Distacco di lavoratori in Paese UE PDF Stampa E-mail

Il Parlamento Europeo ha approvato la nuova disciplina dei lavoratori distaccati temporaneamente in un altro paese dell’unione europea, sulla base del principio della parità del salario corrisposto da ciascuno dei due stati membri. Il fine è di garantire una migliore protezione dei lavoratori distaccati e una concorrenza leale tra imprese. Le regole approvate dal Parlamento in data 29 maggio stabiliscono che, a tutti i lavoratori distaccati, si applicheranno le norme del paese ospitante in materia di retribuzione, nonché i contratti collettivi.
La durata temporanea del distacco è stata fissata in 12 mesi, con la possibilità di proroga per altri sei mesi: oltre tale termine, l’ulteriore permanenza del lavoratore nel paese ospitante comporterà l’obbligo per il datore di lavoro di applicare l’intera normativa sul lavoro vigente in quello stato. 
Per visualizzare la direttiva UE sul distacco cliccare qui
Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.