Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Covid-19: indennità lavoratori PDF Stampa E-mail

L’Inps ha fornito le istruzioni amministrative in materia di indennità Covid-19 per i mesi aprile e maggio 2020, per i lavoratori somministrati e per il mese di maggio 2020 per i liberi professionisti, i collaboratori coordinati e continuativi e i lavoratori stagionali, previste dal decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, a favore delle suddette categorie di lavoratori le cui attività lavorative sono state colpite dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.
Per visualizzare la circolare Inps n.80 del 6 luglio 2020 cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Grande partecipazione al webinar “La contrattazione aziendale per il benessere organizzativo, il MASP” PDF Stampa E-mail

Sono stati oltre 30 i partecipanti che hanno preso parte agli incontri organizzati da A.P.I., il 25 giugno e il 02 luglio, dal titolo “La contrattazione aziendale per il benessere organizzativo, il MASP”. Cambiamento uguale innovazione e nuove opportunità di crescita. Ne è convinta A.P.I., infatti, parte imprescindibile del supporto alle imprese dato all’Associazione è proprio quello di guidarle nello sviluppo di nuovi modelli organizzativi che possano portare beneficio alla crescita, individuando delle buone prassi che possano essere facilmente applicabili a realtà diverse tra loro rispondendo ai reali bisogni dell’impresa.
Nell’ambito dei progetti innovativi tesi a facilitare la conciliazione della vita privata e professionale dei dipendenti e per sensibilizzare sul suo valore strategico per lo sviluppo delle PMI, A.P.I. partecipa a MASP – Master Parenting in Work and Life, un progetto finanziato dall’UE e finalizzato non solo ad aiutare le persone a conciliare l’equilibrio tra la propria vita e l’occupazione, ma anche a incentivare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro.
La realizzazione del progetto, promosso dal Comune di Milano come ente capofila, vede un partenariato internazionale, con il coinvolgimento di: Agenzia del Lavoro della Provincia Autonoma di Trento, AFOL Metropolitana, Associazione BIN ITALIA, Gruppo Cooperativo CGM, AICCON, Lifeed, EUROSMAC (Norvegia) e REVES Network (Belgio).L’obiettivo è contribuire a individuare un metodo di ampia scala, facilmente fruibile dalle PMI che oggi, e sempre di più, avvertono la necessità di sperimentare, implementare o rendere strutturale l’utilizzo di queste misure, così dà permettere ai lavoratori di gestire flessibilmente il proprio tempo, in sintonia con gli obiettivi aziendali.
Le recenti problematiche connesse all’emergenza Coronavirus hanno sicuramente diffuso la consapevolezza che la coesione tra vita lavorativa e vita privata è sempre più necessaria per rendere efficiente l’organizzazione aziendale.
Più sono le misure incentivanti e di flessibilità rivolte alla forza lavoro, maggiore sarà la disponibilità dei lavoratori nell’affrontare periodi di difficile gestione. Infatti, sono emersi in modo evidente i vantaggi connessi all’adozione di politiche di benessere organizzativo nelle realtà aziendali che lo hanno adottato, in particolare: 
+ produttività
+ fidelizzazione delle risorse
+ potenziale e motivazione
– malattie e/o assenteismo in generale
– stress. 
La contrattazione aziendale, collettiva e individuale, diverrà sempre più uno strumento essenziale per rimodulare l’organizzazione aziendale nell’ottica di individuare misure idonee a rendere efficace il complesso aziendale anche attraverso azioni che allo stesso tempo siano volte al benessere dei lavoratori. 
Il webinar organizzato da A.P.I. è stato dedicato alle imprese per fornire strumenti utili a valutare quali azioni compiere per migliorare la propria organizzazione aziendale nell’area della gestione delle risorse umane. Un focus importante è stato dedicato appunto al progetto MASP - Master Parenting in Work and Life, quale stimolo a sperimentare gli strumenti di conciliazione vita-lavoro in azienda e come strumento per la valorizzazione dei rapporti con i collaboratori e le loro esigenze. 

