Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

In casa BIT Life Solutions, nasce Incassi Smart PDF Stampa E-mail

Le tecnologie legate al web & mobile sono in continua evoluzione. Il team di BIT Life Solutions, grazie al continuo aggiornamento e sperimentazione, all’esperienza decennale e alle elevate competenze tecniche, propone di sviluppare soluzioni che soddisfano i requisiti delle piccole e medie imprese che in genere non sono coperti dai sistemi ERP tradizionali.

L’azienda di Gallarate è specializzata nel progettare, realizzare e gestire app web&mobile enterprise e la passione, il talento e le migliori tecnologie che da sempre la contraddistinguono  sono caratteristiche anche dell’ultimo nato in casa casa BIT Life Solutions, “Incassi Smart”, il nuovo modo facile e immediato di gestire gli incassi in azienda.

Si tratta di un software intuitivo in cloud che consente di rispondere all’esigenza di velocizzare la gestione del flusso del credito in azienda partendo da 2 aspetti chiave:
1) Impostazione di un metodo di lavoro solido e efficiente
Incassi Smart crea un processo lean per la razionalizzazione e ottimizzazione della gestione e recupero del credito basato su quattro indicatori fondamentali: attendibilità dello scadenziere, salute del credito, puntualità delle attività e efficacia delle attività.
2) Utilizzo dello strumento adeguato
Incassi Smart è un software che si basa sullo scadenziere ottenuto dal gestionale usato in azienda. Con un’interfaccia digitale chiara, intuitiva e coerente ai processi contabili attuati in Italia, analizza la situazione dell’insoluto e guida il funzionario amministrativo nella sequenza di attività da espletare per raggiungere l’obiettivo di recuperare il credito, tramite la creazione di workflow, assegnazione di compiti e verifica dell’andamento del lavoro.

Oltre a ridurre del 50% il tempo dedicato alla gestione degli incassi, Incassi Smart consente di:
- Impostare un processo solido per aumentare l’efficienza dei lavoratori;
- Eliminare la carta stampata per controllare la situazione degli incassi e dell'insoluto in azienda, con vantaggi in termini di costi e dando un contributo per un mondo più sostenibile;
- Gestire il team amministrativo e assegnare ruoli;
- Condividere uno storico con colleghi e responsabili in tempo reale;
- Interagire con i debitori in modo accurato e pragmatico.

Per informazioni e contatti:
BIT Life Solutions Srl
Via Luigi Riva 10, 21013 Gallarate (VA)
mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel.: 0331 028947
Cell.: 340 82 66 591
 
Internazionalizzazione - Accordo di libero scambio UE-Giappone PDF Stampa E-mail

Importanti novità sono state introdotto con l’attuazione dell’Accordo di libero scambio UE-Giappone.  

Dal 1 agosto e fino al 30 novembre 2019 resterà in vigore la procedura semplificata provvisoria in base alla quale è considerata sufficiente, per l’ottenimento del trattamento preferenziale, la sola dichiarazione di origine della merce esportata.
Dal 1 dicembre 2019 entrerà in vigore la procedura semplificata definitiva che, al momento non ancora stata definita, introdurrà l’obbligo di inserire nella dichiarazione doganale un codice predeterminato a cui collegare un documento con informazioni aggiuntive.
Cliccare qui per accedere alla circolare dell’Agenzia delle Dogane.
 
Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Per accedere ai mercati internazionali basta un clic, n. 11! PDF Stampa E-mail

Il Servizio Internazionalizzazione presenta alle imprese associate la newsletter di numero 11 dedicata ai mercati internazionali e alle opportunità. Con un solo clic è possibile scaricare il documento che raccoglie informazioni, approfondimenti e opportunità.

A.P.I., infatti, si prefigge di supportare le imprese che stanno valutando nuovi mercati di sbocco o che, già operando all'estero, intendono rafforzare e ampliare la propria presenza in determinate aree geografiche. Operare nei mercati internazionali richiede specifiche competenze, rapidità nei flussi di comunicazione, conoscenza delle culture e delle modalità operative nei diversi Paesi.
Per scaricare la newsletter, accedi all'area riservata sul sito A.P.I. cliccando qui.

Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
Credito adesso PDF Stampa E-mail

L’iniziativa finanzia il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale delle imprese lombarde mediante la concessione di finanziamenti, per la durata di 24 oppure di 36 mesi, e di contributi in conto interessi a parziale copertura degli oneri connessi al finanziamento.

L’importo richiesto non può superare il 15% della media dei ricavi tipici degli ultimi due esercizi (pari ad almeno 120.000€). Il finanziamento potrà avere importo massimo di 200.000€ per microimprese, 750.000€ per piccole imprese oppure 1,5 mil€ per medie imprese.
Il tasso di interesse applicato sarà pari all’Euribor a 6 mesi + uno spread variabile dal 0% al 6% a seconda della classe di rischio dell’azienda.
Ai fine della concessione del finanziamento non sono previste garanzie di natura reale, ma potranno essere richieste: garanzie personali, garanzie rilasciate dai Confidi e garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia.
L’erogazione del finanziamento avverrà in un’unica soluzione entro e non oltre 10 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto di finanziamento (non sono previsti costi di commissione oppure spese di istruttoria).
L’erogazione del contributo i contro interessi, pari al 2% e fino all’abbattimento del totale del tasso applicato, avverrà in unica soluzione entro 45 giorni dell’erogazione del finanziamento.

Per informazioni: Servizio Finanziario, tel.  039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
A.P.I.: lotta contante senza ricatto banche "Attenti a costi. Cuneo non serve ai consumi, vada alle imprese" PDF Stampa E-mail

Leggi l'intervento di Paolo Galassi, intervistato dall'agenzia Ansa.

(ANSA) - "Agevolare i sistemi elettronici di pagamento può andare bene, ma bisogna stare attenti ai costi: servono agevolazioni per chi incassa e anche per chi paga, ma soprattutto non bisogna innescare il rischio di un ricatto finanziario, altrimenti agevoliamo ancora le banche". Lo afferma Paolo Galassi, presidente dell'Associazione delle Piccole e medie industrie (A.P.I.).
"La prossima manovra è cruciale per il nostro sistema economico - aggiunge Galassi all'ANSA - e il cuneo fiscale non credo serva se si traduce solo in pochi euro in tasca ai lavoratori: in questo clima di incertezza non stimolerebbe mai la ripartenza dei consumi. Piuttosto venga destinato alle imprese, con una vera riduzione dei costi che pagano per i dipendenti: solo così queste risorse tornerebbero nel circuito economico in modo produttivo", conclude il presidente dell'A.P.I., che riunisce duemila aziende con oltre 40mila addetti nei distretti di Monza-Brianza, Milano, Lodi, Pavia e Bergamo.


Per informazioni: Ufficio Stampa A.P.I, Tel. 0267140267 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 5 di 983