Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

23 gennaio 2020: C3 Global Cloud Skills Tour PDF Stampa E-mail

Grazie alla collaborazione tra A.P.I. e Pipeline Srl le imprese associate hanno la possibilità di partecipare alla tappa di Milano del primo C3 Global Cloud Skills Tour organizzato da The Leading Learning Partners Association, in programma il prossimo 23 gennaio 2020. 
Un'intera giornata dedicata a manager, responsabili HR, responsabili della formazione e IT manager per capire cos’è il cloud, i casi di successo nelle aziende italiane e i percorsi formativi per portare le competenze chiave nella tua azienda.
Le nuove tecnologie richiedono nuove competenze, per questo le aziende devono rivedere i processi di formazione. La crescita dei propri collaboratori è infatti il miglior investimento per la crescita del business.

Perchè partecipare
L'evento è dedicato agli amministratori delegati, dirigenti, responsabili della formazione aziendale, responsabili delle risorse umane, IT manager, alle università e alle scuole superiori. Anche gli esperti di Azure e i partner Microsoft possono acquisire preziose informazioni dagli interventi in agenda.
Durante la giornata ci saranno interventi di esperti di alto profilo e approfondimenti sui nuovi percorsi di apprendimento e certificazione. Partecipa alle sessioni Cloud Track Select e scopri nuove opportunità di utilizzo del cloud per soddisfare le mutevoli esigenze della tua organizzazione.  Agenda 

I posti sono limitati. Per avere maggiori informazioni, conoscere il programma e per partecipare cliccare qui.

Per conoscere le altre opportunità dedicate alle imprese associate da Pipeline Srl è possibile scaricare la comunicazione accedendo all'area riservata, cliccare qui. 
Per informazioni: Servizio Comunicazione, tel. 0267140267 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 
Convenzione con FCA FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Aggiornamento dicembre 2019 PDF Stampa E-mail

Grazie agli importanti accordi di collaborazione stretti da A.P.I. con Partner di diversi settori, per le imprese associate è possibile ottenere molteplici vantaggi su prodotti e servizi.

Oltre le partnership dirette, le imprese associate ad A.P.I. possono anche utilizzare le Convenzioni di Confartigianato Imprese.
Tra le altre opportunità, a dicembre è attiva l'offerta relativa alle autovetture dei marchi Alfa Romeo, FIAT, JEEP, Lancia e Abarth, nell'ambito della Convenzione con FCA.
Cliccare qui per scaricare la comunicazione.
 
Chumbala, soluzioni creative per far crescere l’impresa PDF Stampa E-mail

Un’azienda di servizi “open mind” che si avvale di una rete di collaboratori qualificati e motivati, dislocati sul territorio italiano, lontani per chilometri, ma vicini per filosofia e metodo di lavoro. Questa è Chumbala, l’azienda il cui cuore è costituito dalla ricerca e sviluppo.

I servizi
L’impresa è contraddistinta da un DNA dinamico: i servizi spaziano dallo sviluppo di soluzioni software, alla progettazione di reti, all’e-commerce.

Bit on Cloud è il gestionale e CRM in cloud, sviluppato e distribuito in esclusiva da Chumbala, per la gestione del business di piccole e medie imprese, studi professionali, start up, scuole, istituti di formazione ed enti locali.
Dalla fatturazione elettronica alla gestione del budget, dalla gestione del magazzino e dell'archivio fino a funzionalità verticali come la gestione corsi, servizi di mensa e pagamenti di rette… Bit on Cloud è un gestionale vicino ai propri clienti, un servizio che risolve i problemi di gestione del business e delle operation con semplicità, intelligenza e in tutta sicurezza.
Bit on Cloud è molto di più che un software: è anche un blog sulla gestione aziendale dove piccole e medie imprese possono trovare consigli, strategie, approfondimenti e storie di successo utili per il proprio business e la propria crescita.

Mercerie for you è l’e-commerce dedicato a forniture per sarti, cucito creativo, ricamo e patchwork. I prodotti coniugano le esigenze di un’arte dalle antiche radici con le richieste del mercato di oggi, sempre più rapido e selettivo. I tessuti e i marchi distribuiti sono innovativi e di qualità, grazie soprattutto a un’attività di ricerca continua condotta soprattutto all’estero.

