Stop obbligo quota TFR in busta paga PDF Stampa E-mail

La legge di stabilità 2015 (L. 190/2014) prevedeva che i lavoratori dipendenti del settore privato, in relazione ai periodi di paga dal 1 marzo 2015 al 30 giugno 2018, avrebbero potuto richiedere ai rispettivi datori di lavoro, in via sperimentale, di percepire in busta paga la quota maturanda del TFR come Qu.I.R..
Con il messaggio n. 2791/2018, l’Inps informa che, a decorrere dal mese corrente, luglio 2018, i datori di lavoro non saranno più tenuti a erogare in busta paga la quota maturanda del TFR per i dipendenti che ne abbiano fatto richiesta.
Decadono, pertanto, gli obblighi informativi e contributivi della circolare Inps n.82/2015, fatte salve specifiche indicazioni, contenute nel messaggio, relative alle aziende che abbiano avuto accesso al finanziamento della quota integrativa della retribuzione (Qu.I.R.).

Per visualizzare il testo del messaggio cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.