Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale Restituzione TFR versato per errore al fondo di tesoreria Inps
Restituzione TFR versato per errore al fondo di tesoreria Inps PDF Stampa E-mail

La circolare Inps n. 37/2018, contiene le istruzioni operative per le modalità di restituzione del TFR versato all’Ente dalle aziende non tenute a tale obbligo.In particolare, le aziende tenute al versamento obbligatorio al fondo di tesoreria Inps sono, ai sensi della circolare interministeriale del 30 gennaio 2007, coloro con natura privata del datore di lavoro e dimensione minima pari a 50 dipendenti.
In passato, però, il TFR è stato versato al fondo Inps anche dalle aziende prive dei requisiti sopra indicati; per tale motivo è stata concessa la possibilità di sanare questa situazione.Le imprese in una situazione di regolarità contributiva, o che si regolarizzino entro 15 giorni dal ricevimento della specifica comunicazione Inps, non dovranno restituire le somme versate direttamente al dipendente, ma sarà l’istituto di previdenza a restituire le somme direttamente al lavoratore mediante la richiesta inoltrata all’Ente dal datore di lavoro. Nel termine di 30 giorni l’Inps verificherà la richiesta e comunicherà l’accoglimento o il rigetto di tale richiesta.Le aziende prive di regolarità contributiva e che non regolarizzeranno la propria posizione entro i termini sopra riportati, dovranno restituire direttamente al lavoratore il TFR accantonato al fondo di tesoreria Inps. 
Per i lavoratori trasferiti in una nuova azienda sarà l’Inps a rimborsare le somme accantonate nell’ipotesi in cui la nuova azienda datrice di lavoro non sia tenuta a versare le somme al fondo di tesoreria.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.