Home News - Latest Al nuovo Presidente della Regione Attilio Fontana: "La Lombardia sia esempio per il Paese”
Al nuovo Presidente della Regione Attilio Fontana: "La Lombardia sia esempio per il Paese” PDF Stampa E-mail

Con un’affluenza alle urne che supera il 70%, la Lombardia ha espresso la propria volontà decretando la vittoria, alle elezioni regionali, del candidato Attilio Fontana. Un passaggio di testimone all’insegna della continuità per il governo regionale.
“Mi congratulo, anche a nome delle PMI associate, con il neo presidente Fontana per il brillante risultato ottenuto. Gli auguro un buon lavoro, nella certezza che saprà mantenere fede agli impegni assunti in campagna elettorale, nei confronti dei cittadini ma anche delle Imprese.” Così Paolo Galassi, presidente di A.P.I. che aggiunge “Il nostro auspicio è che la politica regionale metta al centro della propria strategia le piccole e medie industrie, vero motore della ripresa, per fare in modo che l’Italia continui a essere la seconda Nazione manifatturiera in Europa. E con tale leadership incida sulle scelte. Va anche proseguita la strada dell’autonomia nella possibilità di trarre opportunità per le imprese.La Lombardia ha tutte le carte in regola per dare un vero segnale di slancio alla ripresa ed è per questo, che deve rappresentare un esempio virtuoso per l’intero Paese.”
Dopo anni di crisi, infatti, le PMI stanno rialzando la testa e puntano di nuovo alla crescita, anche a livello internazionale, ma permangono una serie di problematiche che ne ostacolano un rapido sviluppo. 
“Nel corso degli ultimi mesi A.P.I. ha raccolto le principali richieste degli imprenditori in un documento dettagliato. Per buona parte non sono nuove, ma si tratta di problematiche su cui le nostre associate chiedono da tempo un riscontro: accesso al credito, formazione e ricerca di figure professionali, sostegno all’innovazione, ma anche la creazione di infrastrutture fisiche e digitali adeguate. Il rischio principale è l’impossibilità di essere competitivi nei confronti delle imprese che operano in Paesi con una vera politica industriale.” Commenta ancora Paolo Galassi, che continua“ Oggi, dunque, in questa fase economica ancora molto difficile e delicata, non ci si può più permettere mesi di impasse e di ritardi ma, occorre muoversi alla velocità che serve alle imprese, avere un ancor più un forte senso di responsabilità, da parte del nuovo governo regionale, affinché torni a investire sulle PMI. A.P.I. è pronta a collaborare attivamente per elaborare un’agenda di priorità condivisa, che fornisca alle imprese risposte fattive e immediate.” 
Determinante, per puntare alla crescita economica del Paese e del tessuto produttivo, è garantire anche la massima stabilità politica a livello Nazionale, come evidenziato da Paolo Galassi, che conclude:“In questo momento, ci auguriamo prevalga il senso di unità e coesione, tra tutte le forze politiche, per garantire la massima governabilità del Paese. È giunto il momento di lavorare insieme per permettere all’Italia di uscire dalla fase di stallo, promuovendo un dialogo aperto e continuo tra i governi locali e nazionale, a favore di un maggiore impegno nell’attuazione di interventi concreti per lo sviluppo e il rilancio del sistema impresa, per una riduzione del costo del lavoro e per garantire costi e tempi della giustizia certi per affermare la legalità e combattere la concorrenza sleale”.  


Per accedere alla sala stampa A.P.I. cliccare qui

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa A.P.I.
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. 0267140267 – Cell. 3280736266