Ritorna la Cigs per cessazione PDF Stampa E-mail

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che prevede il ripristino della Cigs per cessazione: una misura cancellata dal Jobs Act. L’ammortizzatore potrà avere una durata fino a un massimo di 12 mesi, e resterà in vigore per un biennio, vale a dire per gli anni 2019 e 2020. L’obiettivo è garantire un sussidio a quei lavoratori coinvolti in crisi aziendali gravi, in attesa di una loro ricollocazione.
I sussidi verranno erogati sulla base di accordi tra ministero del Lavoro, Mise e Regioni interessate, attraverso misure per il trattamento straordinario e l’integrazione salariale per le imprese in crisi, qualora le stesse abbiano cessato o cessino l’attività, e sussistano concrete possibilità di prossima cessione dell’azienda, o anche laddove sia possibile realizzare la reindustrializzazione del sito produttivo.
In alternativa ai processi sopra descritti, la regione interessata potrà attivare specifici percorsi di politiche attive.

Per visualizzare il comunicato stampa: seduta n. 19 del 13 settembre 2018 del Consiglio dei Ministri cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.