Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Sondaggio A.P.I.: i risultati evidenziano come internazionalizzazione, stabilità e strategia industriale siano i fattori chiave per la crescita delle PMI PDF Stampa E-mail

“Esportare per continuare a crescere”: questo il focus del sondaggio promosso dal Centro Studi A.P.I. - Associazione Piccole e Medie Industrie - che ha condotto un’indagine, nel periodo aprile/agosto 2019.  Tra le imprese esportatrici, è stato selezionato un campione di PMI, per lo più metalmeccaniche e chimiche con sede nei distretti industriali di Milano (40%), Monza e Brianza (24%), Sud Ovest di Milano (14%), Pavia (10%) e un complessivo 12% in altri territori. Si tratta di Imprese che contano fino a 15 addetti nel 50% dei casi, da 16 a 30 nel 28% e da 30 a 100 per un 22% totale, e che registrano un fatturato da 1 a 3 milioni di euro per il 33%, da 3 a 5 milioni per il 21%, fino a 1 milione di euro per il 17% e, infine, da 5 a 20 milioni per il 29%.


Le PMI lombarde scelgono di esportare
L’indagine A.P.I. rivela che, per il campione analizzato, la percentuale di export sul fatturato globale nel 2019 è risultata in aumento rispetto all’anno precedente nel 48% delle aziende. Il recipiente primario è l’Unione Europea, con un 27% a cui seguono Asia e Nordamerica. Un dato confermato anche da Istat, che evidenzia come, nei primi sei mesi del 2019, i settori farmaceutico, chimico-medicinale e botanico (+28%) contribuiscano positivamente alle vendite con la partecipazione anche del tessile e abbigliamento, pelli e accessori (+7,3%) alimentare, bevande e tabacco (+6,9%), mentre a Giugno altri comparti - mezzi di trasporto, autoveicoli esclusi (-26,4%), metalli di base e prodotti in metallo, eccetto macchine e impianti (-5,9%), prodotti petroliferi raffinati (-14,5%) e autoveicoli (-8,3%) - abbiano registrato una flessione tendenziale dell’export.

Gli ostacoli all'internazionalizzazione
L’internazionalizzazione è una leva di business che incide positivamente sulla crescita delle aziende. In tal senso, sarebbe opportuno che il Governo garantisse una linea chiara e rafforzasse le misure per il commercio internazionale, come i finanziamenti agevolati a favore delle PMI esportatrici e i contributi al credito per l’esportazione, affinché siano favorite nell’affrontare i numerosi ostacoli all’internazionalizzazione. Tra i principali fattori critici è possibile citare le problematiche doganali e linguistiche, la ridotta conoscenza dei mercati stranieri e la necessità di adattare il prodotto ai diversi Paesi di riferimento in base alle specifiche normative nazionali di omologazione e conformità. Dal sondaggio emerge che, nel 29% dei casi, la difficoltà è data dall’individuazione di partner commerciali affidabili. In dettaglio, solo il 41% delle PMI vende direttamente all’estero, il 47% si avvale di distributori, il 12% è presente tramite agenti e solamente un 10% ha sedi produttive o filiali di rappresentanza dirette. Inoltre, il 55% non dispone di un ufficio dedicato alle vendite internazionali, né di una figura specializzata come, ad esempio, l’export manager. Alla luce di tali considerazioni, diventa cruciale aiutare gli imprenditori a superare queste barriere, fornendo loro i mezzi necessari per effettuare scelte più consapevoli.
A.P.I. interviene in questo processo per aiutare le PMI, facendosi portavoce delle loro richieste nelle relazioni istituzionali e internazionali e offrendo loro un sostegno, ad esempio, attraverso approfondite ricerche di mercato volte a capire in quali Paesi i prodotti esportati possono avere maggior successo, tenendo conto di dazi doganali e altri indici importanti come l’andamento dell’inflazione e il peso fiscale, ma anche indagando le abitudini culturali e di consumo dei Paesi analizzati.

