Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

ABBATTIAMO IL CUNEO FISCALE! Al via la mobilitazione delle pmi PDF Stampa E-mail


Caro Collega,

da anni il panorama economico e finanziario italiano è caratterizzato da una crisi gravissima. Le nostre PMI manifatturiere e di servizio alla produzione - l’ossatura del sistema economico del Paese - stremate dalle difficoltà e da una situazione di perdurante incertezza, chiedono alle Istituzioni concrete e improrogabili risposte, di immediato impatto, per la sopravvivenza delle aziende stesse e dell’occupazione che garantiscono.
Secondo le stime OCSE 2012, il peso medio della tassazione sul lavoro in Italia si assesta al 47,6% (considerando anche sgravi contributivi e detassazioni), ovvero al sesto posto a livello europeo, e tale valore è cresciuto nel 2012 a causa di un aumento delle imposte sul reddito varate lo scorso anno. La media UE si assesta al 35,3%.
Per sensibilizzare il Governo e tutta l’opinione pubblica sul reale* prelievo tra il costo del lavoro che l’azienda deve sostenere per effetto di tasse e contributi sociali ed il netto che i dipendenti/collaboratori percepiscono in busta paga, CONFAPI INDUSTRIA intende promuovere tra le imprese associate una forte azione di mobilitazione e protesta.

Questa la proposta concreta che vuole mettere in evidenza gli sforzi quotidiani degli imprenditori: inserire nella busta paga di ottobre di ciascun lavoratore una comunicazione che evidenzi il costo del cuneo fiscale che l’impresa in media sostiene mensilmente per i lavoratori. Un dato che verrà poi divulgato in forma aggregata ai mass media e portato all’attenzione delle Istituzioni nel mese di novembre con le conseguenti proposte di CONFAPI INDUSTRIA.

Ti chiedo per questo di aderire all’iniziativa e manifestare la Tua adesione seguendo le istruzioni per il calcolo del cuneo fiscale sostenuto cliccando sul seguente link:
http://portale.apmi.it/cuneo-fiscale/istruzioni.php 

Per evidenziare le problematiche connesse al costo del lavoro e alla burocrazia che soffoca le imprese, inoltre, è stato elaborato un questionario che ci consentirà di raccogliere ulteriori elementi e che potrai compilare cliccando sul seguente link:
http://sondaggi.confapimilano.it/index.php?sid=53145&lang=it

Di fronte ai problemi che affrontiamo e ancora ci attendono dobbiamo presentare proposte concrete ed essere in molti. Non è uno slogan, ma una reale necessità.


Paolo Galassi, presidente CONFAPI INDUSTRIA


* L’Ufficio Studi di CONFAPI INDUSTRIA sta elaborando i dati riferiti all’annunciata riduzione delle prime due aliquote IRPEF per l’anno 2013 per valutarne la reale portata in termini di beneficio sul netto in busta, anche tenuto conto dei probabili aumenti per le detrazioni e le aliquote addizionali comunali e regionali.

 
Cessazione del rapporto di Lavoro post Riforma Fornero: il Ministero del Lavoro fornisce alcune precisazioni PDF Stampa E-mail

Il Ministero del Lavoro con nota n. 18273 del 12 ottobre 2012 chiarisce la tempistica in ordine alla cessazione del rapporto di lavoro per dimissioni, licenziamento o risoluzione consensuale, in seguito all’entrata in vigore della L. 92/2012. Per quanto riguarda il licenziamento per giustificato motivo oggettivo (di natura economica), i cinque giorni decorrono dalla data di effettiva risoluzione del rapporto di lavoro e non dal giorno di comunicazione di avvio del procedimento. In caso di dimissioni o risoluzione consensuale, i cinque giorni decorrono dal momento in cui rispettivamente il lavoratore dimissionario o le Parti decidono la decorrenza giuridica della risoluzione del rapporto di lavoro. In caso di revoca delle dimissioni andrà effettuata una ulteriore comunicazione al Centro per l’impiego. Il datore di lavoro ha trenta giorni di tempo dalla cessazione giuridica del rapporto di lavoro, in caso di mancanza della convalida di dimissioni da parte del lavoratore, per effettuare la comunicazione stessa. Per ulteriori chiarimenti, si rinvia al seguente link di riferimento:

