Home
Latest
The latest news from the Joomla! Team

Confapi e Cgil, Cisl e Uil consolidano gli strumenti bilaterali PDF Stampa E-mail

“Esprimo grande soddisfazione per la sottoscrizione dell'Intesa Applicativa degli Accordi Interconfederali vigenti  – commenta Paolo Galassi, presidente di CONFAPI INDUSTRIA -. Si tratta, infatti, di un iter iniziato cinque anni fa, nel corso del mio mandato alla presidenza nazionale, e che, oltre a consolidare le già positive relazioni sindacali tra la Confederazione e Cgil, Cisl e Uil, interviene in maniera concreta a favore del benessere dell'impresa. Si chiude infatti un cammino che lavoratori e imprenditori hanno percorso insieme con un unico obiettivo: il sostegno dell'impresa. Perchè se una pmi cresce, cresce anche il lavoro e solo da questa consapevolezza può partire un percorso di sviluppo attraverso un dialogo ad ampio raggio tra le parti sociali che possa contribuire in maniera decisiva per risolvere i problemi principali del nostro Paese".
Con la sottoscrizione dell’ Intesa Applicativa degli Accordi Interconfederali vigenti, Confapi (Confederazione delle PMI che raccoglie 120 mila aziende, con 2,3 milioni di addetti) e Cgil, Cisl e Uil hanno, infatti, reso pienamente operativi gli strumenti bilaterali che le confederazioni hanno messo a disposizione delle imprese e dei lavoratori in questi anni. Si tratta, infatti, di un’ importante intesa che definisce le modalità di azione per dare organicità agli interventi in materia di previdenza complementare, sanità integrativa, formazione permanente e continua, salute e sicurezza, apprendistato, welfare, osservatorio della contrattazione e del lavoro. La bilateralità del sistema Confapi infatti si occuperà di previdenza complementare con il FONDAPI (Fondo nazionale pensione complementare), sanità integrativa con il SANAPI (Fondo di assistenza sanitaria integrativa), formazione permanente e continua con il FAPI (Fondo Formazione PMI), salute e sicurezza con l’OPNC (Organismo Paritetico Nazionale Confapi), apprendistato, sostegno al reddito e di contrattazione con l’ENFEA (Ente Nazionale per la Formazione e l'ambiente). Si tratta di attività concrete che sono garantite in forma partecipativa e condivisa fra le parti sociali datoriale e sindacale.

 
Le pmi incontrano i candidati alla carica di presidente della Regione PDF Stampa E-mail

In vista delle elezioni amministrative che si terranno in Lombardia il prossimo 24 e 25 febbraio, CONFAPI INDUSTRIA ha invitato i candidati alla carica di presidente della Regione a partecipare a un incontro con gli imprenditori eletti dall’assemblea dell’associazione delle piccole e medie imprese di Milano, Monza e Brianza, Lodi, Pavia e Bergamo. Gli imprenditori che saranno presenti sono esponenti del Consiglio direttivo, dei Comitati di distretto delle cinque provincie nonché i presidenti delle categorie merceologiche firmatarie di CCNL. L’evento rappresenta un’opportunità per far incontrare la piccola e media impresa industriale e di servizio alla produzione nel territorio lombardo e i candidati alla carica di presidente per un confronto sulle esigenze e le priorità delle pmi rappresentate da CONFAPI INDUSTRIA, la realtà che dal 1946 affianca l’impresa per accompagnarla nella sfida della competitività, non solo nell’ambito tradizionale della rappresentanza, ma anche relativamente all’adeguamento alle normative, all’efficienza dei processi, all’innovazione e sviluppo, all’accesso al credito, all’apertura ai mercati mondiali. All’incontro sarà invitata inoltre una delegazione di imprenditori associati attenta alle proposte di governo della Regione e interessata alle ricadute sulla loro attività professionale.