La filosofia
Il cuore di Chumbala è l’investimento in ricerca e sviluppo, nella convinzione che la ricerca continua e lo sviluppo siano la chiave per raggiungere il successo nel mondo di oggi. Per questo l’azienda non si ferma mai: il team lavora con passione e cura per offrire il massimo della qualità ai clienti.
La filosofia si basa sul concetto “stay human”. I clienti sono prima di tutto persone. Innovative, creative, ricche di pensieri. Chumbala crede nelle relazioni a lungo termine, dimostrando lealtà e trasparenza. I clienti sono partner con cui crescere insieme ogni giorno e costruire insieme il futuro.

Per informazioni: Chumbala Srl
Via della Chiesa, 10
12060 Grinzane Cavour (CN)
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel: 0121 097123
www.chumbala.com

 
Nel 2020, l’87% delle PMI investirà in tecnologie digitali PDF Stampa E-mail

Sondaggio A.P.I. presentato durante l’evento "Digital Transformation: impatto e opportunità sul business delle PMI"

Pmi&digitalizzazione è un binomio possibile. Lo dimostra l’indagine dell’Ufficio Studi di A.P.I., l’associazione delle piccole e medie industrie, dal quale emerge che, nonostante la strada sia ancora in salita, le tecnologie digitali non sono solo appannaggio delle grandi aziende ma, anzi, molte piccole imprese le hanno già adottate o pensano, nel 2020, di attuare degli investimenti in ottica 4.0.
L’89% delle aziende intervistate ritiene, infatti, che la digital transformation sia un’opportunità per la sua PMI poiché semplifica e potenzia l’attività (17%), rappresenta un volano per la crescita (13%); automatizza alcuni processi aziendali (12%); permette di utilizzare i dati dei clienti per migliorare prodotti e processi (9%).
Nel 2020, l’87% delle PMI ha intenzione di investire in digital transformation, principalmente nella produzione (16%), nell’innovazione di prodotto (12%) e di processo (21%). Alcune delle aziende (8%) del campione stanzieranno anche una quota importante, tra il 10 e il 20% del fatturato, per gli investimenti in innovazione.
I risultati del sondaggio sono stati presentati durante l’evento "Digital Transformation: impatto e opportunità sul business delle PMI" che si è svolto a Limbiate presso l’impresa associata ad A.P.I., AM Instruments Srl.
L’evento, organizzato da A.P.I., in collaborazione con TWIG Srl, ha rappresentato un momento di confronto sulla digital transformation, per capire metodi e strumenti adatti a guidare l'evoluzione digitale delle industrie, come usare al meglio il design strategico, il marketing e la comunicazione per dare slancio alle imprese. Media partner dell’evento QN Il Giorno.
Alla tavola rotonda, moderata da Fabio Lombardi, giornalista de Il Giorno, sono intervenuti Marco Ronchi, amministratore unico TWIG Srl, docente alla Scuola del Design e Managing Partner del Master in Digital Strategy del Politecnico di Milano e autore del libro dal titolo "Digital transformation. Metodi e strumenti per guidare l'evoluzione digitale delle imprese attraverso design, marketing e comunicazione", Luciana Ciceri, amministratore unico di Ciceri de Mondel Srl e vicepresidente A.P.I., Roberto Fossati, contitolare di AM Instruments Srl. Paolo Galassi, presidente A.P.I., ha portato il punto di vista dell’associazione e tirato le somme del 2019 con un occhio di riguardo per le attività del 2020.

«La digital transformation è un tema sempre più attuale, un processo di evoluzione della cultura imprenditoriale e manageriale fondamentale – ha spiegato Marco Ronchi, amministratore unico TWIG Srl, docente alla Scuola del Design e Managing Partner del Master in Digital Strategy del Politecnico di Milano -. Deve però essere un percorso concreto, attuabile nella PMI ed efficace. Un percorso che l’imprenditore possa interiorizzare e attuare in tutti gli ambiti di impresa, con un supporto interno o esterno. Per questo è fondamentale la formazione e l’incontro tra imprenditoria e università. Questa grande rivoluzione dei processi produttivi e dei prodotti, ci chiede di ripensare l’azienda ma soprattutto di formare i collaboratori in ottica 4.0. Altro passaggio strategico sarà l’inserimento di giovani nelle PMI per dare slancio e cogliere appieno la potenza del digitale».
Un percorso, quello della trasformazione digitale, già ben avviato in due aziende associate ad A.P.I. che hanno raccontato la propria esperienza.

