Home News - Newsflash
Newsflash


A.P.I. al Tavolo per lo sviluppo del Comune di Milano sul Progetto Navigli PDF Stampa E-mail

Lo scorso 17  luglio il direttore generale Stefano Valvason ha partecipato, in rappresentanza di A.P.I., al Tavolo per lo sviluppo del Comune di Milano sul Progetto Navigli. Si tratta di un progetto che prevede la riapertura dei Navigli milanesi per recuperare cinque tratti dello storico tracciato di fine Ottocento, realizzando così un sistema continuo costituito da un canale e da piste ciclo pedonali che apportino nuova qualità urbana in modo omogeneo.
La riapertura completa del canale navigabile, che sarà possibile in una seconda fase dei lavori, avrà un’estensione totale di 7,7 chilometri, creando itinerari navigabili e ciclabili tra i fiumi Ticino e Adda, in una rete verde e turistica che va oltre la città e la regione.
A.P.I. apprezza il progetto per l'attrattività turistica, per la qualificazione ambientale - con possibile riduzione dell'inquinamento e del traffico, per un sistema alternativo di riscaldamento degli edifici (pompe di calore), per le ricadute economiche, per l'attenzione posta alla sicurezza idraulica (es. rispetto all’esondazione del fiume Seveso), ma soprattutto per il concept all'avanguardia che proietta Milano nel futuro, come altre capitali europee stanno già facendo.
Ciononostante il direttore generale Valvason ha ribadito l'importanza di creare alternative per la mobilità sia nel trasporto di persone che di merci, di creare nuovi parcheggi di interscambio e di potenziare il trasporto pubblico. Inoltre, ha evidenziato l’opportunità di svolgere i lavori per la scopertura del Naviglio in contemporanea con quelli della MM4, così da ridurre i disagi causati dalla cantieristica, e la necessità di regolamentare gli accessi per i manutentori e per il carico e scarico merci.
Da ultimo, ha evidenziato l'importanza di armonizzare e coordinare gli interventi del Piano di Governo del Territorio per evitare che crescano le disuguaglianze tra centro e periferie.
Infatti questa prima fase del progetto valorizza prevalentemente le zone centrali della città con conseguente valorizzazione del patrimonio immobiliare.


Cliccando qui è possibile trovare maggiori dettagli e indicazioni sul "Progetto Navigli"

Per informazioni: Segreteria di Direzione, Tel. 02671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Gas naturale: tagliare i costi della fornitura con PMI Energy PDF Stampa E-mail

E’ in fase di avvio la trattativa per la fornitura di gas naturale degli oltre 150 punti di riconsegna aventi decorrenza su anno termico (ottobre – settembre) e già aderenti allo specifico gruppo d’acquisto di PMI Energy. Il lavoro costante di questi anni ha portato alle aziende del Gruppo di Acquisto importanti vantaggi: i nuovi ingressi hanno beneficiato di risparmi sul prezzo gas mediamente oltre il 20% rispetto alle precedenti condizioni contrattuali o a quelle contestualmente proposte da potenziali fornitori.
Per le imprese non aderenti è il momento giusto per valutare questa opportunità e approfittare della trattativa in corso.

Per informazioni: PMI Energy, telefono 0267140229 - e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Ungari Group: da 50 anni sempre in movimento PDF Stampa E-mail

Un percorso verso i più alti standard di formazione, sicurezza ed efficienza.
50 anni di lavoro sono un traguardo importante che Ungari desidera festeggiare insieme a clienti, fornitori, partner e amici che hanno condiviso i suoi valori. Nata con Francesco Ungari nel 1968 come officina meccanica, la Ungari è cresciuta negli anni fino a diventare la realtà che è oggi. Da mezzo secolo mette la sua professionalità ed esperienza al servizio del cliente per garantire qualità ed efficienza nella movimentazione delle merci.
L’evento a partecipazione gratuita sarà interattivo e partecipativo in un ambiente fresco e ricco di novità.

Ungari Group è lieta di ospitare coloro che parteciperanno all'evento il prossimo 14 settembre alle ore 14:00 presso la sede dell'azienda in Via dell'Innovazione 18/20 a Cormano (MI).


