Home News - Latest A.P.I.: lotta contante senza ricatto banche "Attenti a costi. Cuneo non serve ai consumi, vada alle imprese"
A.P.I.: lotta contante senza ricatto banche "Attenti a costi. Cuneo non serve ai consumi, vada alle imprese" PDF Stampa E-mail

Leggi l'intervento di Paolo Galassi, intervistato dall'agenzia Ansa.

(ANSA) - "Agevolare i sistemi elettronici di pagamento può andare bene, ma bisogna stare attenti ai costi: servono agevolazioni per chi incassa e anche per chi paga, ma soprattutto non bisogna innescare il rischio di un ricatto finanziario, altrimenti agevoliamo ancora le banche". Lo afferma Paolo Galassi, presidente dell'Associazione delle Piccole e medie industrie (A.P.I.).
"La prossima manovra è cruciale per il nostro sistema economico - aggiunge Galassi all'ANSA - e il cuneo fiscale non credo serva se si traduce solo in pochi euro in tasca ai lavoratori: in questo clima di incertezza non stimolerebbe mai la ripartenza dei consumi. Piuttosto venga destinato alle imprese, con una vera riduzione dei costi che pagano per i dipendenti: solo così queste risorse tornerebbero nel circuito economico in modo produttivo", conclude il presidente dell'A.P.I., che riunisce duemila aziende con oltre 40mila addetti nei distretti di Monza-Brianza, Milano, Lodi, Pavia e Bergamo.


Per informazioni: Ufficio Stampa A.P.I, Tel. 0267140267 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.