Home News - Latest Monza, A.P.I. al tavolo territoriale di Regione Lombardia per lavorare insieme al futuro della Brianza
Monza, A.P.I. al tavolo territoriale di Regione Lombardia per lavorare insieme al futuro della Brianza PDF Stampa E-mail

Lo scorso 10 giugno, A.P.I. ha partecipato al tavolo territoriale per la provincia di Monza e Brianza con Regione Lombardia. Nell’Ufficio territoriale regionale in via Grigna, si sono riuniti esponenti delle istituzioni, associazioni di categoria ed espressioni delle rappresentanze locali che hanno incontrato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, il vicepresidente Fabrizio Sala, nominato coordinatore delle attività dei sottotavoli tematici (Infrastrutture, Ambiente, Competitività) e gli assessori regionali al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini e allo Sport e giovani Martina Cambiaghi. L’obiettivo dell’incontro è stato quello di fare il punto sui progetti per il territorio.
Tra i temi affrontati il potenziamento della rete infrastrutturale con il prolungamento della linea metropolitana M5 da Bignami a Monza, le novità riguardanti la realizzazione della Pedemontana, la valorizzazione del sistema Parco e Villa Reale e l'impegno di mantenere a Monza il Gran Premio di Formula 1 di automobilismo. In particolare, il vicepresidente Fabrizio Sala, ha ricordato l’impegno di Regione Lombardia in internazionalizzazione, formazione e attrattività.

All’incontro ha partecipato il direttore generale di A.P.I. Stefano Valvason, che ha evidenziato l’importanza che la Regione intervenga sui temi di maggior interesse per le PMI. In particolare, la trasformazione digitale, agevolando la formazione dei dipendenti e degli imprenditori, i progetti di investimento basati sulla tecnologia 5G e la diffusione della banda ultra larga sul territorio; l’internazionalizzazione, agevolando progetti che prevedano la collaborazione con TEM (Temporary Export Manager); l’accesso al credito, focalizzando il ruolo di Finlombarda e promuovendo il Fintech quale strumento alternativo al credito bancario; l’impatto sul territorio, intervenendo sulle aree dismesse, anche in relazione all’attrazione di progetti di investimento e rigenerazione urbana, e su misure per migliorare la qualità dell’aria; infine la semplificazione, rafforzando il ruolo dei SUAP e la digitalizzazione della PA.

Per informazioni: Servizio Studi e Comunicazione, tel.02.67140267 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.