 
Al via i Bond Brianza, 10 mln per le imprese del territorio PDF Stampa E-mail

Un plafond di 10 milioni di euro  per sostenere le imprese della Brianza. E' quanto mette a disposizione Bond Imprese Brianza, iniziativa promossa da Banca Popolare di  Bergamo, Camera di commercio di Monza e Brianza e Provincia di Monza Brianza. A firmare la convenzione presso la sede della Camera di commercio di Monza e  Brianza che ha dato il via al progetto anche CONFAPI INDUSTRIA.  I bond Brianza si chiamano 'T al quadrato-Territorio per il  Territorio', un prestito obbligazionario con un plafond di 5 milioni (periodo di collocamento dal 4 febbraio al 20 marzo 2013), destinato a risparmiatori privati e imprese del territorio. Questa raccolta,  grazie al raddoppio da parte di Banca Popolare di Bergamo, consentira' di avere a disposizione un plafond di 10 milioni per finanziamenti  finalizzati a supportare la realizzazione di programmi di sviluppo, la creazione di occupazione e la riqualificazione professionale dei  dipendenti, nonche' di far fronte alle esigenze di liquidita'. Potranno beneficiare le imprese di tutti i settori iscritte alla  Camera di commercio di Monza e Brianza e collegate al sistema  associativo, attraverso finanziamenti compresi tra 25 mila e 500 mila  euro, con durata fino a 48 mesi.

 
Nota operativa per l’applicazione delle politiche attive PDF Stampa E-mail

In relazione a quanto contenuto nel Patto per le politiche attive del lavoro 2013 ed in attesa del pieno recepimento delle disposizioni dell’Accordo Quadro 2013, in relazione agli obblighi di attivazione delle politiche attive da parte dei lavoratori, si forniscono le seguenti indicazioni operative condivise tra la Regione Lombardia e le Parti Sociali.
Interventi B: i lavoratori, a partire dall’1 febbraio 2013, hanno l’obbligo di attivarsi entro 15 giorni dalla loro effettiva sospensione in CIGD, indipendentemente dalle modalità della sospensione medesima, a valere sul dispositivo Dote Lavoro Riqualificazione e Ricollocazione, seguendo le indicazioni contenute nell’accordo sindacale aziendale e comunicate dall’azienda utilizzando il format di cui all’Allegato 3 dell’Accordo Quadro 2013.  Anche i lavoratori che nel mese di gennaio hanno usufruito della CIGD, qualora siano ancora sospesi, hanno l’obbligo di attivarsi a partire dall’1 febbraio.
I contenuti dei percorsi di formazione/riqualificazione o ricollocazione dovranno quindi essere obbligatoriamente previsti negli accordi aziendali secondo quanto indicato nel modello dell’accordo standard per l’intervento B.
Interventi A: i lavoratori, a partire dall’1 febbraio 2013, hanno la facoltà di attivarsi, a valere sul dispositivo Dote Lavoro Riqualificazione e Ricollocazione, mentre l’obbligo di attivazione previsto dall’Accordo Quadro viene differito all’1 aprile 2013 per i soli lavoratori che a quella data saranno ancora sospesi. Anche i lavoratori che nel mese di gennaio hanno usufruito della CIGD, qualora siano ancora sospesi, hanno la facoltà di attivarsi a partire dall’1 febbraio.
Il lavoratore, nell’individuare i percorsi di politica attiva da intraprendere, deve attuare le indicazioni contenute nell’accordo sindacale aziendale e comunicategli dall’azienda, utilizzando il format di cui all’Allegato 3 dell’Accordo Quadro 2013.
Il Servizio Formazione di CONFAPI INDUSTRIA supporta le imprese e i lavoratori nell’attivazione dei percorsi legate alle politiche attive. Per prenotare i colloqui è possibile inviare una mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Speciale novità fiscali PDF Stampa E-mail

A seguito dell’applicazione a regime delle disposizioni che recepiscono la direttiva 2010/45/Ue, varate con l'art. 1 del dl n. 216/2012 e transitate nella legge Stabilità n. 228 del 24/12/2012, numerose sono le novità introdotte nel nostro ordinamento,  a partire da quelle in materia di Iva e fatturazione a decorrere dalle operazioni effettuate dal 1° gennaio 2013.
Nella circolare in allegato  sono stati affrontati gli aspetti salienti di tali nuove normative, che saranno poi maggiormente approfondite nel corso del seminario informativo gratuito organizzato dal servizio Fiscale Gestionale Societario di CONFAPI INDUSTRIA, presso tutte le nostre sedi. Collegandosi al seguente link, è possibile prendere visione del testo integrale della circolare informativa e delle date seminario su ciascuna sede:
http://portale.apmi.it/gestioneNewsFiscale.php?portale=apimilano&mostraSolo=Notizie
http://portale.apmi.it/gestioneNewsFiscale.php?portale=apimilano&mostraSolo=Eventi
http://portale.apmi.it/apimilano/eventi/Allegati/887/Invito_Milano.pdf
Per informazioni contattare il Servizio Fiscale Gestionale Societario Tel: 02.67140268.

 
«InizioPrec.951952953954955956957958959960Succ.Fine»

Pagina 959 di 1058