Home News - Newsflash Smart working:opportunità per aumentare la competitività delle MPMI
Smart working:opportunità per aumentare la competitività delle MPMI PDF Stampa E-mail

Si è svolta la seconda edizione della “Settimana del Lavoro Agile” promossa dal Comune di Milano. Un’importante iniziativa finalizzata a favorire la diffusione della cultura del lavoro agile. Sono sempre più numerose le aziende e le istituzioni che adottano il Lavoro Agile e, più in generale, politiche di flessibilità oraria e di welfare, favorendo quindi la conciliazione vita lavoro per donne e uomini che lavorano in realtà professionali articolate e in contesti urbani ad alta complessità.
Il Lavoro Agile è, quindi, un’opportunità per lavoratori e aziende perché consente di lavorare meglio e con una migliore qualità della vita, salvaguardando l’ambiente a beneficio di tutti.
Per questi motivi A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie, APA Confartigianato Imprese e l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano, hanno organizzato a Milano un evento dal titolo “Smart working: opportunità per aumentare la competitività delle MPMI” - lo scorso 24 maggio presso Incowork, (via Lodovico Montegani, 23). 
Lo Smart Working sta cambiando il modo di lavorare e la percezione stessa dell'attività lavorativa con evidenti riflessi sulla qualità della vita e con impatti anche sulle città stesse.Inizia l’era del nomadismo lavorativo personalizzato intendendo con questo la possibilità di spostarsi ovunque continuando a svolgere la propria attività e raggiungendo i propri obbiettivi aziendali. Niente muri predefiniti, al massimo postazioni in coworking; possibilità di condividere spazi e socialità nuova, interagendo spesso con soggetti non della stessa area di competenza.Le nuove tecnologie aprono scenari in continua evoluzione nei quali il classico concetto di lavoro, basato su limiti fisici, viene aggiornato, dalle nuove generazioni di lavoratori a una nuova interpretazione, sino alla completa dematerializzazione. I dispositivi informatici permettono, oggi, soluzioni prima impensabili, ma che migliorano l'efficienza lavorativa e la qualità della vita.

Stefano Valvason, direttore generale di A.P.I. spiega: “diffondere la cultura del lavoro agile significa investire sulla competitività delle imprese, con l’imprescindibile esigenza di conciliare i fabbisogni dei piccoli e medi imprenditori e dei loro lavoratori. Conciliando le esigenze di vita e di lavoro, si favoriscono soluzioni di sviluppo del capitale umano al passo con i tempi e sfide di mercato sempre più incalzanti, come ad esempio Industria 4.0. A ciò si aggiunga che le minori esigenze di mobilità avranno una ricaduta positiva sull’ambiente e sui consumi energetici. Per A.P.I. è, pertanto, importante promuovere lo strumento del lavoro agile, come elemento che accomuna gli interessi di tutti, ed è con questo spirito che abbiamo sottoscritto il Protocollo di intesa promosso dal Comune e organizzato l’evento”.

Paolo Ferrario, segretario generale di APA Confartigianato Imprese, spiega: “con lo smart working cresce la flessibilità sui tempi e luoghi di lavoro e questo implica una dinamica win-win per impresa e lavoratore. La prima beneficerà di un miglioramento sensibile del clima aziendale con il conseguente contenimento del turnover del personale e dell’assenteismo, nonché della diminuzione dei costi connessi agli spazi lavorativi. Il lavoratore vivrà una maggior responsabilizzazione sui risultati della sua opera e un attaccamento alla propria realtà aziendale. Chiaramente è una formula che si adatta a certe tipologie di attività più che ad altre, ma costituisce per tutti un’opportunità che segna il passo con i tempi: infrastrutture più moderne e diffuse consentono una modalità di strutturazione del lavoro agile e snella. È questa la sfida che abbiamo accolto per le nostre imprese”.

Loris Beretta della Commissione Lavoro ODCEC Milano, spiega: “lo smart working è un potente mezzo con il quale affrontare e superare i timori derivanti dai rapidissimi cambiamenti che la digitalizzazione, l’intelligenza artificiale, la robotica e l’internet of things impongono. Occorre orientarsi verso quella che alcuni hanno definito “l’impresa liquida” ossia l’impresa che accetta di cambiare continuamente forma innovandosi; per farlo occorre abbandonare le gerarchie, gli organigrammi a cui siamo stati abituati per focalizzare l’attenzione sulle relazioni, sulle persone trasformando la propria organizzazione in una vera e propria rete neuronale. Attraverso l’applicazione dello Smart Working viene meno il concetto di spazio e di tempo e si inizia a discutere di efficienza, produttività e benessere. Il valore sociale della settimana dello Smart Working è dunque enorme, permette di diffondere nuova cultura facendo sapere a imprese e cittadini che non sono soli nell’affrontare questa difficile fase storica”.

Per scaricare la locandina dell’evento cliccare qui 

Per accedere alla sala stampa A.P.I. cliccare qui

Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa A.P.I. 
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.    
Tel. 0267140267
Cell. 3280736266


smart_working_s



sm_2jpg_s