fruizione di benefici di natura fiscale subordinati all’obbligo di preventiva comunicazione, ove quest’ultima non sia stata tempestivamente eseguita, non preclude l’accesso al beneficio, sempre che il contribuente possegga i requisiti sostanziali richiesti dalle norme e a condizione che:
- il contribuente  effettui la comunicazione richiesta entro il termine di presentazione della prima dichiarazione utile;
- la violazione non sia stata constatata o non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento;
- il contribuente versi contestualmente la sanzione di 258 euro (importo minimo previsto dall’art. 11, comma 1, del DLgs. 471/1997) tramite il modello F24.
Per lo stesso principio, anche l’omesso invio preventivo della raccomandata all’inquilino per informarlo dell’esercizio dell’opzione per la cedolare secca sull’affitto da parte del locatore può essere sanato con le medesime modalità.