Tanti i relatori, moderati da Alessandra Pilia, Responsabile Servizio Comunicazione A.P.I., che hanno condiviso focus tecnici ed esperienze per coinvolgere le imprese nella sperimentazione di nuovi modelli organizzativi. 

Il 25 giugno si sono alternati: Giuseppina Corvino, Unità Mercato del Lavoro, Area Lavoro e Formazione, Direzione Economia Urbana e Lavoro del Comune di Milano (Capofila del Progetto MASP), che ha presentato un focus su “MASP, opportunità e valori”; Francesco Fulgoni, avvocato giuslavorista dello Studio Raffaelli-Segreti, con un focus tecnico dedicato a “L’importanza della contrattazione collettiva e individuale per l’organizzazione aziendale”; Enrico Romano del Servizio Relazioni Industriali di A.P.I., che ha raccontato l’esperienza delle imprese associate; inoltre, sono state tre le aziende testimonial certificate Family Audit. 
I partecipanti hanno espresso grande apprezzamento per gli interventi di Claudia Gasperetti di Elettronord Srl, Elena Andreatta di Areaderma Srl e Alessandro Frizzo di Dial Funghi Srl. Gli interventi sono stati introdotti da Lucia Claus, sostituto direttore della Provincia Autonoma di Trento - Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili, Ufficio Family Audit. 

Il 02 luglio i relatori sono stati: Michele Castellana, Responsabile Servizio Fiscale Gestionale Societario A.P.I. con un intervento tecnico dedicato a “Welfare e premialità: trattamento fiscale e contributivo”; Elisa Vimercati, Responsabile ricerca e sviluppo Lifeed, che ha presentato “Strumenti di work life-balance: l’esperienza del metodo Life Based Learning; Loris Mazzante del Servizio Relazioni Industriali di A.P.I., che ha evidenziato le opportunità a disposizione delle imprese sul fronte del welfare. Inoltre, anche in questa occasione sono state tre le aziende testimonial certificate Family Audit. Diverse le domande poste a seguito degli interventi di: Carlos Velos Dos Santos, Amministratore Delegato di Amorim Cork Italia Spa; Immacolata Califano di Webperformance Srl e Sofia Cipriani di CTE Spa. Anche in questo caso introdotti da Lucia Claus, che, in entrambe le giornate, ha contestualizzato i risultati raggiunti dall’azienda Family Audit misurabili in termini di benessere e produttività. Sono state apprezzate le esperienze concrete, che hanno permesso di cogliere appieno le opportunità di introdurre in azienda nuovi metodi di lavoro e modelli organizzativi.
Le conclusioni sono state affidate a Giuseppina Corvino del Comune di Milano, che ha valorizzato l’importanza della diffusione delle best practices e l’opportunità del MASP per fruttare l’occasione data dal Progetto europeo. 

Perché A.P.I. ha scelto di parlare di welfare e contrattazione o di nuovi modelli organizzativi come lo smart-working?
In un momento di emergenza sanitaria e reduci da un periodo in cui si è palesato un arretramento dello Stato nell’erogazione dei servizi e contemporaneamente a una richiesta sempre maggiore di supporto da parte di famiglie e lavoratori, il welfare è entrato a pieno titolo in azienda. Con l’obiettivo di incrementare il benessere dei dipendenti ma anche creare un circolo virtuoso da cui traggono beneficio sia i lavoratori che le aziende, A.P.I. ha sviluppato un progetto innovativo che rende il welfare accessibile alle piccole e medie imprese e supera la sola offerta di strumenti per erogare servizi, spesso caratterizzata da mere logiche di mercato.
Tante le opportunità e gli strumenti, come le piattaforme welfare personalizzate, che possono essere popolate da servizi e prodotti di aziende locali, o i buoni spesa sempre più facilmente utilizzabili e spendibili, ma anche lo sviluppo di regolamenti aziendali che garantiscano vantaggi sia per l’azienda che per il dipendente.
Per A.P.I. adottare questa soluzione consente di dare alle imprese molteplici vantaggi:

