Home News - Newsflash
Newsflash


Bando Manifattura Milano PDF Stampa E-mail

Il Comune di Milano sta organizzando una giornata per celebrare i protagonisti della manifattura e dell’artigianato che operano a Milano e zone limitrofe. Il titolo (provvisorio) dell’evento è "Manifatture Aperte" in programma sabato 29 settembre 2018, in concomitanza con la 7° edizione del World Manufacturing Forum di Cernobbio.  
L'intento del Comune di Milano è aprire al pubblico, per un giorno, i luoghi della produzione manifatturiera e artigianale. 
A.P.I., in qualità di partner del Comune di Milano, partecipa alla realizzazione promuovendo l’iniziativa.  Alle imprese (pmi, laboratori artigianali, fablab e makerspace, startup, centri di ricerca etc.) è richiesto di organizzare una giornata di apertura straordinaria con visite guidate, laboratori, dimostrazioni etc.  
Il Comune, tramite un fornitore, si occuperà della segreteria tecnica, raccolta e gestione delle prenotazioni, comunicazione, materiale promozionale e coordinamento prima e durante l’evento.  

L’avviso scadrà il prossimo 23 luglio.

Per scaricare il bando e i relativi allegati cliccare qui 

Per informazioni: Segreteria di Presidenza, tel. 0267140263 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Galassi: Basta rigidità e costi per le imprese, così si affossa la ripresa. PDF Stampa E-mail

«Rigidità, maggior burocrazia, rischio di contenziosi, scarsa flessibilità in ingresso e in uscita, sono di nuovo costi a carico delle imprese che disincentiveranno progetti di sviluppo e assunzioni. Dobbiamo avere il coraggio per guardare oltre, per definire la Politica Industriale italiana e guardare al futuro, questa la chiave per il rilancio».
Questo il commento espresso dal presidente di A.P.I. Paolo Galassi all’indomani dell’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del cosiddetto “Decreto Dignità”.
«L’Italia è la seconda potenza manifatturiera in Europa ma non è mai stata varata una vera politica industriale che pensi al futuro delle imprese. Infatti, per salvaguardare l’occupazione va incentivato lo sviluppo delle imprese, in particolare quelle piccole e medie che sono la spina dorsale del nostro tessuto economico. I temi sul tavolo sono chiari: ridurre il costo del lavoro, abbassare il costo energetico, dare più credito alle imprese, sostenere l’idea imprenditoriale, garantire la formazione continua e la riqualificazione del lavoratore, favorire gli incentivi all’innovazione, allo sviluppo e all’internazionalizzazione, dare attenzione alla nuova imprenditoria – prosegue Galassi».
Quanto alla delocalizzazione, un tema caro alle grandi imprese e non alle PMI che operano in Italia, il presidente di A.P.I. Galassi chiude lanciando un messaggio chiaro «ci vogliono politiche coordinate con l’Europa, le stesse regole economiche e del mercato del lavoro, la delocalizzazione non si controlla sono in Italia. Il lavoro in alcuni stati esteri non può costare un terzo di quello italiano. Noi abbiamo delle eccellenze, pensiamo alla moda, alla tecnologia, alla meccanica di precisione, con lavoratori che tutto il mondo ci invidia. Dunque, sono necessarie politiche di integrazione comunitaria in materia di impresa e lavoro. Le PMI, ribadisco, sono disponibili a un confronto con il Governo per difendere l’impresa e il valore di produzione in Italia».



Segui A.P.I. su:
Twitter: @APIdal1946 
LinkedIn: A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie
Youtube: A.P.I. Associazione Piccole e Medie Industrie
Hashtag: #apifaimpresa 

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Stampa A.P.I. 
email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.  
Tel. 0267140267 - Cell. 3280736266

Per accedere alla Sala Stampa cliccare qui

 
On line il report su: European Payment Report (EPR) PDF Stampa E-mail

On line i risultati dell'indagine promossa nei mesi scorsi da Intrum lo European Payment Report (EPR), che monitora le abitudini di pagamento di consumatori, imprese e Pubblica Amministrazione (PA) in Italia e in altri Paesi europei. 
L’EPR presenta uno spaccato della situazione italiana unitamente ad uno spaccato della situazione relativa ai pagamenti negli altri paesi europei.

