Home News - Latest 2 luglio, A.P.I. partner del Progetto MASP
2 luglio, A.P.I. partner del Progetto MASP PDF Stampa E-mail

MASP – Master Parenting in Work and Life è un progetto finanziato dall’UE finalizzato non solo ad aiutare le persone a conciliare l’equilibrio tra la propria vita e l’occupazione, ma anche a incentivare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro. A.P.I. partner del progetto, promosso dal Comune di Milano come ente capofila, vuole informare e sensibilizzare le imprese associate sull’importanza della conciliazione famiglia lavoro e sul suo valore strategico per lo sviluppo delle PMI.
La realizzazione del progetto vede un partenariato internazionale, con il coinvolgimento di: Agenzia del Lavoro della Provincia Autonoma di Trento, AFOL Metropolitana, Associazione BIN ITALIA, Gruppo Cooperativo CGM, AICCON, LBV, EUROSMAC (Norvegia) e REVES Network (Belgio). 
A Milano, così come nella provincia di Trento, è previsto il coinvolgimento di una grande impresa nazionale, di cinque PMI e di una multinazionale, in cui verranno testati dei servizi innovativi per facilitare la conciliazione della vita privata e professionale dei dipendenti. Altresì, 300 donne potranno ricevere supporto nella ricerca di lavoro nei prossimi due anni. 

Tra gli obbiettivi principali:

  • sviluppare e testare una strategia di work-life balance innovativa incentrata su due programmi: uno dedicato alle donne disoccupate l’altro rivolto alle imprese e ai loro lavoratori, individuando delle buone prassi che possano essere facilmente applicabili a realtà diverse tra loro;
  • migliorare le capacità e le conoscenze degli attori chiave coinvolti nel processo di conciliazione tra lavoro e vita privata, al fine di renderli più consapevoli e implementare misure innovative;
  • sviluppare una partnership multilivello e multi-stakeholder sostenibile, al fine di creare un modello integrato di intervento.

Il Comune di Milano ha evidenziato che “grazie a progetti come MASP, l’Europa a Milano significa più qualità della vita e supporto concreto all’occupazione femminile, due temi decisivi per il benessere della nostra comunità”.

Lo scorso 2 luglio, si è svolta a Trento la prima Study Visit a cui erano presenti tutti i partner del progetto.
In rappresentanza di A.P.I. è intervenuto il direttore generale Stefano Valvason. Nel corso del suo intervento, ha evidenziato che: “A.P.I. opera dal 1946 al servizio delle PMI, parte imprescindibile del supporto alle imprese è guidarle nello sviluppo di nuovi modelli organizzativi che possano portare beneficio alla crescita dell’impresa. Ogni cambiamento genera innovazione e nuove opportunità di crescita, proprio per questo A.P.I. partecipa al progetto MASP. L’obiettivo – ha proseguito Valvason - è contribuire a individuare un metodo di ampia scala, facilmente fruibile dalle PMI che oggi, e sempre di più, avvertono la necessità di implementare o rendere strutturale l’utilizzo di queste misure, così dà permettere ai lavoratori di gestire flessibilmente il proprio tempo, in sintonia con gli obiettivi aziendali.Nel corso degli anni, a livello locale, sia a Milano che nel territorio di Monza e Brianza, A.P.I. ha partecipato a diversi progetti sulla conciliazione vita-lavoro, che hanno permesso alle imprese di conoscere e sperimentare meglio le opportunità. Grazie a MASP – conclude Valvason - auspichiamo un coinvolgimento anche delle nuove generazioni di imprenditori, infatti, negli ultimi anni molte aziende sono in procinto di effettuare un cambio generazionale. Si tratta di un momento decisivo anche per implementare policy di sviluppo delle risorse umane. Infine, grazie alla partecipazione al progetto MASP, A.P.I. si fa portavoce, anche nel contesto europeo, dei fabbisogni delle PMI italiane, la cui crescita è condizione essenziale per il buon andamento dell’economia e del mercato del lavoro italiani.”

A breve sarà on line il sito MASP, per essere sempre aggiornati è possibile collegarsi alla pagina Facebook e il profilo Twitter

Per visualizzare il flyer cliccare qui 

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



EU    This project is co-funded by the European Union.