  • supporto costante del Servizio Relazioni Industriali; soluzioni personalizzate a seconda delle dimensioni aziendali e dei fabbisogni specifici;
  • possibilità dell’azienda di aderire al circuito come fornitore; assistenza continua per impresa e dipendenti; conformità delle soluzioni proposte alla normativa vigente;
  • soluzioni semplici per l’acquisto di prodotti e servizi di welfare;
  • massima libertà di spesa per tutti i dipendenti;
  • una innovativa piattaforma welfare.Però non si può parlare solo di piattaforme welfare.
La parola d’ordine è “flessibilità” e lo smart working rappresenta una chance per tutte le imprese.Il lavoro flessibile pone, infatti, le basi per una cultura della responsabilità e dell’autonomia che, secondo molti studi, aiuta ad aumentare la produttività aziendale e contemporaneamente ad andare incontro alle esigenze dei lavoratori nella conciliazione vita – lavoro.
Introdurre o implementare lo smart working anche in una PMI è possibile grazie al supporto di A.P.I.Attraverso un percorso di assistenza e consulenza ad hoc e a un approccio multidisciplinare dato dai Servizi Relazioni Industriali, Legale e Ambiente Sicurezza e Qualità, che affrontano la tematica in maniera sistemica per fornire all’imprenditore gli strumenti adattati a gestire la fattibilità, l’introduzione e l’implementazione di questa nuova modalità di lavoro.
L’Associazione, nel corso degli ultimi anni, ha promosso accodi e collaborazioni tra pubblico e privato per favorire la diffusione di best practices e avvicinare le PMI al lavoro agile. Inoltre, ha promosso progetti di smart-working finalizzati a ripensare le modalità di svolgimento delle attività lavorative, rimuovendo vincoli e modelli legati alla postazione fissa, abbracciando così i principi di personalizzazione, flessibilità e virtualità.
Non si tratta di semplici iniziative di work-life balance o welfare aziendale ma un’evoluzione dei modelli organizzativi.

Per portare la voce delle PMI ai tavoli, A.P.I. è partner di importanti progetti istituzionali finalizzati a diffondere la cultura dell’innovazione nei modelli di lavoro, per migliorare il benessere organizzativo e la conciliazione vita-lavoro. 


Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.





Great participation in the webinar "Corporate bargaining for organizational well-being, the MASP" Over 30 participants took part in the meetings organized by A.P.I. on 25 June and 02 July, entitled "Corporate bargaining for organizational well-being, the MASP".