Paolo Galassi, Presidente di A.P.I. commenta “L’export è l’elemento trainante per la crescita delle PMI lombarde, che costituiscono lo scheletro della nostra economia. Senza dubbio gli imprenditori devono andare oltre la vendita nei Paesi europei, oramai mercato domestico. Devono rivolgersi a mercati più ampi, con consapevolezza. Uno dei punti di forza è la qualità dei loro prodotti e servizi, un vantaggio competitivo riconosciuto a livello internazionale in numerose industries. Il loro potenziale risiede, inoltre, nella capacità di adattarsi più rapidamente all’evoluzione dei mercati esteri, grazie alla struttura snella che le contraddistingue.” Non solo: “In questo scenario, è di fondamentale importanza che il Governo si renda interprete delle eccellenze italiane nel mondo, varando, finalmente, una politica industriale stabile e duratura di medio-lungo periodo, che dia agli imprenditori un indirizzo su cui fare scelte di business, avviando interventi strutturali volti alla valorizzazione del brand Italia e alla tutela degli interessi in UE. Questo consentirebbe alle PMI di prevedere una strategia di internazionalizzazione di ampio respiro e di strutturarsi in maniera adeguata e non estemporanea”.
“Servono, inoltre, maggiori certezze e più incentivi alla realizzazione di progetti quali, ad esempio, trasformazione digitale, formazione e innovazione”. E conclude: “Abbiamo bisogno di un Governo concreto che cambi strategia e che aiuti le PMI a crescere, non a sopravvivere. Penso ad esempio ai grandi sforzi e alla tensione che stanno vivendo alcuni settori oggi, come la filiera dell’automotive e altri comparti stretti tra dazi, Brexit e il rallentamento dell’economia dei principali partner commerciali (es. Germania). Noi imprenditori siamo in campo, ma la Politica locale e nazionale?”
Leggi il comunicato stampa.

Per informazioni: Ufficio Stampa, tel. 0267140267 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  
 
Monitoraggio variazioni petrolio e cambio PDF Stampa E-mail

È consultabile sul sito di PMI Energy, la realtà di A.P.I. dedicata al mondo dell’energia, l’andamento di petrolio (Brent Dated e Greggio) e cambio euro dollaro. I valori delle commodity e del cambio vengono aggiornati quotidianamente, tipicamente nel tardo pomeriggio, fornendo costantemente una fotografia aggiornata, nonché un quadro riepilogativo dei valori registrati negli ultimi 30 giorni e nell’ultimo anno. Per visualizzare il trend petrolio e cambio cliccare qui

Per informazioni: PMI Energy, tel. 0267140229 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fasinternational, soluzioni di convalida e monitoraggio PDF Stampa E-mail