Per visualizzare il report cliccare qui 
Per scaricare il comunicato stampa cliccare qui


Per informazioni: Servizio Comunicazione, te. 0267140263 - mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Iscriviti al Corso Gratuito – INTERNET OF ROBOTIC THINGS: Le nuove frontiere dell’automazione per l’industria e per il terziario 4.0 PDF Stampa E-mail

Nell’ambito dell’importante partnership stretta tra A.P.I. e SIAM sul tema della manifattura 4.0, è possibile partecipare gratuitamente al corso IFTS “INTERNET OF ROBOTIC THINGS: Le nuove frontiere dell’automazione per l’industria e per il terziario 4.0”, che sarà attivato da SIAM grazie ai finanziamenti di Regione Lombardia e Fondo Sociale Europeo.
Dopo il successo delle prime due edizioni, SIAM propone un nuovo percorso formativo di specializzazione superiore particolarmente innovativo dedicato a chi intende acquisire le competenze indispensabili per diventare un professionista dell’Advanced Manufacturing e dell’Automazione.Il corso è stato progettato per formare tecnici e operatori nel campo dell’Automazione Avanzata: partendo dall’elettronica e dalla meccanica, si esplorerà il mondo della robotica integrandolo a quello dell’ Internet of Things.Obiettivo primario del corso è formare un esperto/tecnico superiore per la progettazione e lo sviluppo delle tecnologie dell’automazione  per l’industria e per il terziario.
L’intervento formativo spazia dalle nuove tecnologie che caratterizzano la rivoluzione 4.0, all’utilizzo di applicazioni informatiche per la robotica e l’automazione, includendo tutte le tematiche e le competenze proprie dell’ambito gestionale e organizzativo oltre che quelle della comunicazione  contemporanea e dei nuovi strumenti del design thinking .Il corso è fortemente caratterizzato da un approccio laboratoriale; rifacendosi alle tipiche modalità dei fablab, luoghi dove si impara-facendo, gli allievi apprenderanno come utilizzare gli strumenti principali della prototipazione rapida digitale e dell’ advanced fabrication.
L’obiettivo è acquisire le competenze per padroneggiare non solo le tecnologie fonte di innovazione, ma anche il loro impatto nelle tecniche e nei processi di produzione industriali, oltre che sull’organizzazione delle imprese che erogano servizi.
L’intervento formativo è rivolto a giovani fino a 29 anni alla data di avvio del corso prevista per il 30 Ottobre 2018, residenti o domiciliati in Lombardia e in possesso almeno di uno dei seguenti titoli:

  • diploma di istruzione secondaria superiore;
  • diploma professionale di tecnico ovvero attestato di competenza III livello europeo conseguito in percorsi IFP antecedenti l’anno formativo 2009/2010. 

Gli allievi frequenteranno un percorso di orientamento e assessment che li accompagnerà alla fase di tirocinio in azienda: i tutor supporteranno gli allievi sulla costruzione del proprio profilo professionale ( bilancio di competenza, CV europeo, CV creativo e portfolio) e erogheranno diversi seminari e workshop per lo sviluppo delle competenze personali, organizzative e comunicative. 