Change means innovation and new growth opportunities. A.P.I. is convinced of this, in fact, an essential part of the companies support given by the Association is precisely to guide SMES in the development of new organizational models that can benefit growth, identifying good practices that can be easily applied to different realities by responding to the real needs of the business.As part of innovative projects aimed at facilitating the reconciliation of employees' private and professional life and to raise awareness of its strategic value for the development of SMEs, A.P.I. participates in MASP - Master Parenting in Work and Life, an EU-funded project aimed not only at helping people to balance their life and employment, but also to encourage women's participation in the work.
The realization of the project, promoted by the Municipality of Milan, sees an international partnership, with the involvement of: Employment Agency of the Autonomous Province of Trento, AFOL Metropolitana, BIN ITALIA Association, CGM Cooperative Group, AICCON, Lifeed, EUROSMAC (Norway) and REVES Network (Belgium).The goal is to identify a large-scale method, easily usable by SMEs that today, and increasingly, feel the need to experiment, implement or make structural use of these measures, thus allowing workers to manage flexibly your time, in tune with corporate objectives.
The recent problems related to the Coronavirus emergency have certainly spread the awareness that the cohesion between work and private life is increasingly necessary to make the business organization efficient. The more incentive and flexibility measures addressed to the workforce, the greater the willingness of workers to deal with periods of difficult management.
In fact, the advantages associated with the adoption of organizational well-being policies in the companies that have adopted it have clearly emerged, in particular:
+ productivity
+ employee retention 
+ potential and motivation
- diseases and / or absenteeism in general
- stress.
Collective and individual company bargaining will increasingly become an essential tool for reshaping the company organization with a view to identifying suitable measures to make the company complex effective also through actions that are at the same time aimed at the well-being of workers.
The webinar organized by A.P.I. it was dedicated to companies to provide useful tools to evaluate what actions improve their business organization in the area of human resource management.An important focus was dedicated to the MASP - Master Parenting in Work and Life project, as a stimulus to experiment with the tools of work-life balance in the SMEs and as a tool for enhancing relationships with collaborators and their needs.
Many speakers, moderated by Alessandra Pilia, Head of A.P.I. Communication, who shared technical focus and experiences to involve companies in testing new organizational models.
On June 25, the following alternated: Giuseppina Corvino, Labor Market Unit, Work and Training Area, Urban Economy and Work Department of the Municipality of Milan (Leader of the MASP Project), who presented a focus on "MASP, opportunities and values"; Francesco Fulgoni, lawyer at the Raffaelli-Segreti law firm, with a technical focus dedicated to "The importance of collective and individual bargaining for company organization"; Enrico Romano of the A.P.I. Industrial Relations Service, who spoke about the experience of the associated companies; in addition, there were three Family Audit certified testimonial companies.
The participants expressed great appreciation for the talks by Claudia Gasperetti of Elettronord Srl, Elena Andreatta of Areaderma Srl and Alessandro Frizzo of Dial Funghi Srl. The talks were introduced by Lucia Claus, deputy director of the Autonomous Province of Trento - Provincial Agency for family, birth rates and youth policies, Family Audit Office.
On 02 July the speakers were: Michele Castellana, Head of A.P.I. Corporate Tax Management Service with a technical intervention dedicated to “Welfare and rewards: tax and social security treatment”; Elisa Vimercati, Lifeed Research and Development Manager, who presented "Work-life balance tools: the experience of the Life Based Learning method; Loris Mazzante of the A.P.I. Industrial Relations Service, who highlighted the opportunities available to businesses on the welfare front. Furthermore, there were also three Family Audit certified testimonial companies on this occasion.Several questions were asked following the speeches by: Carlos Velos Dos Santos, CEO of Amorim Cork Italia Spa; Immacolata Califano of Webperformance Srl and Sofia Cipriani of CTE Spa. Also in this case introduced by Lucia Claus, who, on both days, contextualized the results achieved by the Family Audit company measurable in terms of well-being and productivity.The concrete experiences were appreciated, which allowed to fully grasp the opportunities to introduce new working methods and organizational models in the company. 
The conclusions were entrusted to Giuseppina Corvino of the Municipality of Milan, who valued the importance of the dissemination of best practices and the opportunity of MASP to make the most of the opportunity given by the European Project.

Why A.P.I. have chosen to talk about welfare and bargaining or new organizational models such as smart-working?

In a time of Coronavirus emergency and returning from a period in which a withdrawal of the State in the provision of services has emerged and at the same time an increasing request for support from families and workers, the welfare has fully entered the company .With the aim of increasing employee well-being but also creating a virtuous circle from which both workers and companies benefit, A.P.I. has developed an innovative project that makes welfare accessible to small and medium-sized enterprises and exceeds the mere offer of tools for providing services, often characterized by mere market logic.
There are many opportunities and tools, such as customized welfare platforms, which can be populated by services and products of local companies, or shopping vouchers that are increasingly easy to use and spend, but also the development of company regulations that guarantee benefits for both the company than for the employee.

