Home
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Decreto FER 1: al via gli incentivi PDF Stampa E-mail

Sono operativi gli incentivi previsti dal decreto FER 1, a sostegno della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili. Si applicano a progetti di nuova costruzione, integrale ricostruzione o riattivazione, rifacimento o potenziamento. Per accedere alle agevolazioni è necessario presentare la richiesta di iscrizione ai Registri o alle Aste secondo le modalità indicate nel regolamento operativo del GSE. I periodi di presentazione delle domande di partecipazione alle procedure di aste e registri sono di 30 giorni. La prima finestra si è aperta lo scorso 30/9. Per il 2020 sono previste date di apertura al 31 gennaio, 31 maggio e 30 settembre.

Incentivi rinnovabili: gli impianti ammessi

Il decreto FER 1 incentiva la produzione di energia dalle fonti rinnovabili ritenute ad oggi più mature, caratterizzate da costi fissi bassi e suscettibili di sensibile riduzione: eolico onshore, idroelettrico, gas residuati dei processi di depurazione e solare fotovoltaico

Sono invece rimandati a un successivo provvedimento (“FER 2”) fonti e tecnologie innovative o con costi di esercizio elevati: eolico off-shore, energia oceanica, solare termodinamico, biomasse, geotermia. 

Specifici requisiti per il fotovoltaico

Sono ammessi solo impianti fotovoltaici di nuova costruzione, realizzati con componenti di nuova costruzione e che non prevedono l’installazione di moduli collocati a terra in aree agricole. 

Modalità di accesso agli incentivi

Sono previste due diverse modalità di accesso agli incentivi a seconda della potenza dell'impianto (o dell’aggregato di impianti appartenenti al medesimo gruppo):
- Iscrizione ai Registri per gli impianti di potenza inferiore a 1 MW (ma comunque superiore a 20 kW per i fotovoltaici);
- Partecipazione a Procedure d'Asta per gli impianti di potenza superiore o uguale a 1 MW.

Per entrambe le procedure sarà possibile accedere agli incentivi nei limiti di specifici contingenti di potenza.

Rispetto allo schema incentivante precedente, è stato eliminato il meccanismo dell’accesso diretto e sono state valorizzate le procedure competitive, con offerte al ribasso più sfidanti (fino al -70%  per le aste, incrementabile poi in successive procedure, e fino a -30% per i registri) e specifici criteri di priorità. 

Per entrambe le procedure sono previsti requisiti generali documentali, tecnici e di solidità economica. Inoltre, è richiesto che i lavori di realizzazione risultino avviati dopo l’inserimento in posizione utile nelle graduatorie (a tal fine va tenuta in considerazione la comunicazione di inizio lavori trasmessa all’amministrazione competente).

Meccanismi, valore e durata degli incentivi

Il calcolo degli incentivi si basa su un sistema a 2 vie che prevede l’erogazione di:
- una tariffa onnicomprensiva, costituita da una tariffa unica, corrispondente alla tariffa spettante, che remunera anche l'energia elettrica immessa in rete e ritirata dal GSE;
- un incentivo, calcolato come differenza tra la tariffa spettante e il prezzo zonale orario dell'energia, riconosciuto sulla produzione netta immessa in rete; in tal caso però l'energia prodotta resta comunque nella disponibilità del produttore.

Per gli impianti di potenza fino a 250 kW è possibile scegliere una delle due modalità, con la possibilità di passare da una modalità all'altra non più di due volte nel corso dell'intero periodo di incentivazione. Gli impianti di potenza superiore a 250 kW possono invece accedere al solo incentivo.

Sono inoltre previsti due premi, eventualmente cumulabili tra loro, pari a: 
- 12 €/MWh, da riconoscere sull’energia prodotta, per gli impianti fotovoltaici installati in sostituzione di coperture di edifici e fabbricati rurali su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto
- 10 €/MWh, da riconoscere all’energia prodotta e autoconsumata, a condizione che la stessa superi il 40% dell’energia prodotta netta, per gli impianti di potenza inferiore o uguale a 100 kW realizzati su edifici. 

Tariffe Onnicomprensive e Incentivi sono erogati dal GSE a partire dalla data di entrata in esercizio dell’impianto e per tutta la vita media utile definita dal decreto per le diverse tipologie d’impianto.

Criteri di priorità

Il GSE forma e pubblica le graduatorie per le procedure di asta e registro sulla base di criteri di priorità. Comuni alle due diverse procedure ed applicabili a tutte le tipologie d’impianto sono la maggiore riduzione percentuale offerta sulla tariffa di riferimento e l’anteriorità della domanda di partecipazione alle procedure.