Per candidarsi è necessario inviare il proprio CV entro il 20.07.2018 all'indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Scarica la comunicazione informativa cliccando qui

Per prendere visione dei dettagli sul corso e per visualizzare il video dedicato all’edizione precedente cliccare qui

Per informazioni: Servizio Comunicazione: tel. 02.67140263 - mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
ASEG GALLONI SPA: 70 anni in pole position PDF Stampa E-mail

1948, San Colombano al Lambro: Attilio Galloni, fresco di studi in elettrotecnica, intuisce le potenzialità dell’induzione elettronica e realizza la prima fonditrice industriale al mondo per metalli preziosi e leghe speciali. E’ un successo immediato nei settori orafo e dentale abituati a strumenti arcaici con riscaldamento a fiamma. Questa è la prima affermazione “in volata” di ASEG Galloni.
In oreficeria e odontotecnica la compattezza della struttura abbinata alla levigatezza della superficie sono le caratteristiche fisiche qualificanti del pezzo fuso, con l’asticella delle aspettative sempre in crescita. La capacità e la qualità produttiva, la sicurezza del personale, la riduzione dei consumi energetici, la crescente sensibilità ecologica hanno orientato la ricerca aziendale di soluzioni migliorative: fusione in vuoto, in vuoto e pressione, pulizia del metallo in fusione con gas inerte, fonditrici basic o automatiche, con sequenze di processo replicabili, certificazioni di compatibilità elettromagnetica, efficienza energetica. 
Lo stato dell’arte è la smart factory di Industria 4.0: nella fusione la fonditrice e l’iniettore di cera sono i due elementi a elevata tecnologia determinanti per il risultato. In ASEG Galloni, collaborando con Riacetech, un produttore di iniettori di cera di alta gamma, è stata sviluppata la linea “R Intuitive” con fonditrice in vuoto / pressione e iniettore: tramite tablet si gestisce e controlla il sistema e si archiviano i dati di processo. 

ASEG Galloni ha un catalogo commerciale dedicato all‘oreficeria e al dentale:

  • fonditrici elettroniche ad induzione con aspirazione / con aspirazione e compressione;
  • fonditrici centrifughe elettroniche ad induzione con o senza vuoto;
  • forni elettronici statici per la colata in staffa e lingottiera- analizzatori per metalli preziosi.

Nei prodotti a catalogo le personalizzazioni sono limitate. 
Per valorizzare il patrimonio tecnologico, recentemente sono  state esplorate opportunità in settori industriali che richiedono versioni rivisitate per uno specifico processo. In quest’ottica sono le fonditrici a elevata potenzialità in vuoto e pressione, sviluppate insieme a un produttore italiano di componenti in leghe di alluminio per l’aerospaziale e l’aereonautica. Dopo la fornitura è proseguito il dialogo per affinare il processo di fusione raggiungendo un livello prestazionale difficilmente immaginabile originariamente; con reciproca soddisfazione, l’esperienza è stata trasferita nella realizzazione di un’altra unità. 
Il traguardo commerciale è riassunto in venticinquemila unità, un tasso di esportazione dell’80% in 45 Paesi e clienti di prestigio: orafi di fama internazionale, odontotecnici, scuole e università specializzate.
I riconoscimenti ufficiali ricevuti nel 1983, 1990 e 1999 premiano la dedizione alla ricerca e l’attenzione alla qualità costruttiva.
Oggi ASEG Galloni è una moderna realtà industriale con uno staff qualificato, estesa su 7000 mq, con un proprio Centro Didattico di Microfusione dedicato a corsi di apprendimento e aggiornamento sulle fonditrici per i rivenditori e a dimostrazioni per potenziali clienti nella finalizzazione di acquisto.

La seconda generazione della famiglia Galloni è proprietaria e gestisce l’impresa con i fondamentali di innovazione, qualità ed etica imprenditoriale che hanno ispirato il fondatore.

Per essere sempre aggiornati sulle novità dell'impresa: www.galloni-aseg.com 

Per contattare ASEG GALLONI S.p.A. 
Via Don Luigi Sturzo n. 20
20078 San Colombano al Lambro (MI)
Tel. 0371 200233
Fax. 0371 898705
mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.



logo_aseg_s



foto_1_aseg_s



foto_2_aseg_2

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 9 di 25