Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Energivori: apertura portale CSEA per dichiarazione 2020 PDF Stampa E-mail

In data 30 settembre CSEA - Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali - ha reso disponibile il portale utile alla raccolta delle dichiarazioni ai fini dell’inserimento nell’elenco delle imprese a forte consumo di energia elettrica 2020 (“Dichiarazione Energivori Post Riforma - D.M. 21 dicembre 2017”). Le imprese avranno tempo fino al 13 novembre 2019 per la presentazione delle dichiarazioni: decorso tale termine non sarà possibile iscriversi all’elenco delle imprese a forte consumo di energia elettrica 2020 ed ottenere il relativo beneficio.

Secondo il meccanismo di agevolazione in essere (“post riforma”) sono requisiti necessari per l’accesso alle agevolazioni un volume annuo di consumo di energia elettrica medio nel triennio di riferimento pari ad almeno 1 GWh e:
un’incidenza del costo elettrico sul fatturato nel triennio di riferimento non inferiore al 2% se caratterizzati da codice ATECO (NACE) presente nell’Allegato 3 alle Linee Guida CE;
un’incidenza del costo elettrico sul VAL - Valore Aggiunto Lordo - nel triennio di riferimento non inferiore al 20% se caratterizzati da codice ATECO presente nell’Allegato 5 alle Linee Guida CE.

Per la competenza 2020 il triennio di riferimento è costituito dagli anni 2016, 2017 e 2018.

Il Servizio Energia di A.P.I. è a disposizione di tutte le imprese associate che vogliano verificare gratuitamente il possesso dei requisiti di accesso alle agevolazioni: sarà sufficiente inviare all’indirizzo e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. il format di raccolta dati per ottenere un riscontro in tempi brevi. Per le aziende riconosciute “energivore” è disponibile un servizio mirato “chiavi in mano” che verrà erogato da PMI Energy Srl attraverso partner qualificati finalizzato a supportare l’impresa nell’ottenimento delle agevolazioni, nonché in tutte le fasi precedenti e successive.

Per visualizzare la circolare pubblicata in merito da CSEA, requisiti di accesso e istruzioni operative, cliccare qui

Per scaricare il format necessario alla raccolta delle informazioni utili a verificare il possesso dei requisiti per l’accesso alle agevolazioni cliccare qui  (file excel da scaricare e restituire compilato nel medesimo formato).

Per informazioni: Servizio Energia, tel. 0267140250 - mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Settembre, A.P.I. partner del Progetto MASP PDF Stampa E-mail

MASP – Master Parenting in Work and Life è un progetto finanziato dall’UE finalizzato non solo ad aiutare le persone a conciliare l’equilibrio tra la propria vita e l’occupazione, ma anche a incentivare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro. A.P.I. partner del progetto, promosso dal Comune di Milano come ente capofila, vuole informare e sensibilizzare le imprese associate sull’importanza della conciliazione famiglia lavoro e sul suo valore strategico per lo sviluppo delle PMI.
La realizzazione del progetto vede un partenariato internazionale, con il coinvolgimento di: Agenzia del Lavoro della Provincia Autonoma di Trento, AFOL Metropolitana, Associazione BIN ITALIA, Gruppo Cooperativo CGM, AICCON, LBV, EUROSMAC (Norvegia) e REVES Network (Belgio). 
A Milano, così come nella provincia di Trento, è previsto il coinvolgimento di una grande impresa nazionale, di cinque PMI e di una multinazionale, in cui verranno testati dei servizi innovativi per facilitare la conciliazione della vita privata e professionale dei dipendenti. Altresì, 300 donne potranno ricevere supporto nella ricerca di lavoro nei prossimi due anni. 

