Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale Congedo obbligatorio e facoltativo di paternità
Congedo obbligatorio e facoltativo di paternità PDF Stampa E-mail

Il congedo obbligatorio previsto a favore del padre lavoratore dipendente, viene applicato anche per le nascite e le adozioni avvenute nell’anno 2017 e 2018. Questo è quanto viene previsto dall’art. 1, c. 354, legge n. 232 del 2017 e che l’Inps dettaglia nel messaggio 894/2018.I giorni di congedo obbligatorio riferiti al 2017 e ricadenti nei primi mesi del 2018 sono due. Per l’anno 2018, invece, la durata del congedo obbligatorio sopra indicato viene prolungata a quattro giorni, e dovrà essere utilizzato, anche in maniera non continuativa, entro i cinque mesi di vita del figlio, ovvero dall’ingresso in famiglia o in Italia del minore in caso di adozione.Il dipendente dovrà presentare la domanda di congedo all’Inps nell’ipotesi di pagamento della relativa indennità direttamente dall’istituto, o al datore di lavoro in caso di anticipazione della relativa indennità da parte di quest’ultimo. In quest’ultimo caso, la domanda al datore di lavoro, deve essere presentata in forma scritta. L’azienda comunicherà successivamente all’Inps le giornate di congedo fruite mediante il flusso Uniemens.Per il 2018 il padre dipendente potrà avere un ulteriore giorno di congedo facoltativo in presenza di accordo con la madre e in sostituzione della stessa. Tale congedo facoltativo è riferito al periodo di astensione obbligatoria spettante alla madre.

Per visualizzare il messaggio Inps 894/2018 cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.