Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


13 dicembre, Milano - Workshop: “L’innovazione come modello di sviluppo - strumenti operativi e opportunità di crescita” PDF Stampa E-mail

L’innovazione rappresenta per l’Europa la leva per la crescita sociale ed economica. Per questo motivo, l’Unione Europea mette a disposizione delle PMI che vogliono fare innovazione, strumenti per la valutazione del proprio potenziale e finanziamenti per poterlo realizzare.
In quest’ottica A.P.I. ha organizzato, il prossimo 13 dicembre a partire dalle ore 14.30, un incontro formativo rivolto alle aziende con progetti innovativi. Nel corso del quale, sarà presentato il servizio, finanziato da fondi europei, che consente alle PMI selezionate di valutare la propria gestione dell’innovazione, confrontarsi con i dati di analoghe aziende europee e avere utili indicazioni per migliorare questi processi ed essere più competitivi. 
Alcune delle aziende interessate potranno, inoltre, beneficiare di una consulenza specialistica gratuita, che grazie all’impiego di innovativi strumenti di assessment e al contributo di manager esperti, permetterà alle imprese coinvolte di ottenere un documento che delinea la propria capacità di gestire i processi di innovazione e di individuare le azioni concrete per il loro miglioramento. Dagli aspetti strategici alla cultura interna, dal coinvolgimento dei dipendenti agli incentivi utilizzati, dal tasso di successo di nuovi prodotti e servizi alla gestione delle idee fino agli strumenti migliori per finanziarle.
Sarà, inoltre, presentato lo SME Instrument, finanziamento europeo pensato per le piccole e medie imprese, che prevede un contributo a partire da 50.000€ a fondo perduto, con relativo approfondimento sulle modalità di partecipazione allo strumento e alle tipologie di proposte che possono essere presentate.

Programma:
ing. Stefano Valvason, direttore generale A.P.I. 
- Apertura dei lavori 
dott.ssa Cinzia Morisco, project manager di Innovhub SSI 
- SME Instrument, finanziamenti per progetti innovativi 
dott.ssa Susy Longoni, project manager di Innovhub SSI
- Presentazione servizio per il miglioramento della capacità di gestione dell’innovazione, Case Study 

Al termine delle relazioni sarà lasciato spazio agli ospiti per un “Question & Answer”

Conclusione dei lavori intorno alle 18.00 con un aperitivo di networking.

Le imprese interessate a partecipare possono registrarsi inviando una mail all'indirizzo  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. compilando il modulo privacy scaricabile cliccando qui 

Cliccare qui per scaricare il save the date.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Legge di Bilancio 2019 - aggiornamenti PDF Stampa E-mail

Il 5 novembre scorso, il Governo ha trasmesso al Parlamento il disegno di legge di Bilancio 2019, approvato nei giorni scorsi. Il testo definitivo, composto da 108 articoli, conferma l’impianto sostanziale della Manovra, rinviando riforma delle pensioni e reddito di cittadinanza ad appositi provvedimenti. Riepiloghiamo le principali novità fiscali, che in caso di approvazione da Camera e Senato, entreranno in vigore dal 1 gennaio 2019.

Superammortamento
Il disegno di legge di Bilancio 2019 non contiene la proroga del superammortamento, i cui termini restano quelli stabiliti dall'art. 1, comma 29, della Legge di Bilancio 2018 (Legge 27 dicembre I017, n. 205). Il costo di acquisizione è maggiorato del 30 per cento per i soggetti titolari di reddito d’impresa e gli esercenti arti e professioni che effettuano investimenti in beni materiali strumentali nuovi (esclusi i veicoli e gli altri mezzi di trasporto di cui all’art. 164, comma 1, del Tuir), dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018, oppure entro il 30 giugno 2019, a condizione che entro il 31 dicembre 2018 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento.

Iperammortamento
L’Iperammortamento, confermato per il 2019, sarà applicato con tre aliquote differenziate in proporzione all’entità dell’investimento, andando a favore delle piccole imprese. La misura si applica agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, destinati a strutture produttive situate in Italia, effettuati entro il 31 dicembre 2019, oppure entro il 31 dicembre 2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.
Le nuove aliquote saranno:
150 per cento per gli investimenti di importo fino a 2,5 milioni di euro;
100 per cento per gli investimenti tra 2,5 e 10 milioni;
50 per cento per gli investimenti di importo tra 10 e 20 milioni di euro.Nulla è previsto per gli investimenti complessivi superiori a 20 milioni di euro.