Sono, inoltre, previste specifiche priorità per gli impianti fotovoltaici con moduli installati in sostituzione di coperture in amianto realizzati su scuole, ospedali e altri edifici pubblici (la superficie dei moduli non potrà essere superiore a quella della copertura rimossa). 

Nei casi di procedure a registro sarà, inoltre, data priorità a impianti connessi in “parallelo” con la rete elettrica e con le colonnine di ricarica delle auto elettriche (a condizione che la potenza di ricarica non sia inferiore al 15% della potenza dell’impianto e che ciascuna colonnina abbia una potenza di almeno 15 kW) e a aggregati d’impianti

Il supporto di A.P.I. ed Edison 

PMI Energy, realtà di A.P.I. dedicata ai servizi e all’energia, attraverso la collaborazione con  Edison, azienda leader del settore, può offrire assistenza  per l’individuazione di soluzioni impiantistiche innovative e sostenibili. In particolare nell’ambito delle rinnovabili, Edison è in grado di sviluppare soluzioni integrate,  che soddisfano appieno i criteri di priorità fissati dal GSE, in termini di: 
- Impianti Fotovoltaici, con la progettazione, fornitura, manutenzione e gestione dell’impianto (anche con rimozione di amianto);
- Integrazione di servizi di ricarica, con la fornitura di colonnine di ricarica per auto elettriche;
- Tariffe competitive, grazie alla proposta di formule contrattuali (fornitura di impianti chiavi in mano o con modalità esco) dedicate in grado di massimizzare la taglia di impianto e il livello di autoconsumo.

Per eventuali informazioni e/o approfondimenti: PMI Energy, tel. 02.67140250 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Per leggere l’editoriale “Edison: nuova partnership con PMI Energy” cliccare qui.     

 
A.P.I. al Politecnico di Milano per il progetto “WTDT" PDF Stampa E-mail

Lo scorso 17 ottobre, il direttore generale Stefano Valvason e la responsabile comunicazione Alessandra Pilia hanno partecipato a una tavola rotonda al Politecnico di Milano con gli studenti del Laboratorio di Sintesi Finale in Design della Comunicazione della Scuola del Design.
Un incontro, sviluppato all'interno del progetto “WTDT - Working through digital transformation" gestito da Imagislab Polimi in collaborazione con l'impresa associata Twig srl, per raccontare ai giovani studenti i bisogni e le aspettative delle PMI di oggi, con un occhio di riguardo per i processi di trasformazione delle competenze che stanno affrontando.
In aula i docenti, che hanno moderato l'incontro, Francesca Piredda, Marco Ronchi, Katia Goldoni, Niccolò Brocchi.

Nel corso della tavola rotonda, il direttore generale Valvason ha evidenziato che "dal confronto tra Università, giovani qualificati e PMI, possono nascere molte opportunità, per tutti. A.P.I. lavora per crearle, valorizzarle e amplificarle". La responsabile comunicazione Pilia ha sottolineato "l'importanza di interagire con gli studenti raccontando le storie di folli e visionari imprenditori che ogni giorno fanno impresa in Italia. La mattinata ci ha permesso di vedere gli occhi attenti di giovani designer che faranno presto parte delle nostre aziende, o le guideranno, disegnando il mondo di domani".

Moltisimi spunti sono emersi dalle domande e dalla tag cloud.


Per informazioni: Segreteria di Presidenza, tel. 0267140263 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  


parole


poli1


slide

 
Aggiornata l'offerta FORD Italia PDF Stampa E-mail

FORD ItaliaPer il 4° trimestre 2019 nell’ambito della Convenzione con FORD Italia per l’acquisto dei veicoli commerciali e delle autovetture del marchio FORD, sono confermati gli sconti riservati alle imprese associate e, su alcuni modelli, sono ulteriormente migliorate le condizioni economiche.In particolare, per quanto riguarda i veicoli commerciali, lo sconto è aumentato fino al 35 (+3,5%) sul Transit Courier B460, fino al 38,5% (+1,9%) sul New Transit V363, per arrivare fino al 41,5% per l’acquisto del New Transit V363 Van e Van doppia cabina, anche nella nuova versione Chassis a Trazione anteriore. E’ confermato lo sconto del 24,5% sul pick-up Ranger P375.Per quanto riguarda le autovetture, gli sconti sono pari al 19% sul SUV Ecosport, del 21% sull’ultima versione della Kuga C520, mentre sui modelli SMax e Galaxy lo sconto è del 27%.

Come posso accedere alle convenzioni di Confartigianato Imprese?
Inviando una richiesta a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , o contattando il Servizio Studi e Comunicazione al numero 0267140267, è possibile non solo avere maggiori informazioni ma anche ricevere l’attestazione di adesione ad A.P.I. che permette di accedere alle opportunità.

