Home
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Formazione 4.0 PDF Stampa E-mail

Prorogato per il 2020 il riconoscimento del credito d’imposta per le spese di formazione del personale dipendente nell’ambito delle tecnologie 4.0. Eliminato l’obbligo, precedentemente previsto per ottenere tale beneficio, di disciplinare espressamente lo svolgimento delle attività di formazione negli accordi collettivi aziendali o territoriali. Le imprese che si avvalgono del credito d’imposta dovranno effettuare una specifica comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico, secondo modalità che verranno chiarite dal Ministero stesso.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Contratti di apprendistato duale PDF Stampa E-mail

Nuovo sgravio contributivo integrale per i contratti di apprendistato di primo livello (per l’ottenimento della qualifica e del diploma professionale, del diploma di istruzione secondaria superiore e del certificato di specializzazione tecnica superiore), stipulati nel 2020 da datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze un numero di dipendenti pari o inferiore a 9.  In particolare, lo sgravio contributivo, nella misura del 100%, si applica per i primi tre anni di contratto, restando fermo il livello del 10% di aliquota per i periodi contributivi relativi agli anni di contratto successivi al terzo.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Congedo paternità PDF Stampa E-mail

Prorogato per il 2020 il congedo obbligatorio di paternità con durata elevata a sette giorni. Inoltre, anche per il 2020, si prevede che il padre possa astenersi per un ulteriore giorno, purché in accordo con la madre e in sua sostituzione, in relazione al periodo di astensione obbligatoria a essa spettante.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Assunzioni under 35 PDF Stampa E-mail

Estesa sino a tutto il 2020 la disciplina sulla riduzione dei contributi previdenziali, per le assunzioni con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato di soggetti di età inferiore a 35 anni, che non abbiano avuto precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato (neanche con altri datori di lavoro). 
L’agevolazione è applicata, per un periodo massimo di 36 mesi, su base mensile e la misura dello sgravio, nel limite massimo di 3.000 euro su base annua, è pari a: 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per il medesimo rapporto (con esclusione dei premi e contributi relativi all'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali); oppure 100% della stessa base contributiva per le assunzioni, entro sei mesi dall'acquisizione del titolo di studio, di studenti che abbiano svolto presso il medesimo datore attività di alternanza scuola-lavoro (per un determinato minimo di ore) o periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore o periodi di apprendistato in alta formazione.  È negato l’accesso all’agevolazione ai datori di lavoro che abbiano proceduto, nei sei mesi precedenti, a licenziamenti (individuali o collettivi) per motivi oggettivi. Altresì, il licenziamento per giustificato motivo oggettivo del dipendente in relazione al quale sia stata fruita l’agevolazione entro i sei mesi dall’assunzione comporta la revoca dei benefici.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Limiti utilizzo contante e credito imposta su commissioni POS PDF Stampa E-mail

Dal 1° luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, la soglia relativa all'uso del contante scenderà a 2.000 euro.
Dal 1° gennaio 2022, il limite scenderà a 1.000 euro.
E’ inoltre previsto un credito d’imposta pari al 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carta di credito, di debito o prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione.
In particolare, il credito d’imposta spetta per le commissioni dovute in relazione a cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nei confronti di consumatori finali dal 1° luglio 2020, a condizione che i ricavi e i compensi relativi all’anno di imposta precedente siano di ammontare non superiore a 400.000 euro.
La norma si applica nel rispetto della disciplina “de minimis”.
La disposizione che prevede sanzioni in caso di mancata accettazione di pagamenti effettuati con carte di debito e carte di credito è stato soppressa in sede di conversione in legge del decreto.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 5 di 1005