Tra gli obbiettivi principali:
sviluppare e testare una strategia di work-life balance innovativa incentrata su due programmi: uno dedicato alle donne disoccupate l’altro rivolto alle imprese e ai loro lavoratori, individuando delle buone prassi che possano essere facilmente applicabili a realtà diverse tra loro;
migliorare le capacità e le conoscenze degli attori chiave coinvolti nel processo di conciliazione tra lavoro e vita privata, al fine di renderli più consapevoli e implementare misure innovative;
sviluppare una partnership multilivello e multi-stakeholder sostenibile, al fine di creare un modello integrato di intervento.Il Comune di Milano ha evidenziato che “grazie a progetti come MASP, l’Europa a Milano significa più qualità della vita e supporto concreto all’occupazione femminile, due temi decisivi per il benessere della nostra comunità”.

Nel mese di settembre si sono svolti due importanti momenti di confronto tra i Partner. Il 2 e 3 settembre a Bologna e il 12 e 13 settembre a Oslo (Norvegia).  

A Bologna il 2 e 3 settembre, AICCON ha organizzato il secondo workshop, i partner di progetto hanno potuto aggiornarsi reciprocamente su azioni quali l'analisi specifica dei bisogni delle madri disoccupate, l'individuazione di 'buone pratiche' di conciliazione vita-lavoro (WLB) di attori pubblici e privati, o l'analisi dei programmi MAAM e Family Audit (Provincia Autonoma di Trento). 
I risultati intermedi hanno confermato ancora una volta l'importanza, per il successo delle politiche e delle azioni del WLB, di:
- stimolare un cambiamento di cultura (riflessione sui ruoli, ecc.) e l'empowerment in particolare delle donne;- incoraggiare la partecipazione e la cooperazione tra diversi tipi di attori pubblici e privati seguendo, ad esempio, il modello del "distretto";
- rispondere ai bisogni reali tenendo conto delle diverse realtà, comprese le diverse forme di famiglia;
- contribuire allo sviluppo delle capacità dei genitori;
- concentrarsi su donne e uomini. 

Il workshop si è svolto a Kilowatt, una cooperativa creata da professionisti che si occupano di innovazione sociale, economia circolare, comunicazione e rigenerazione urbana. I partner di MASP hanno colto l'occasione per saperne di più su Kilowatt Baby, un servizio educativo sperimentale fornito all'interno dello spazio di co-working a cooperatori, collaboratori, ma anche alla più ampia comunità locale.

La visita di studio a Oslo del 12 e 13 settembre, organizzata da Euromasc, ha permesso ai Partner di conoscere il modello di welfare norvegese. In particolare le norme e le pratiche legate al congedo parentale e al primo anno di vita del bambino. Inoltre, i partner del MASP hanno avuto l'opportunità di incontrare i rappresentanti delle autorità pubbliche, dei sindacati e delle organizzazioni dei datori di lavoro. 
Nelle discussioni con i rappresentanti dell'amministrazione norvegese del lavoro e della previdenza sociale (NAV) sono stati toccati, tra gli altri aspetti, il ruolo della digitalizzazione per una migliore e più orientata alle esigenze erogazione di servizi che facilitino l'equilibrio tra lavoro e vita privata. 
Finansforbundet, un sindacato del settore finanziario - anche in Norvegia uno dei settori con le maggiori differenze tra i dipendenti di sesso maschile e femminile - ha presentato le sue iniziative per la promozione di strategie per pari opportunità, tra cui la parità di retribuzione, modalità di lavoro flessibile e modi per mantenere e sviluppare i talenti femminili. I problemi del settore privato in Norvegia per attrarre la forza lavoro femminile (altamente qualificata) esistente e le iniziative per contrastarli attraverso ulteriori opportunità di formazione e networking sono stati condivisi da NHO, la Confederazione delle imprese norvegesi.
Infine, i partner del MASP hanno confrontato la legislazione e le pratiche dei diversi paesi nordici (Norvegia, Svezia, Danimarca e Finlandia).

