Home Credito & Fisco - Credito & Fisco Spesometro 2018: “variazioni” decreto dignità
Spesometro 2018: “variazioni” decreto dignità PDF Stampa E-mail

Per dar seguito all’obiettivo di semplificazione fiscale, il decreto dignità ha inserito una ulteriore ridefinizione delle tempistiche in merito allo spesometro, benché le dichiarazioni rese dal governo facessero intendere alla completa abolizione di tale adempimento, che diverrà superfluo in vista dell’obbligo di fatturazione elettronica, a partire dal 1 gennaio 2019.
Nello specifico, il decreto dispone che lo spesometro relativo al 3 trimestre 2018, potrà essere inviato all’agenzia entro il secondo mese successivo al trimestre, quindi entro 28 febbraio 2019 e non più entro il 30 novembre. Inoltre per coloro che hanno scelto l’invio a cadenza semestrale, il termine di invio va al 30 settembre del medesimo anno per il primo semestre e al 28 febbraio dell’anno successivo per il secondo semestre.

Per far chiarezza, riportiamo il calendario 2018:

  • Primo trimestre 2018: scadenza 31 maggio 208
  • Secondo trimestre: scadenza 1 ottobre 2018
  • Terzo e quarto trimestre: scadenza 28 febbraio 2019


Chi fa l’invio semestrale invece avrà le seguenti scadenze:

  • Primo semestre: scadenza 1 ottobre 2018
  • Secondo semestre: scadenza 28 febbraio 2019


Quindi in sostanza per chi aveva scelto l’opzione “teorica” dell’invio semestrale, non è cambiato nulla. La speranza dei contribuenti è la ridefinizione in sede di conversione del decreto legge della norma che possa abrogare l’adempimento già da subito, a partire dalla scadenza di settembre.

Il decreto dignità ha previsto inoltre l’emanazione di un altro decreto ai fini del redditometro, all’interno del quale indica il metodo per la ricostruzione del reddito complessivo dei contribuenti, in base alla capacità di spesa ed alla propensione al risparmio, consentendo di superare alcune delle criticità del precedente decreto.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.