Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario di A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie, per meglio assistere le piccole medio imprese, ritiene utile pubblicare settimanalmente le scadenze fiscali. Tale servizio è offerto per garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati. Le prossime scadenze sono:

 

25 ottobre

Intrastat
Termine di presentazione degli elenchi riepilogativi mensili/trimestrali delle cessioni e degli acquisti e prestazioni di servizi intracomunitari relativi al mese/trimestre precedente. Presentazione per via telematica.

Modelli 730 integrativi
I contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale di C.A.F., di professionisti abilitati o del sostituto d'imposta, devono comunicare le eventuali rettifiche da apportare al modello ordinario attraverso il modello 730 integrativo.

31 ottobre

Dichiarazione dei redditi 2017
Termine per l’invio telematico della dichiarazione dei redditi relativi all’anno 2016 per persone fisiche, società di persone e società di capitali.

MODELLO 770 -semplificato e ordinario 
Scade il termine per la trasmissione telematica del modello 770 relativo all’anno di imposta 2016.

IVA rimborsi trimestrali
Scadenza del termine per la richiesta di rimborso dell'IVA a credito risultante dalla liquidazione del terzo trimestre, nelle ipotesi in cui la legge consente di richiederlo. In alternativa al rimborso è possibile chiedere la compensazione del credito trimestrale.

Ravvedimento Operoso
Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento: dell’imposta dovuta; degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito; della sanzione in misura ridotta.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Pronto il disegno di legge di Bilancio 2018 PDF Stampa E-mail

Il 16 ottobre scorso il Governo ha definito il testo del disegno di legge di Bilancio per il 2018, che seguirà l’iter di approvazione, e che assieme al decreto fiscale costituisce la manovra 2018. La manovra è volta da un lato al rispetto degli impegni di bilancio presi con la Commissione europea e dall’altro al rafforzamento della crescita del Paese.
Parte delle risorse disponibili saranno destinate a finanziare gli sgravi per le assunzioni di giovani pari al 50% dei contributi previdenziali per tre anni per ogni nuovo assunto a tempo indeterminato. L’esonero spetta anche per le assunzioni avvenute nei mesi di novembre e dicembre 2017, ferma restando la decorrenza dal primo gennaio 2018. Lo sconto contributivo si applica anche nei casi di prosecuzione di un contratto di apprendistato in contratto a tempo indeterminato, qualunque sia l’età anagrafica al momento della prosecuzione.
Inoltre il disegno di legge prevede:
•    il blocco tributi e addizionali locali: viene prorogato al 2018 lo stop all’aumento delle aliquote dei tributi e delle addizionali regionali e degli enti locali;
•    la proroga del superammortamento (anche se potrebbe essere abbassata la percentuale di incremento al 130% piuttosto che l’attuale 140%); dell’iper ammortamento e della nuova Sabatini. In arrivo anche il nuovo credito d'imposta al 50% per le spese in formazione digitale 4.0;
•    la proroga delle agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed energetica.
Per quanto concerne per la cassa integrazione straordinaria i fondi previsti sono di circa 100 milioni di euro per un anno accompagnati da politiche attive per la ricollocazione al lavoro e Sui contratti di apprendistato, invece è previsto uno stanziamento di 85 milioni di euro.
Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Approvato il decreto fiscale PDF Stampa E-mail

Il 13 ottobre scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto fiscale (decreto legge 16 ottobre 2017, n. 148) che accompagna la manovra fiscale per il 2018; il documento è stato pubblicato in G.U. n. 242 del 16 ottobre 2017 e contiene importanti novità. Di seguito una panoramica delle principali.

Sterilizzazione delle clausole di salvaguardia IVA - Viene confermata la “sterilizzazione” delle clausole di salvaguardia, scongiurato quindi almeno per il 2018 l’aumento delle aliquote IVA e accise.
Riapertura dei termini per accedere alla “rottamazione” delle cartelle - Sarà possibile regolarizzare la propria posizione, mantenendo così in vita il piano di rateazione se entro il 30 novembre 2017 il contribuente provvederà al versamento delle rate non pagate di luglio e settembre 2017. La misura viene estesa anche ai carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1°gennaio al 30 settembre 2017. Inoltre il contribuente che in prima istanza si era visto rigettare la domanda di definizione agevolata dei ruoli  a causa del mancato tempestivo pagamento di tutte le rate dei piani scaduti al 31 dicembre 2016, potrà essere ammesso a condizione che provveda a inviare una nuova istanza entro il 31 dicembre 2017 e che versi entro il 31 maggio 2018 le rate non corrisposte dei piani di dilazione.
Estensione dello split payment – Il decreto fiscale estende il meccanismo dello split payment agli enti pubblici economici nazionali regionali e locali comprese le aziende speciali e le aziende pubbliche di servizi alla persona; alle società controllate direttamente o indirettamente da qualsiasi tipo di amministrazione pubblica; alle società partecipate per almeno il 70% da qualsiasi amministrazione pubblica o società assoggettata allo split payment; alle fondazioni partecipate da amministrazioni pubbliche. Le nuove disposizioni  si applicano alle operazioni per le quali è emessa la fattura a partire dal 1° gennaio 2018.
Credito di imposta per le spese in pubblicità  - E' confermato il credito d’imposta previsto dal D. L. 24 aprile 2017 n. 50, per le campagne pubblicitarie su quotidiani, periodici, e sulle radio e tv locali. Il beneficio nel primo anno di applicazione è valido per gli investimenti sostenuti dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017, purché questi superino l'1% degli analoghi investimenti pubblicitari effettuati nell’anno precedente. Il credito di imposta è pari al 75%  (90% nel caso di  microimprese, pmi e start-up innovative) della quota incrementale dell’investimento rispetto all’anno precedente.
Incremento del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese  - Stanziati ulteriori 300 milioni di euro per il 2017 (e 200 per il 2018) per il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese.
Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
FISCALE - Scadenzario ottobre PDF Stampa E-mail

Si riporta in allegato un elenco delle principali scadenze previste per il mese di ottobre.
Clicca qui per prendere visione del testo integrale del documento.
Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Gestione separata: linee guida PDF Stampa E-mail

L’Inps, con circolare 139/2017, ha fornito le indicazioni operative e le linee di indirizzo relativamente alle prestazioni previdenziali di malattia e degenza ospedaliera previste per i lavoratori della gestione separata. Infatti, a seguito dell’entrata in vigore dell’art. 8 c. 10 legge 81/2017, i lavoratori suddetti hanno visto equiparare alla degenza ospedaliera, i periodi di malattia, certificata come conseguente a trattamenti terapeutici di malattie oncologiche, o di gravi patologie cronico degenerative ingravescenti, o che comunque comportino una inabilità lavorativa temporanea del 100 per cento.
A tal proposito, viene fornita un’elencazione delle patologie che rientrano nella suddetta tutela, per i quali il lavoratore, oltre a produrre il certificato di malattia nei tempi e nelle modalità vigenti, dovrà consegnare agli uffici Inps il modello cartaceo Mod. SR06, oltre a un plico chiuso contenente la documentazione medica e riportante la dicitura “contiene dati sensibili di natura sanitaria”.
Per visualizzare il testo della circolare clicca qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 9 di 934