logo-fasint-2019-1Il mondo è in continua evoluzione e così anche le soluzioni nell’ambito della convalida termica devono rispondere a sfide sempre nuove. Il miglioramento continuo è un must per Fasinternational, che dal 1977 fornisce prodotti e servizi idonei a garantire e implementare l’efficienza operativa dei processi produttivi e la qualità dei prodotti. L’azienda dispone di una gamma completa di sistemi e strumenti di processo e di laboratorio per la misura e il monitoraggio di temperatura, umidità relativa, parametri HVAC e di soluzioni per la convalida dei processi termici. 
Da dicembre 2018 Fasinternational è stata acquisita dalla società danese ELLAB A/S, ed è quindi diventata la filiale italiana di questa realtà in forte espansione.
I prodotti forniti si possono raggruppare in due categorie: sistemi impiegati per le convalide dei processi termici in autoclavi, liofilizzatori, pastorizzatori e tunnel di depirogenazione, sono quanto di meglio la tecnologia può attualmente offrire: datalogger - TrackSense® Pro - totalmente wireless, con sensori intercambiabili e dotati di moduli per la trasmissione dei dati in tempo reale, ma anche soluzioni con acquisitori dati a filo - E-Val Pro - con sensori a termocoppia, sensori analogici e digitali. Menzione particolare merita SteriSense®, il nuovo dispositivo elettronico per i test di Bowie Dick che non ha eguali in termini di precisione e affidabilità; a differenza degli indicatori chimici tradizionali, dove un soggetto decide sulla base di un cambiamento di colore, questo dispositivo fornisce una verifica molto più approfondita dei parametri critici di sterilizzazione, eliminando le incertezze.
La seconda categoria di soluzioni che Fasinternational propone riguarda i sistemi di monitoraggio di parametri ambientali in aziende controllate che necessitano di tenere sotto controllo il monitoraggio di ambienti di produzioni, camere di stabilità, frigoriferi, freezer, incubatori, trasporto di prodotti termosensibili, con soluzioni totalmente wireless.
L’azienda dispone di un laboratorio metrologico LAT N°128 accreditato da ACCREDIA per la taratura degli strumenti di misurazione di pressione, temperatura, umidità relativa, punto di rugiada e grandezze elettriche; collabora anche con centri di taratura nazionali ed esteri per assicurare la riferibilità a standard nazionali e internazionali.
AFA proposito del laboratorio di taratura, Alessandra Ferrari, country manager di Fasinternational, ha affermato: “Tutte le filiali di Ellab eseguono le operazioni di taratura solo per gli strumenti a marchio Ellab. Fasinternational, invece, essendo un laboratorio ACCREDIA che si rivolge a tutte le aziende che necessitano di far certificare i propri strumenti primari, gestisce strumenti di tutte le marche e di tutti i tipi: l’intenzione è di estendere questo approccio anche alle altre divisioni”.
A ulteriore testimonianza della competenza tecnica, della propensione all’innovazione e dell’attenzione alle esigenze del cliente che caratterizzano Fasinternational, segnaliamo che recentemente i sistemi forniti dall’azienda sono stati accreditati per industria 4.0 da Bureau Veritas, società leader a livello mondiale nei servizi di ispezione, verifica di conformità e certificazione dal 1828. I clienti che scelgono i sistemi Fasinternational possono dunque avere a disposizione macchinari predisposti per usufruire dell’iperammortamento al 270% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro, secondo quanto previsto dal Piano per l’industria 4.0 e indicato dalla Legge di Bilancio 2019.


Per ulteriori informazioni sul servizio di taratura e certificazione forniti dall’azienda,
FASINTERNATIONAL Srl
Via Selvanesco 75
20142 Milano
Tel 02 3491751
Fax 02 3319752
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
www.fasint.it

Ellab_systembillede_2019-HIRES_

 
Convenzioni per le imprese associate ad A.P.I. – aggiornamento novembre 2019 PDF Stampa E-mail

A.P.I., per soddisfare le esigenze quotidiane delle imprese ha stretto importanti accordi di collaborazione con Partner di diversi settori, che consentono alle PMI associate di accedere a opportunità esclusive e vantaggi diretti sotto forma di riduzioni di prezzo, facilitazioni all’utilizzo e quindi risparmi di tempo, e individuazione delle migliori soluzioni tra quelle presenti sul mercato.
Cliccare qui per scaricare la comunicazione.
Per informazioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 
Convenzioni per associate A.P.I. – aggiornamento novembre 2019 PDF Stampa E-mail

A.P.I. per soddisfare le esigenze quotidiane delle imprese ha stretto importanti accordi di collaborazione con Partner di diversi settori, che consentono alle PMI associate di accedere a opportunità esclusive e vantaggi diretti sotto forma di riduzioni di prezzo, facilitazioni all’utilizzo e quindi risparmi di tempo, e individuazione delle migliori soluzioni tra quelle presenti sul mercato.
Cliccare qui per scaricare la comunicazione.

Per informazioni: Servizio Studi e Comunicazione, tel.02.67140267 - mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 7 di 992