A breve sarà on line il sito MASP, per essere sempre aggiornati è possibile collegarsi alla pagina Facebook e il profilo Twitter

Per visualizzare i precedenti articoli:
Giugno
Luglio

Per visionare le precedenti newsletter:
numero_1
numero_2


Per visualizzare il flyer cliccare qui 

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
A.P.I. al convegno sulla cooperazione bilaterale tra Mosca e Milano PDF Stampa E-mail

Numerosi gli imprenditori associati ad A.P.I. che guardano alla Russia; l’interscambio tra Italia e la Federazione Russa, nel corso del 2019, si è, infatti, assestato al quinto posto pur in presenza di sanzioni. Grazie alle ottime relazioni con la Camera di Commercio Italo Russa, A.P.I. era presente al convegno che si è svolto giovedì scorso presso il Centro culturale di Largo Corsia dei Servi 4 a Milano.

Da sempre attiva nel cogliere le opportunità di business per le imprese associate, l'associazione ha voluto condividere l’esperienza e le difficoltà vissute dagli imprenditori associati attraverso l’intervento di Jaime Alberto Bacilon, titolare della Automator International Srl, società produttrice di macchine per la marcatura che esporta nella Federazione Russa da molti anni.
Barcilon ha evidenziato "la difficoltà delle piccole e medie imprese italiane nell'entrare nel mercato della Federazione Russa per le oggettive problematiche legate alle importazioni e alla compolessità di incontrare partner russi. Sempre tenedo presente la specificità della dimensione piccola e media delle imprese italiane."

Al convegno è intervenuto Sergey Cherimin, ministro e capo del dipartimento dei rapporti economici con l’estero e delle relazioni internazionali, il quale ha presentato i numerosi progetti e investimenti realizzati negli ultimi  7 anni che hanno reso Mosca, con 12,5 milioni di abitanti registrati,  il più grande hub e centro all’avanguardia della Federazione Russa. Molto è stato fatto per accrescere lo sviluppo economico della città, favorire gli investimenti e incrementare la produzione ad alto contenuto tecnologico portando la città a realizzare il 20% dell’intero PIL nazionale e da attrarre il 50% degli investimenti diretti esteri dell’intera nazione.

Ingenti investimenti hanno migliorato il sistema dei trasporti grazie  al prolungamento della metropolitana e alla progressiva sostituzione dei sui vagoni, alla diffusione del car sharing, all’introduzione di un sistema wi-fi gratuiti con numerosi hot spot. Anche l’attenzione verso il mondo green è aumentato con la progressiva riduzione del livello di inquinamento e la  valorizzazione dei parchi, delle zone pedonali e delle periferie. 

Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.




BARCILON

 
TÜV Italia. Aggiungi valore. Ispira fiducia PDF Stampa E-mail

LOGOtuvAggiungi valore. Ispira fiducia: il motto che affianca il logo ottagonale sintetizza l’impegno che da oltre trent’anni contraddistingue l’attività di TÜV Italia, partner tecnico delle aziende nelle attività di ispezione, di prova, di certificazione e in quelle formative, lo stesso che da oltre 150 anni caratterizza il gruppo TÜV SÜD a cui l’ente appartiene.

Le attività di TÜV Italia si concentrano in divisioni organizzate in macro aree tematiche e in laboratori, dove vengono eseguiti test in molteplici ambiti.

Divisioni
Business Assurance (certificazione di sistemi di gestione aziendale, compliance, assessment, servizi customizzati, social responsability, cybersecurity, formazione)
Industry Service (verifiche, collaudi, ispezioni e certificazioni di apparecchiature industriali, macchinari e impianti, certificazione del personale)
Product Service (test e certificazioni su prodotti consumer, industriali e medicali)

I laboratori: cuore tecnologico delle attività di testing
Scarmagno: la sicurezza dei prodotti
Affiancano le aziende in tutte le fasi di sviluppo dei prodotti: progettazione, sviluppo, fabbricazione, fino alla verifica di conformità, anche per mercati extra UE. Le prove eseguite testano la sicurezza di prodotti IT, medicali, di illuminazione, componenti automotive, arredi, giocattoli, elettrodomestici rispetto alla compatibilità elettromagnetica, la sicurezza meccanica, elettrica ed elettronica, la resistenza alle vibrazioni e agli stress ambientali, alla fragilità e alla trasportabilità.