Per visualizzare il programma cliccare qui 

Per scaricare la locandina invito cliccare qui 

Per informazioni e iscrizioni:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o cliccare qui 
Evento gratuito. Le iscrizioni dovranno pervenire entro venerdì 7 settembre. Saranno accolte in base all’ordine cronologico di arrivo fino a esaurimento posti. 

 
Bando Manifattura Milano PDF Stampa E-mail

Il Comune di Milano sta organizzando una giornata per celebrare i protagonisti della manifattura e dell’artigianato che operano a Milano e zone limitrofe. Il titolo (provvisorio) dell’evento è "Manifatture Aperte" in programma sabato 29 settembre 2018, in concomitanza con la 7° edizione del World Manufacturing Forum di Cernobbio.  
L'intento del Comune di Milano è aprire al pubblico, per un giorno, i luoghi della produzione manifatturiera e artigianale. 
A.P.I., in qualità di partner del Comune di Milano, partecipa alla realizzazione promuovendo l’iniziativa.  Alle imprese (pmi, laboratori artigianali, fablab e makerspace, startup, centri di ricerca etc.) è richiesto di organizzare una giornata di apertura straordinaria con visite guidate, laboratori, dimostrazioni etc.  
Il Comune, tramite un fornitore, si occuperà della segreteria tecnica, raccolta e gestione delle prenotazioni, comunicazione, materiale promozionale e coordinamento prima e durante l’evento.  

L’avviso scadrà il prossimo 23 luglio.

Per scaricare il bando e i relativi allegati cliccare qui 

Per informazioni: Segreteria di Presidenza, tel. 0267140263 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Galassi: Basta rigidità e costi per le imprese, così si affossa la ripresa. PDF Stampa E-mail

«Rigidità, maggior burocrazia, rischio di contenziosi, scarsa flessibilità in ingresso e in uscita, sono di nuovo costi a carico delle imprese che disincentiveranno progetti di sviluppo e assunzioni. Dobbiamo avere il coraggio per guardare oltre, per definire la Politica Industriale italiana e guardare al futuro, questa la chiave per il rilancio».
Questo il commento espresso dal presidente di A.P.I. Paolo Galassi all’indomani dell’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del cosiddetto “Decreto Dignità”.
«L’Italia è la seconda potenza manifatturiera in Europa ma non è mai stata varata una vera politica industriale che pensi al futuro delle imprese. Infatti, per salvaguardare l’occupazione va incentivato lo sviluppo delle imprese, in particolare quelle piccole e medie che sono la spina dorsale del nostro tessuto economico. I temi sul tavolo sono chiari: ridurre il costo del lavoro, abbassare il costo energetico, dare più credito alle imprese, sostenere l’idea imprenditoriale, garantire la formazione continua e la riqualificazione del lavoratore, favorire gli incentivi all’innovazione, allo sviluppo e all’internazionalizzazione, dare attenzione alla nuova imprenditoria – prosegue Galassi».
Quanto alla delocalizzazione, un tema caro alle grandi imprese e non alle PMI che operano in Italia, il presidente di A.P.I. Galassi chiude lanciando un messaggio chiaro «ci vogliono politiche coordinate con l’Europa, le stesse regole economiche e del mercato del lavoro, la delocalizzazione non si controlla sono in Italia. Il lavoro in alcuni stati esteri non può costare un terzo di quello italiano. Noi abbiamo delle eccellenze, pensiamo alla moda, alla tecnologia, alla meccanica di precisione, con lavoratori che tutto il mondo ci invidia. Dunque, sono necessarie politiche di integrazione comunitaria in materia di impresa e lavoro. Le PMI, ribadisco, sono disponibili a un confronto con il Governo per difendere l’impresa e il valore di produzione in Italia».



Segui A.P.I. su:
Twitter: @APIdal1946 
LinkedIn: A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie
Youtube: A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie
Hashtag: #apifaimpresa 

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa A.P.I. 
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  
Tel. 0267140267 - Cell. 3280736266

Per accedere alla Sala Stampa cliccare qui

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 3 di 19