Home Credito & Fisco - Credito & Fisco Investimenti pubblicitari incrementali al via le domande
Investimenti pubblicitari incrementali al via le domande PDF Stampa E-mail

Il D.L. n. 59 del 2019, nel modificare la disciplina del “bonus pubblicità”, ha reso la misura strutturale, prevedendo la copertura dei relativi oneri. E’ stata definita inoltre la quantificazione del credito d’imposta spettante misura unica del 75%. Per accedere all'agevolazione per l’anno 2019, è necessario inviare la “comunicazione per l’accesso” al credito di imposta nel periodo compreso dal 1° al 31 ottobre 2019, attraverso l’apposita procedura telematica disponibile nell’area riservata del sito dall'Agenzia delle Entrate.
Successivamente, dal 1° al 31 gennaio 2020, bisognerà confermare la “prenotazione”, sempre telematicamente, attraverso la “dichiarazione sostitutiva”, relativa agli investimenti effettuati nell’anno 2019.

Ricordiamo che sono agevolabili gli investimenti incrementali riferiti all'acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali effettuati su:
- giornali quotidiani e periodici (nazionali o locali), pubblicati in edizione cartacea o editi in formato digitale, iscritti presso il competente Tribunale ovvero presso il Registro degli operatori di comunicazione e, in ogni caso, dotati della figura del direttore responsabile;
- emittenti radiofoniche e televisive locali iscritte presso il Registro degli operatori di comunicazione. 

Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi d’informazione nell’anno precedente. Ricordiamo che non è considerato incrementale l’investimento delle imprese che hanno iniziato l’attività nel corso dell’anno per il quale è richiesto il beneficio o di quelle che nell’anno precedente a quello per il quale il beneficio è richiesto non abbiano effettuato investimenti pubblicitari. Ai fini della concessione dell'agevolazione, l'ordine cronologico di presentazione delle domande non è rilevante.
Nell'ipotesi di insufficienza delle risorse disponibili, infatti, è prevista la ripartizione percentuale tra tutti i soggetti che, nel rispetto dei requisiti e delle condizioni di ammissibilità, hanno presentato nei termini la comunicazione telematica.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.