Home News - Latest
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Partecipa all'incontro "Industria 4.0 & PMI: next step", Milano - 20 novembre PDF Stampa E-mail

L'80% delle PMI - a differenza di due anni fa in cui il dato era al 20% - conosce Industria 4.0, ma solo il 18,6% - campione regioni nord - ne ha adottato soluzioni. Attualmente le tecnologie sono sempre meno costose e specifici percorsi formativi, accompagnati da nuovi strumenti finanziari, sono disponibili anche per le imprese più piccole. Il prossimo 20 novembre  a Milano, nella splendida cornice del Principe di Savoia (Piazza della Repubblica n. 17), si terrà l'incontro "Industria 4.0 & PMI: next step. Innovazione, Formazione e Finanza quali strumenti di crescita". 
L'evento è stato organizzato da Laboratorio Industry 4.0 in collaborazione con Fineco Private Banking. A.P.I. parteciperà per portare il punto di vista delle pmi, interverrà il direttore generale Stefano Valvason. 

Laboratorio Industry 4.0 nasce nel 2016 per affiancare le imprese nel percorso di crescita 4.0. E’ un incubatore di soluzioni per progetti imprenditoriali, e non, che necessitano di interventi coordinati attraverso organizzazioni e professionisti provenienti dal mondo dell’imprenditoria, dal mondo accademico, dal mondo della conformità e della consulenza su processi, prodotti e sistemi.

Programma

Ore 16.30 Registrazione partecipanti

Ore 16.50 Apertura e coordinamento lavori
Giovanni Anselmi - Co-Founder Laboratorio Industry 4.0

Ore 17.00 PMI e Industria 4.0: dove siamo?
Stefano Valvason - Direttore Generale A.P.I.
Gigi Gianola - Direttore Compagnia delle Opere
Claudio Provetti – Presidente Federazione CISQ

Ore 17.45 Formazione Esperienziale in Fabbrica
Massimo Ballerio - Direttore IoT Elmec 
Luca Cremona - Business Development Manager Industrial Solutions Gruppo Rold
Luca Sancricca - Educational Manager Academy Laboratorio Industry 4.0

Ore 18.30 Bonus formazione e altri incentivi del Piano Industria 4.0
Alessandro Dragonetti - Co-Managing Partner - Head of Tax Bernoni Grant Thornton

Ore 19.00 Fintech al servizio dell’imprenditore
Carlo Maria Scoccimarro - Fineco Private Banking

Ore 19.30 Aperitivo Networking



rivoluzioneindustriale_newsletter_def_s


Per informazioni e iscrizioni, il Servizio Comunicazione è a disposizione delle imprese, tel. 0267140267 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.






 
Partecipa alla cena conviviale del Distretto Sud Ovest Milano, 15 novembre PDF Stampa E-mail

In un contesto caratterizzato da un costante incremento dei bisogni di assistenza e da una significativa diminuzione del potere di acquisto dei salari, anche le piccole e medie imprese, attraverso i piani welfare, possono mettere a disposizione dei dipendenti e dei loro familiari servizi che migliorino la qualità della vita privata e che, al contempo, consentano una maggiore partecipazione alla vita aziendale. Sarà presente anche il Sindaco di Ozzero, ing. Guglielmo Villani. Per un confronto costruttivo su questi temi e nell’ottica di promuovere occasioni di incontro e sinergia tra gli imprenditori associati, per il prossimo 15 Novembre, dalle ore 19.30, il Distretto Sud Ovest Milano di A.P.I. organizza una cena conviviale dal titolo “Welfare: opportunità e strumento di condivisione degli obiettivi aziendali” presso L’Agriturismo “La Calcaterra” – Ozzero (MI). 