http://www.cliclavoro.gov.it/informarmi/Documents/Normativa/Circolari/2012/Nota_MLPS_12_ottobre_2012_prot.n.37.0018273-licenziamento-per-giustificato-motivo-oggettivo.pdf

 
Nuovo bando per la formazione dei dirigenti e imprenditori PDF Stampa E-mail

Nel corso dell’ultimo Consiglio di amministrazione  del Fondo Dirigenti PMI è stato trasmesso  alla Regione Lombardia il bando, in fase di approvazione, per cofinanziare voucher formativi per imprenditori, dirigenti e i quadri delle pmi aderenti a Confapi. L’ammontare delle risorse è di circa 300 mila euro.

 
Bando 2012- Borse di studio e premi FAPI PDF Stampa E-mail

E’ ancora aperto il bando del Fapi, Fondo Formazione PMI, per l'assegnazione di borse di studio e premi per i dipendenti ed i figli dei dipendenti delle aziende aderenti al Fondo al fine di promuovere lo sviluppo e le competenze dell’individuo e l’investimento sul capitale umano nelle aziende. Il presente bando prevede il finanziamento di due azioni differenziate per destinatari:
- 20 borse di studio da destinare a diplomati nelle scuole secondarie superiori, dell’importo di € 2.000,00 (duemila euro) ciascuna, al lordo di eventuali oneri di legge, di cui almeno sei riservate a donne ed almeno due riservate a chi, sostenuto l’esame di Stato, attualmente frequenta il primo anno di Università o d’Istruzione Superiore. Possono partecipare al concorso quanti risultino diplomati presso una scuola secondaria superiore italiana (liceo, istituto tecnico o professionale che fornisce un diploma o una qualifica) negli anni solari 2010, 2011, 2012.
- 20 premi di laurea da destinare a laureati per tesi ad autore unico sulle tematiche di interesse del Fondo (esplicitate all’art.2 del bando), dell’importo di € 2.000,00 (duemila euro) ciascuna, al lordo di eventuali oneri di legge, di cui almeno sei riservate a donne. Possono partecipare al concorso quanti abbiano conseguito presso un'Università Italiana una laurea (triennale, specialistica,  magistrale o quinquennale) negli anni solari 2010, 2011, 2012.
Le candidature devono essere presentate in cartaceo entro il 15/10/2012 utilizzando la modulistica a disposizione sul sito del Fondo www.fondopmi.it

 
Bando per la certificazione di qualità ambientale e di prodotto PDF Stampa E-mail

La Camera di Commercio di Pavia intende contribuire al miglioramento dell'efficienza, della competitività  e dell'impatto ambientale delle micro, piccole e medie imprese della provincia, attraverso la concessione di contributi alle imprese che: realizzano per la prima volta un sistema di gestione della qualità, ambientale, della sicurezza o per la responsabilità etica e sociale; conseguono per la prima volta una certificazione, un marchio o un sistema di etichettatura dei prodotti e servizi idonei ad assicurarne la conformità ai requisiti stabiliti da norme tecniche (certificazione esclusivamente volontaria).
La dotazione del presente bando è di 80.000,00 euro, il contributo è concesso nella misura del 40% delle spese ammissibili, al netto di IVA, sino ad un importo massimo di 4.000 euro per ciascuna impresa. Nell'arco dell'anno solare ogni impresa potrà presentare un massimo di 2 domande di contributo. 

 
«InizioPrec.931932933934935936937938939940Succ.Fine»

Pagina 931 di 988