Il Servizio Studi e Comunicazione è a disposizione delle imprese associate per le informazioni al numero 0267140267 o via mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Rimodulata la promozione riservata da FCA PDF Stampa E-mail

Confartigianato Imprese e FCA hanno rimodulato l’offerta dedicata alle imprese associate.In particolare, per quanto riguarda i veicoli commerciali Fiat Professional, in aggiunta alle percentuali di sconto previste, che vanno da un minimo del 19,0% sul FULLBACK Easy Pro ad un massimo del 39,0% sul DUCATO, per tutti i veicoli in pronta consegna si aggiungono sconti extra che variano da modello a modello.Anche per autovetture in pronta consegna dei marchi, Alfa Romeo, FIAT, Lancia e JEEP sono previsti extra sconti aggiuntivi alle percentuali di riduzione già previste per gli associati Confartigianato. Inoltre, gli extra sconti arrivano fino a 3.650,00 Euro per la Jeep RENEGADE 2.0 Diesel con cambio automatico, oltre alla riduzione del 18,5% sul prezzo di listino.Inoltre, sono migliorati in maniera rilevante gli sconti previsti dalla Convenzione sui modelli Alfa Romeo, per i quali lo sconto ha raggiunto il 24,0% sia per GIULIA sia per STELVIO, mentre per GIULIETTA lo sconto è del 27,0% (29,% per la 2^ serie). Si segnala anche il miglioramento dell’offerta su Jeep GRAND CHEROKEE, con una riduzione applicata che arriva fino al 24,5% (Escluso MY19).

Come posso accedere alle convenzioni di Confartigianato Imprese?
Inviando una richiesta a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , o contattando il Servizio Studi e Comunicazione al numero 0267140267, è possibile non solo avere maggiori informazioni ma anche ricevere l’attestazione di adesione ad A.P.I. che permette di accedere alle opportunità.

Il Servizio Studi e Comunicazione è a disposizione delle imprese associate per le informazioni al numero 0267140267 o via mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
L’eccellenza nella produzione dei filtri per pozzi d’acqua PDF Stampa E-mail

«Nel lavoro si può operare in tanti modi, il nostro ha da sempre cercato di valorizzare i rapporti tra le persone. Per noi una stretta di mano ha ancora grande valore come lo aveva tanti anni fa. Abbiamo cambiato molto, senza cambiare mai».
Così Sergio Paparelli, qualche anno fa, sintetizzò la storia della Paparelli Alessandro e Figlio Srl, la storica azienda di Carimate nata nel 1927 e specializzata nella produzione di filtri e tubi per pozzi d'acqua.
Se l’impresa trae forza dalla passione e dalla professionalità che li ha contraddistinti fina dai primi decenni del Ventesimo secolo quando la famiglia si dedicava alla produzione di utensili a livello artigianale, alla costruzione e alla riparazione di macchine per la falegnameria, per la meccanica e per l’edilizia, la  creatività, e le capacità  di Alessandro e Sergio Paparelli, successivamente li ha portati a essere un’azienda caratterizzata da una costante e continua crescita a livello nazionale e internazionale.
I prodotti della Paparelli sono, infatti, venduti sul territorio italiano per il 30% e sul mercato internazionale per il restante 70% in Europa, Asia, Africa e Sud America e l’azienda si è sempre più ampliata coprendo una superficie coperta di quasi 8 mila metri quadri e abbracciando uno spazio aperto di oltre 15 mila metri. Qui viene fabbricata un'ampia gamma di prodotti: diversi tipi di filtro, filtri a spirale (tipo Johnson), filtri punzonati a ponte, filtri a cave passanti, tubi, accessori e pezzi speciali personalizzati.
La Paparelli è molto attenta all'ambiente e sensibile al tema del risparmio energetico; ha, infatti, installato un impianto fotovoltaico che ha permesso all'azienda di evitare l’emissione di CO2 per un totale di 720.000 Kg, da luglio 2014 a marzo 2019.
Nel corso degli anni l’impresa comasca ha cercato di sostenere alcune società sportive della zona, nella «ferma convinzione che l’attività sportiva giovanile, se affrontata con impegno e perseveranza, è una disciplina di vita e dunque aiuta a forgiare il carattere». Per questo il sostegno alle società sportive della zona, che hanno dato grandi soddisfazioni, è stato costante: la pallacanestro Cantù, il Moto Club Intimiano Natale Noseda, il Gruppo Sportivo di Carimate e per qualche anno anche il basket dei ragazzi della Briantea ’84.

Per informazioni:
PAPARELLI ALESSANDRO E FIGLIO SRL
Via Molino Geretto, 8 - 22060 Carimate (Como)
Tel: 031 790601
Fax: 031 791460
Mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
https://www.paparelli.it/

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 6 di 989