Per scaricare la circolare completa cliccare qui

Per informazioni e per iscriversi alla cena conviviale: Distretto Sud Ovest Milano, tel. 0294969793 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Rotoprint, 40 anni di stampa ecologica PDF Stampa E-mail

Rotoprint Sovrastampa S.r.l., nata nel 1978 a Lainate (MI), con gli imballaggi salvati dal macero e rimessi a nuovo nei quarant’anni di attività ha recuperato 950mila chilometri, ci si potrebbe fare il giro del mondo quasi 25 volte. 
Questo importante risultato è stato raggiunto grazie al sistema inventato da Giancarlo Arici per modificare i packaging sbagliati o obsoleti con la sovrastampa con macchine a rotocalco. 
Rotoprint è specializzata nel modificare graficamente imballaggi già stampati, siano essi in formati (tetrarex, combiblok, elopak, scatole microonda, astucci, blister, cluster, buste, sacchi) o in bobina con supporto mono o pluristrato (alluminio, carta, poliammide, polietilene, polipropilene, poliestere, sleeves, tetrabrik, etichette adesive in rotoli, eccetera). 
Attenta all’ambiente e al sociale, ha adottato il Sistema di Gestione Qualità Certificato UNI EN ISO 9001. Numerosi i premi che l’azienda ha raccolto negli anni a livello internazionale per l’ecosostenibilità, tra i quali il WorldStar Packaging Award 2015, il premio mondiale più importante del settore imballaggi assegnato ogni anno dalla World Packaging Organisation. 
Importantissimo il riconoscimento ricevuto da Enel e Fondazione Symbola, che hanno inserito Rotoprint tra gli esempi nel rapporto “100 Italian circular economy stories”. Fra le cento realtà di spicco del Made in Italy Rotoprint Sovrastampa si contraddistingue per aver portato sul mercato qualcosa di unico, un sistema che permette alle aziende di recuperare interamente le loro rimanenze di imballaggi non utilizzabili (a causa di errori, difetti, aggiornamenti nelle etichette, eccetera: avviene più spesso di quanto si pensi).
Giovanni Luca Arici, figlio del fondatore e CEO, si dichiara orgoglioso di guidare l’azienda di famiglia - che si appresta a festeggiare le 40 candeline - : «Milioni di euro risparmiati ogni anno per le aziende che si rivolgono a noi per recuperare imballaggi che altrimenti dovrebbero buttare, e un’enorme quantità di CO2 in meno nell’atmosfera, perché riciclando si evita di produrre nuovo materiale» sottolinea con orgoglio, che conta una quindicina di dipendenti e ha clienti in tutta Italia e in numerosi paesi esteri. «Però, quando quarant’anni fa inventammo il nostro sistema per sovrastampare con precisione millimetrica, la sensibilità ecologica era molto diversa – fa notare Giovanni Luca Arici –. Mio padre, stampatore, ricevette da un cliente la richiesta per modificare un incarto già stampato, per la precisione gli ingredienti su una confezione di ravioli.
A quel tempo non c’era la tecnologia per fare un lavoro del genere: mio padre ne intuì la portata e la creò».Così, con giorni e notti di lavoro e di studio, Giancarlo Arici fece nascere, dalle normali macchine per la stampa rotocalco, il suo sistema brevettato per correggere errori di stampa, aggiornare grafiche, inserire aggiunte sugli imballaggi già stampati. «Rotoprint aveva capito che il concetto di recupero rappresentava il futuro e i clienti ci hanno subito premiati – commenta Arici –. Ci siamo ritagliati un mercato di nicchia in cui facciamo qualcosa di unico in Italia. La nostra è una piccola impresa e ogni ordine è seguito con cura artigianale e in modo personalizzato. Allo stesso tempo, ci siamo dati una prospettiva industriale, perché siamo in grado di gestire grandi ordini e presidiamo i mercati di Francia, Benelux, Spagna e Portogallo».
Pur potendo contare su una tecnologia unica nel suo genere, Rotoprint non smette di innovare. Per esempio in cantiere c’è anche la sovrastampa in flexo, una sistema che rende convenienti anche gli ordinativi di piccole quantità di materiale sovrastampato.
E poi, come sempre, c’è l’aspetto del rispetto dell’ambiente: «È in gestazione un progetto per l’uso nella sovrastampa dei colori ad acqua, ulteriore garanzia di  ecosostenibilità – conclude il CEO di Rotoprint –. Ci sono voluti tanto studio e tanta ricerca, perché usare questi colori nella sovrastampa è una sfida tecnica non da poco. Ma crediamo sia importante percorrere la strada dell’innovazione e della sostenibilità ambientale per portare ai nostri clienti un ulteriore valore aggiunto».