Luciana Ciceri, amministratore unico di Ciceri de Mondel Srl e vicepresidente A.P.I., ha traghettato l’azienda di Ozzero dall’estrusione tradizionale alla rivoluzione della stampa 3D. «La nostra storia – ha spiegato l’imprenditrice - è lunga più di un secolo: siamo passati dalla produzione di medaglie e cornici, all’argentatura di specchi, per approdare all’estrusione di materie plastiche e, più recentemente, alla produzione di filamenti per la stampa 3D. Grazie anche a collaborazioni importanti, come quelle con il Politecnico di Milano e con l’Università di Pavia, è nata la business unit FILOALFA. Ora siamo di fronte a una nuova sfida: mantenere il core business della produzione di lastre – prevalentemente nazionale – e ampliare, anche all’estero, il settore stampa 3D. Siamo presenti on-line e attivi sui maggiori social networks, ed è anche nata una community legata a FILOALFA, ma serve una marcia in più. Per questo stiamo investendo sul digitale anche in un’ottica di una più attenta analisi dei dati che ci permetta di orientare le strategie future».

Gli investimenti in R&S e nel personale sono stati fondamentali, per diventare il punto di riferimento nel settore del controllo della contaminazione con una particolare attenzione alle esigenze qualitative del mercato life sciences, per AM Instruments Srl - che ha ospitato l’evento e la riunione del Consiglio Direttivo “itinerante” di A.P.I.
«L’azienda, che tra pochi mesi taglierà il traguardo dei 30 anni, – ha spiegato Roberto Fossati, contitolare di AM Instruments Srl – ha sempre puntato sulle competenze e sull’innovazione. Proprio per questa ragione non potevamo mancare all’appuntamento con la digitalizzazione che, nel nostro settore, investe fortemente sia i processi che i prodotti. Grazie alle competenze del nostro team e agli investimenti finalizzati al miglioramento dei processi stiamo trasformando la nostra azienda nella direzione della smart production e smart service. Dal punto di vista dei prodotti, AM Instruments R&D ha realizzato strumenti nell’ottica 4.0 privilegiando automazione, integrazione con le nuove tecnologie informatiche e predittività, elementi per noi indispensabili per concretizzare le esigenze del mercato farmaceutico nel prossimo futuro».

«Gli imprenditori – ha spiegato il presidente di A.P.I., Paolo Galassi -, come emerge dal sondaggio, sono molto propensi a introdurre o implementare in azienda le tecnologie digitali. Per farlo stanno anche investendo sulle risorse umane, inserendo giovani talenti, prevalentemente sotto i 35 anni. Ma siamo davanti a una vera e propria rivoluzione e, per abbracciare nella sua totalità questo cambiamento, non basta investire solamente in formazione, macchinari, marketing, big data e comunicazione. È necessario un mutamento di mentalità, che abbracci più settori ma per farlo serve il supporto di tutti, dalle istituzioni alle associazioni datoriali. Emblematiche, infatti, le risposte del sondaggio relative alla domanda su cosa possono fare le istituzioni per supportare il mondo produttivo e accompagnarlo nel processo di digitalizzazione: le PMI chiedono finanziamenti e agevolazioni, Temporary Information Manager, corsi specifici e formazione, alternanza scuola lavoro che consenta di definire profili necessari alle imprese. Ma per fare la “differenza” e crescere nell’export – conclude Galassi – le PMI hanno soprattutto bisogno di una politica industriale che guardi concretamente alle piccole imprese e scommetta sui capitani d’impresa, che troppo spesso sono lasciati soli, alle prese con burocrazia, costo del lavoro e incertezza legislativa».


Segui A.P.I. su:   
Twitter: @APIdal1946   
LinkedIn: A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie 
Youtube: A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie   
Hashtag: #apifaimpresa

Per accedere alla Sala Stampa cliccare qui

Per informazioni: Ufficio Stampa A.P.I., Tel. 0267140267 -  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 
A.P.I. all'inaugurazione dell’Anno Accademico dell'Università Cattolica PDF Stampa E-mail

Lo scorso giovedì 28 novembre il direttore generale di A.P.I., Stefano Valvason, ha partecipato all'inaugurazione dell’Anno Accademico 2019- 2020 dell'Università Cattolica del Sacro Cuore nell’Aula Magna dell’ateneo.
La partecipazione di A.P.I. all'evento ha testimoniato la grande collaborazione tra l'Associazione e le università del territorio e l'importanza che riveste la formazione per lo sviluppo delle competenze territoriali.


Per informazioni: Segreteria di Direzione, tel. 02671401 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 993