Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale INL: sanzione pagamento retribuzioni in contanti
INL: sanzione pagamento retribuzioni in contanti PDF Stampa E-mail

Con nota prot. 5828/2018, l’ispettorato nazionale del lavoro (INL) fornisce, ai propri ispettori, precisazioni aggiuntive rispetto al calcolo della sanzione amministrativa in caso di violazione al divieto di pagamento delle retribuzioni in contanti, in vigore dal 01/07 u.s..In particolare, viene evidenziato come la formulazione del precetto intenda rivolgere il regime sanzionatorio alla totalità dei lavoratori in forza presso il singolo datore di lavoro e, pertanto, la determinazione della sanzione non deve tener conto del numero dei lavoratori coinvolti quanto piuttosto, in presenza di pagamenti mensili, del numero dei mesi per i quali si è protratto l’illecito.
Si ricorda che la violazione di tale precetto prevede una sanzione amministrativa pecuniaria consistente nel pagamento di una somma da 1.000 euro a 5.000 euro.Viene precisato che rientra tra gli strumenti di pagamento elettronico la carta di credito prepagata intestata al lavoratore, anche qualora la stessa non sia collegata ad un IBAN. 
Infatti, in tale ultimo caso, per consentire l’effettiva tracciabilità dell’operazione, il datore di lavoro dovrà conservare le ricevute di versamento, anche ai fini della loro esibizione in caso di controlli. 

Per visualizzare la nota dell’INL cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.