Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Monza, le imprese di CONFAPI INDUSTRIA aprono le porte alla commissione provinciale Attività Produttive PDF Stampa E-mail

Far incontrare la Provincia e le eccellenze del territorio. Questo l’obiettivo dell’iniziativa voluta dalla commissione Attività Produttive che, lasciata la “tradizionale” sede di palazzo Grossi per incontrare la realtà imprenditoriale brianzola, visiterà nei primi giorni di settembre alcune piccole e medie imprese associate a CONFAPI INDUSTRIA. “L'eccellenza abita qui, visita alle imprese di successo della Brianza ai tempi della crisi”, progetto che nasce a seguito degli attuali interventi normativi che stanno ridisegnando funzioni e competenze della Provincia, ha portato lunedì scorso la commissione all’interno della Paola Lenti Srl, pmi nota per aver rivoluzionato i mobili da esterno. Punto di riferimento nel settore del design internazionale grazie a un coerente e dinamico disegno imprenditoriale orientato alla sperimentazione e alla ricerca, l’impresa, ha saputo coniugare sedute moderne e confortevoli per l’interno e soluzioni inedite per l’esterno; eleganti superfici lavorate a mano e raffinati tappeti prodotti con filati hi-tech. Lunedì 10 settembre, la commissione incontrerà invece l’imprenditrice e i dipendenti dell’A.C.E Srl di Viale dell’Industria 25 ad Agrate Brianza, pmi che vanta grande esperienza e versatilità nella realizzazione di cablaggi elettrici e una clientela leader sia a livello nazionale che internazionale. In calendario il 24 settembre l’incontro con la B&C Electronics Srl di Carnate, che da oltre 30 anni progetta e produce strumenti elettronici e sensori per l’analisi dei liquidi. I propri clienti operano nel settore del trattamento delle acque potabili e di scarico nei principali paesi sviluppati ed in via di sviluppo. «Punto di forza della nostra economia - ha spiegato Paolo Galassi, presidente di CONFAPI INDUSTRIA – le pmi brianzole sono da sempre modello di dinamismo e creatività. Anche ora, nonostante la crisi, non mancano punte di eccellenza. Ma è necessario un dialogo continuo con le istituzioni, per cercare di risolvere insieme problemi come la difficoltà di accesso al credito e l’eccessivo carico degli adempimenti burocratici, nella consapevolezza dell’importante peso, anche in termini sociali, che le pmi rivestono nel territorio brianzolo. Per questo non possiamo che accogliere positivamente l’iniziativa della quinta Commissione consiliare». «In questa fase di transizione – ha spiegato il presidente della commissione Attività Produttive Rosario Mancino - ci è sembrato necessario incontrare le eccellenze produttive del territorio per documentare le principali esigenze di chi, nonostante il momento di crisi, riesce a eccellere nel proprio settore. Confidiamo, infatti, che l’incontro a tutto campo con chi fa impresa nel quotidiano sia strumento utile per elaborare strategie favorevoli alle aziende. Di questo sono fiducioso perché già le prime visite hanno consentito ai rappresentanti provinciali di elaborare proposte per soddisfare a livello istituzionale le esigenze delle imprese visitate». (S.V.)

 
Attesa l’IVA per cassa fino a 2 milioni di fatturato (dl 83/2012 Decreto Crescita) PDF Stampa E-mail

A seguito delle lunghe battaglie sui tavoli di contrattazione messe in atto dalla nostra Associazione, finalmente sembra avere preso forma l’idea di concedere l’applicazione dell’IVA per cassa alle imprese con fatturato fino a 2 milioni di euro, a prevederlo il decreto Crescita. Prima d’ora il suddetto regime era rivolto esclusivamente alle imprese con fatturato fino a 200.000 euro. Sulle fatture emesse l’IVA sarà esigibile da parte dell’erario al momento dell’incasso del corrispettivo, viceversa l’IVA sulle fatture di acquisto potrà essere detratta solo dopo aver pagato i fornitori.  In ogni caso, il rinvio dell’esigibilità dell’IVA non potrà superare il limite di un anno dal momento di effettuazione dell’operazione, salvo insorgenza di procedure concorsuali, in tal caso il limite sarebbe elevato a 2 anni.  I contribuenti che adottano il regime speciale dovranno farne menzione sulle fatture emesse.  Per l’applicazione di questo regime dovrà però essere emanato apposito decreto atteso entro l’11 ottobre 2012.