For A.P.I. adopting this solution allows companies to offer multiple advantages:
  • constant support from the Industrial Relations Service;
  • customized solutions according to company size and specific needs;
  • possibility of the company to join the circuit as a supplier; ongoing assistance for businesses and employees; compliance of the proposed solutions with current legislation;
  • simple solutions for purchasing welfare products and services;
  • maximum freedom of expenditure for all employees; an innovative welfare platform.

But we cannot speak only of welfare platforms.
The watchword is "flexibility" and smart working represents a chance for all businesses. In fact, flexible work lays the foundations for a culture of responsibility and autonomy which, according to many studies, helps to increase company productivity and at the same time to meet the needs of workers in the work-life balance.Introducing or implementing smart working also in an SME is possible and easier thanks to the support of A.P.I.
Through an ad hoc assistance and consultancy path and a multidisciplinary approach given by the Services Industrial and Union Relations, Legal, Environmental Safety and Quality, that deal with the issue in a systemic way to provide the entrepreneur with the tools adapted to manage the feasibility, introduction and the implementation of this new way of working.

Over the past few years, the Association has promoted public and private partnerships to encourage the spread of best practices and bring SMEs closer to agile work. In addition, it promoted smart-working projects aimed at rethinking the methods of carrying out work activities, removing constraints and models related to the fixed position, thus embracing the principles of personalization, flexibility and virtuality. These are not simple work-life balance or corporate welfare initiatives but an evolution of organizational models.

To bring the voice of SMEs to the tables, A.P.I. it is a partner of important institutional projects aimed at spreading the culture of innovation in work models, to improve organizational well-being and work-life balance. 

For information: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Introduci in azienda il Disruption Approach, partecipa al webinar PDF Stampa E-mail

Prosegue il ciclo di webinar dedicato agli strumenti e approcci per rilanciare il business, partendo dal ripensare l’impresa guardandola con occhi diversi. Durante il prossimo appuntamento, in programma il 21 luglio, dalle 11.30 alle 12.30, ci alleneremo, insieme a Cristina Melchiorri (imprenditrice, CEO di Advanced Smart Solutions) con il “Disruption Approach” per capire come creare e gestire l’effetto dell’introduzione in azienda di nuove modalità. Partecipa al webinar “Pillole di management ed esperienze - Disruption Approach e rilancio del nostro business!  Per scaricare la locandina e per iscriversi cliccare qui

Per informazioni: Servizio Studi e Comunicazione, tel. 02.671401 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Chiusura uffici: pausa estiva 2020 PDF Stampa E-mail

Si informa che in occasione della pausa estiva, gli uffici della sede di A.P.I., nonché quelli dei Distretti, osserveranno la chiusura dal 10 al 28 agosto compreso. 
Per visualizzare la comunicazione cliccare qui.

Per informazioni: A.P.I., tel 02671401 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 
Terzo incontro del "Comitato Territoriale per il Controllo delle Attività Produttive" PDF Stampa E-mail

Lo scorso 02 luglio si è svolta la riunione del Comitato Territoriale per il Controllo delle Attività Produttive, convocato dalla Prefettura di Milano.Il Direttore Generale Stefano Valvason ha partecipato, in rappresentanza di A.P.I. nominata tra i componenti del tavolo, evidenziando le esigenze, lo stato delle imprese e ribadendo l’importanza di tutelare le PMI per la salvaguardia del patrimonio industriale italiano e dei posti di lavoro.
Il Prefetto Saccone ha presentato i dati sui controlli svolti nel territorio di Milano, inoltre, ha evidenziato l’importanza degli elementi che stanno emergendo dalle riunioni dei Comitato Territoriale per il Controllo delle Attività Produttive, infatti consentono di realizzare strumenti operativi sempre più utili per le imprese.
Tra gli strumenti a disposizione è stata attivata la casella di posta elettronica “ Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. dedicata al Comitato Territoriale, l’indirizzo è destinato a comunicare con le imprese le varie tematiche e attività dell’organo. 

Per informazioni: Segreteria di Direzione, tel. 02671401 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 6 di 1064