Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Inail, presentazione domande sino al 7 marzo PDF Stampa E-mail

Oltre 35 milioni di euro messi a disposizione dall’Inail in Regione Lombardia per progetti di investimento o per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. L’agevolazione, sotto forma di contributo a fondo perduto, è pari al 50% delle spese ammesse, al netto dell’IVA.  Il contributo massimo erogabile è pari a € 100.000 mentre il minimo erogabile è pari a € 5.000. Per i progetti che comportano contributi superiori a € 30.000 è possibile richiedere un’anticipazione del 50%. La data e l’ora di apertura e di chiusura dello sportello informatico per l’inoltro delle domande saranno pubblicate a partire dal 14 marzo 2012.
Per approfondimenti http://portale.apmi.it/visualizzaNews.php?ID=2967&Tipo=Notizie

 
Natale 2011, chiusura uffici Confapi Milano PDF Stampa E-mail

In occasione delle prossime festività natalizie, gli uffici della sede di Confapi Milano, nonchè quelli dei Distretti Sud Ovest, Confapi Monza, Confapi Lodi e Confapi Pavia rimarranno chiusi dal 23 dicembre pomeriggio. Le sedi di via Brenta 27, del Distretto Sud Ovest, di Confapi Monza, di Confapi Pavia riapriranno il 2 gennaio 2012 mentre quella di Confapi Lodi riaprirà il 9 gennaio. In occasione della festività dell'Epifania tutti gli uffici rimarranno chiusi il 6 gennaio.

 
FISCALE - Termine per il versamento della seconda rata dell’ICI PDF Stampa E-mail

Il  16 dicembre 2011 scade il termine per il versamento della seconda rata dell’ICI dovuta per l’anno 2011.  Il presupposto per l’applicazione dell’ICI è il possesso nel 2011 di fabbricati, aree fabbricabili, terreni agricoli, situati nel territorio dello Stato, a qualsiasi uso destinati, salvo che questi siano esclusi dall’ambito di applicazione dell’imposta oppure esenti dall’imposta. L’abitazione principale e le relative pertinenze, sono escluse dal pagamento dell’ICI ai sensi dell’art. 1 del DL 27 maggio 2008 n. 93.
Per maggiori dettagli cliccare sul seguente link
http://portale.apmi.it/visualizzaNews.php?ID=2928&Tipo=Notizie

 
Abbassamento della soglia relativa all’utilizzo del denaro contante PDF Stampa E-mail

Il DL 201/2011 ha disposto un ulteriore abbassamento della soglia relativa all’utilizzo del denaro contante. A partire dal 6 dicembre 2011, è vietato il trasferimento di denaro contante (di libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore) effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi quando il valore oggetto di trasferimento è complessivamente pari o superiore a 1.000 euro.  Gli assegni bancari e postali emessi per importi pari o superiori a 1.000 euro devono recare non solo l’indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario, ma anche la clausola di non trasferibilità. Gli assegni circolari, i vaglia cambiari e postali possono essere richiesti, per iscritto, dal cliente senza clausola di non trasferibilità solo, quindi, se di importo inferiore a 1.000 euro.  Per quanto riguarda i libretti di deposito bancari o postali al portatore, è precisato che il relativo saldo non può essere pari o superiore a 1.000 euro. I libretti con saldo pari o superiore devono essere estinti entro il 31 dicembre 2011, ovvero il loro saldo deve essere ridotto ad un importo inferiore a tale soglia.
Per maggiori dettagli cliccare sul seguente link
http://portale.apmi.it/visualizzaNews.php?ID=2927&Tipo=Notizie

 
Confapi su manovra: "fare cassa" con rottamazione cartelle esattoriali PDF Stampa E-mail

Confapi ha inviato al premier Monti un documento di riflessioni sul decreto “Salva Italia”, con alcune proposte operative che, se integrate nella Manovra, potrebbero contribuire sostanzialmente al rilancio del Paese. Pur affermando di apprezzare il lavoro fin qui svolto dal Governo Monti per l’elaborazione di una manovra “dolorosa, ma necessaria”, la Confederazione  ritiene però che ci possano essere altre soluzioni per “fare cassa”, senza pesare in maniera così incisiva su famiglie e imprese.  Nello specifico, Confapi propone la riattivazione della legge 289/2002, art. 12. E’ quella che si può chiamare la “definizione dei carichi  di ruolo pregressi” (rottamazione). «Un’iniziativa di questo tipo – afferma Paolo Galassi, presidente di Confapi -  porterebbe tutte le pmi a chiudere le posizioni esecutive versando una cifra pari ad almeno il trenta/trentacinque per cento dell’importo scritto a ruolo in cartella con un versamento esaustivo del debito senza il pagamento degli interessi di mora. Ciò avrebbe il duplice pregio di decongestionare la grande massa di atti esecutivi attualmente in essere  e di garantire all’erario un’entrata certa e immediata».
«Ovviamente – aggiunge Galassi -  l’iniziativa andrebbe supportata da apposita adesione del contribuente/impresa debitore ed eviterebbe anche il blocco che si sta determinando, per tali cartelle, in termini di erogazione creditizia. Peraltro, sul versante proprio del credito, questo sbloccherebbe le molte situazioni nelle quali si trovano le piccole e medie imprese, alle quali viene negata non solo l’erogazione di nuovi prestiti ma viene pure richiesto il rientro dal debito eventualmente già acceso presso l’istituzione bancaria».
Sul fronte delle politiche di sviluppo, Confapi sottolinea l’assenza nel decreto di misure volte al sostegno della ricerca e innovazione previste nelle precedenti bozze e di grande attualità alla luce della prossima programmazione europea 2014-2020 in materia.
A tal proposito la Confederazione suggerisce alcune piccole integrazioni che potrebbero migliorare il provvedimento in termini di sviluppo. Tra queste, meriterebbe attenzione il ripristino di un credito d’imposta per le piccole e medie imprese «In buona sostanza si tratterebbe di attribuire un bonus per la ricerca scientifica in house articolato secondo le dimensioni aziendali e in termini inversamente propozionali – afferma Galassi -  Per esempio, alle pmi come definite dalla UE, un credito d’imposta del trenta per cento e un quindici per cento per la grande impresa. Il tutto non solo sulle ore-lavoro di ricerca interna del personale addetto, ma anche sui costi generali».

 
«InizioPrec.981982983984985986987988Succ.Fine»

Pagina 983 di 988