Bytest: leader di mercato nelle prove non distruttive
Bytest è leader di mercato nei test su materiali metallici e compositi e nelle prove non distruttive, dove impiega tecnologie all’avanguardia come ultrasuoni o radiografie industriali. Accreditata Nadcap, Bytest esegue test per verificare il comportamento dei materiali sottoposti a particolari stress. I test vengono eseguiti nelle sedi Bytest di Volpiano (TO) o Benevento, ma anche presso i clienti.

I laboratori pH: sicurezza per l’agroalimentare e l’ambiente
I laboratori pH svolgono attività di analisi in ambito alimentare, food contact e ambientale in due laboratori situati nel cuore della Toscana. I test coprono tutti gli ambiti del food e del food contact, utilizzando tecniche avanzate come la biologia molecolare. Per il settore ambientale i test riguardano i vari ambiti aziendali  e anche  la qualità dei gas medicali in ospedale, analisi effettuate anche attraverso l’utilizzo di laboratori mobili.  Nel 2017 è stato aperto un nuovo laboratorio nella zona di Potenza: un investimento molto importante, varato per servire il settore Oil & Gas nell’Italia meridionale.

Infine, altro fiore all’occhiello di TÜV Italia è Akademie, la business unit completamente dedicata alla formazione tecnico-professionale che, fondata nel 2002 ha progressivamente e costantemente ampliato l’offerta formativa focalizzandosi sugli aggiornamenti normativi nazionali ed europei e promuovendo una cultura aziendale incentrata sulla qualità e la sostenibilità ambientale.

Un’altra eccellenza dell’ente è TEI, TÜV Examination Institute, la business line che offre un servizio di certificazione del personale, un atto volontario da parte dei professionisti che attesta, attraverso la certificazione rilasciata da un ente terzo e indipendente, le loro competenze professionali. Gli schemi di certificazione proposti da TÜV Italia sono progettati e gestiti in accordo a capitolati o disciplinari privati, normative tecniche, regolamenti nazionali ed internazionali ed ai requisiti della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012.

Per informazioni e per contattare TÜV Italia
Via Carducci 125, pal.23
20099 Sesto S. Giovanni (MI)
Tel: 02 24130.1
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.tuv.it

   tuv
 
Arca Srl, costruzioni edilizie e ristrutturazioni dal 1960 PDF Stampa E-mail

Dalla ristrutturazione alla costruzione ex novo di ville e capannoni industriali. Per Arca Srl ogni progetto, infatti, è “grande” perché la passione che anima l’impresa di Mazzo di Rho vanta decenni di esperienza e di sfide.

L’azienda edile, è nata nel 2005 ma la capacità e la qualità affondano le radici nel 1936 quando, Giacomo Lo Duca senior trovò impiego come manovale in una grande impresa e in poco tempo divenne capocantiere. Il know how venne consolidato con il figlio Antonino e poi con Giacomo e Davide. Con loro arrivarono nuove idee e prospettive e la nascita di Arca Srl, un’azienda moderna e innovativa.
I servizi offerti sono diversificati: dalla ristrutturazione muraria alla costruzione chiavi in mano. Apprezzatissimi anche i lavori di edificazione ex novo o ripristino di capannoni, inclusi gli impianti idraulici ed elettrici industriali certificati a norma di legge, i pavimenti industriali e quelli sopraelevati. La competenza, la passione e le idee caratterizzano anche le proposte immobiliari, in vendita o in affitto, targate Arca.

Per informazioni
Arca Srl
Via Don Luigi Sturzo, 25
20017 Mazzo di Rho (MI)
Telefono: +39 02 93902419
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
https://www.arcasrl.net/
Logo_Arca_senza_srl       Vista_31_copia_-_SITO   Rendering_-_Vista_1_05_05_05_sito



 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 6 di 983