Per restare sempre aggiornato visita il sito www.rotoprint.com 

Per leggere la rassegna stampa dedicata all’impresa clicca qui


Per contattare Rotoprint Sovrastampa S.r.l.
Via Puccini, 25 
20020 Lainate (Milano)
Tel. 02.937.11.06
Fax. 02.937.33.40 
Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



ROTORPINT_2_S

 
Luciana Ciceri nel Comitato Scientifico di SIAM PDF Stampa E-mail

Lo scorso 3 settembre Luciana Ciceri, componente del consiglio direttivo e impreditrice associata, è stata nominata componente del Comitato Scientifico di SIAM. A.P.I. è partner di questa importante Istituzione da diversi anni e ha patrocinato molte iniziative e formative, tra cui il corso gratuito – Internet of Robotic Things: Le nuove frontiere dell’automazione per l’industria e per il terziario 4.0.
La Ciceri ha accettato la nomina con grande favore e intende svolgere il suo ruolo nel comitato scientifico promuovendo e supportando il SiamLAB nella sua crescita come hub e laboratorio di formazione, progettando e proponendo nuove attività da realizzare in sinergia con le altre imprese milanesi che si occupano di manifattura e innovazione. L’idea è, quindi, quella di creare una collaborazione win-win attorno a un luogo come il SiamLAB per valorizzare le eccellenze della manifattura locale e creare un luogo di divulgazione scientifica e culturale.
Luciana Ciceri è la titolare di Ciceri de Mondel s.r.l. Unipersonale, la cui business unit FILOALFA®  è dedicata alla produzione di filamenti Made in Italy per stampanti 3D con tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling).

Per informazioni: Servizio Comunicazione, tel. 0267140263 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Manifatture Aperte e le imprese associate PDF Stampa E-mail

Si è svolta lo scorso 29 settembre la prima edizione dell'evento Manifatture Aperte organizzato dal Comune di Milano, che ha permesso la scoperta dei luoghi dove si fabbricano le cose.
A.P.I. è stata partner dell'importante iniziativa e ha promosso alle imprese associate l'appuntamento, una giornata di visite guidate, laboratori e incontri alla scoperta dei luoghi della manifattura, dell’artigianato e della tecnologia 4.0 a Milano e dintorni. 
Il direttore generale Stefano Valvason ha partecipato alla cerimonia di chiusura dei lavori di organizzata Cristina Tajani, assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane, al Base di Milano. 
Sono state due le imprese associate che hanno aderito al progetto: Ciceri de Mondel s.r.l. Unipersonale con il brand "FILOALFA®" e Litoservice Srl con il marchio "PRESSPOINT"

FILOALFA® - business unit di Ciceri de Mondel s.r.l. Unipersonale - è dedicata alla produzione di filamenti Made in Italy per stampanti 3D con tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling). Parteciperà alla manifestazione con l'evento organizzato da SIAM. Attraverso una serie di prodotti come le lampade MOBIUS in filo bioplastico o gli accessori per una moto realizzati con un materiale resistente alle alte temperature e ignifugo, FILOALFA® presenta le sue ultime innovazioni in fatto di filamento. L’idea alla base è comunicare che la stampa 3D è una tecnologia di utilità pratica non lontana dall’industria e dall’artigianato, ma che per fare “cose vere” ci vogliono i “materiali giusti”. Un'occasione per conoscere una nuova possibilità per l'industria e per le persone.

PRESSPOINT - marchio di Litoservice srl azienda da oltre trent’anni punto di riferimento per la stampa di alta qualità, pregio e valore - è dedicata ai clienti e fruitori che amano distinguersi nella comunicazione, nel rispetto dell’ambiente e ottimizzando le risorse naturali disponibili. PRESSPOINT apre le porte dell'azienda, nel corso di Manifatture Aperte, per permettere ai visitatori di assistere ai processi di produzione, dall’elaborazione dei file, passando per la stampa con evolute tecnologie digitali. 


Web: www.manifattura.milano.itSocial: #ManifatturaMilano - fb: ManifatturaMilano - tw: ManifatturaMi

Per informazioni: Segreteria di Presidenza, tel. 0267140263 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



TAJANI2_S



FILOALFA1_S

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 938