 
On line il calendario delle iniziative gratuite del trimestre PDF Stampa E-mail

Tutte le iniziative seminariali e convegni gratuiti organizzati da CONFAPI INDUSTRIA, che vertono sulle tematiche di maggior interesse, di attualità o di significativo impatto per il mondo imprenditoriale delle PMI sono consultabili collegandosi al sito  http://portale.apmi.it - in home page. Un calendario ricco di appuntamenti volti all’aggiornamento e allo sviluppo delle competenze sia degli imprenditori, sia dei loro collaboratori, punto chiave per garantire la competitività aziendale.

 
Impianti fotovoltaici, entro il 15/9 dichiarazione contributo funzionamento AEEG PDF Stampa E-mail

Entro il prossimo 15 settembre, tutti i soggetti obbligati al versamento del contributo per il funzionamento dell’AEEG, ai sensi della delibera AEEG n. 143/07, devono inviare all'Autorità apposita dichiarazione on-line. Costituiscono la base imponibile per il calcolo del contributo da versare (confermata per il 2012 l’aliquota dello 0,3‰) tutti i ricavi, risultanti dall’ultimo bilancio approvato, provenienti dalla vendita di energia prodotta da impianti fotovoltaici, dalla tariffa incentivante del "Conto energia", da servizi di scambio sul posto e da vendita con tariffa onnicomprensiva.

 
Maurizio Casasco eletto presidente di Confapi PDF Stampa E-mail

Cambio al timone per Confapi, la Confederazione della piccola e media industria privata che associa circa 120 mila aziende. Dopo quasi sette anni con Paolo Galassi alla presidenza, la leadership passa per il prossimo triennio a Maurizio Casasco. Bresciano d’adozione, Casasco è nato a Rivanazzano Terme (Pv) nel 1954. Il neopresidente, laureato in medicina e specializzato in medicina dello sport, ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali. Attualmente, oltre ad essere  presidente ed amministratore delegato  di un’azienda bresciana operante  nel settore della diagnostica strumentale, ricopre la carica di presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana e dal maggio 2011 guida Apindustria Brescia, associazione che rappresenta circa 1000 imprese.  “Accetto questo nuovo incarico con entusiasmo, mettendo la mia esperienza e le mie energie al servizio delle piccole e medie imprese e quindi del patrimonio di valori e di storia che Confapi rappresenta. Continueremo ad essere una confederazione autonoma ed indipendente ma con la parte politica non smetteremo mai di dialogare perché è necessario creare sinergie costruttive per superare questa fase di crisi - ha detto Maurizio Casasco -  Ringrazio Paolo Galassi per l’ottimo lavoro svolto finora. Per quanto mi riguarda, mi impegnerò per rappresentare la continuità della difesa degli interessi e dei valori di Confapi e della tradizione. Tra i miei primi obiettivi c’è il rafforzamento della rappresentatività delle istanze delle imprese associate, a partire dall’elaborazione di contratti collettivi che considerino davvero le peculiarità delle dimensioni aziendali oltre che quelle del settore, dandone precisa identità.
“Le PMI rappresentano il vero tessuto economico  dell’Italia – aggiunge il neopresidente -  ed è a loro ed alle loro esigenze che dobbiamo guardare tutti se vogliamo far ripartire il Paese, con la consapevolezza che attualmente le priorità sono due: lo sblocco dei pagamenti nella Pubblica Amministrazione e l’accesso al credito”.
Al  Presidente uscente, Paolo Galassi,  sono stati riservati ringraziamenti particolarmente sentiti per il forte impegno profuso nell’associazione, anche dalla Giunta che lo ha affiancato negli ultimi anni.

 
«InizioPrec.931932933934935936937938939940Succ.Fine»

Pagina 933 di 965