Mini IRES
Prevista la riduzione di 9 punti percentuali, dal 24 al 15 per cento, dell'aliquota IRES sugli utili (esclusi gli utili destinati a riserve non disponibili, al netto delle riduzioni del patrimonio netto con attribuzione, a qualsiasi titolo, ai soci o partecipanti) reinvestiti in beni strumentali materiali nuovi (art. 102 del Tuir, con esclusione degli investimenti in immobili e veicoli), nel periodo d'imposta precedente oppure utilizzati per la copertura del costo del personale dipendente assunto con contratto a tempo determinato o indeterminato (l’agevolazione è riconosciuta già per le assunzioni effettuate dal 1° ottobre 2018).
L’agevolazione decorre dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2018 (per i soggetti anno solare, dal 1° gennaio 2019).Si precisa che per ciascun periodo d’imposta, l’ammontare degli investimenti dev'essere determinato tenuto conto dell’ammortamento dei beni strumentali materiali nuovi, nei limiti dell’incremento del costo complessivo fiscalmente riconosciuto di tutti i beni strumentali materiali.Non è ancora chiaro il meccanismo, ma si tratterebbe in sostanza di un maxi sconto sull’aliquota di 9 punti percentuali (contro il 7,2 del superammortamento). L’idea è quella di una rimodulazione molto equilibrata che mira a dare una spinta alla domanda di beni nuovi.

Bonus Formazione 4.0
Il provvedimento non accenna al credito d'imposta, introdotto lo scorso anno dalla legge di Bilancio (Legge 27 dicembre 2017, n. 205), per le spese sostenute in attività formative a beneficio dei dipendenti.
È probabile che sarà incluso, con emendamento, tra gli investimenti agevolabili con la mini-IRES. A confermarlo è il sottosegretario all’Economia, Massimo Garavaglia, precisando che «l’Ires al 15% potrà essere utilizzata anche dalle imprese che investiranno i propri utili nella formazione 4.0».

Bonus Ricerca e Sviluppo
Il bonus legato all’investimento in attività di ricerca e sviluppo previsto al 50% in misura unica, verrà destinato solo ad alcune tipologie di spesa e l’incentivo spetterà nella misura del 25%, fino ad una soglia massima di spesa pari a 10 milioni di euro, rispetto ai 20 milioni attuali.

Flat tax 
A partire dal 2019, partirà la flat tax al 15% per partite IVA e piccole imprese con ricavi e compensi fino a 65mila euro.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali. Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati. Le prossime scadenze sono:

15 novembre

Contabilità - registrazione
Scade il termine per l'annotazione delle fatture attive del mese precedente e per l'annotazione nel registro dei corrispettivi degli incassi dell'intero mese precedente qualora risultino dall'emissione di scontrini e/o ricevute fiscali (in caso contrario i corrispettivi devono essere annotati entro il giorno non festivo successivo).

Fatturazione differita
Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l'operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente.La fattura deve anche contenere l'indicazione della data e del numero dei documenti cui si riferisce. Per tutte le cessioni e prestazioni di servizi effettuate nel mese precedente fra gli stessi soggetti è possibile emettere una sola fattura riepilogativa.

16 novembre

IVA - liquidazione periodica - soggetti mensili

Versamento dell'IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l'utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6010 (versamento IVA mensile - ottobre), da parte dei contribuenti IVA. mensili.

IVA - soggetti trimestrali
Versamento dell'IVA a debito del 3° trimestre da parte dei contribuenti trimestrali, con l'utilizzo del mod. F24 - codice tributo 6033, con la maggiorazione dell’1% a titolo di interessi.

Ritenute alla fonte
Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l'esercizio di arti e professioni - provvigioni per intermediazione – retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.L’obbligo riguarda anche le ritenute operate da condomini per le prestazioni derivanti da contratti diappalto e d’opera effettuate nell’esercizio di impresa, anche non abitualmente (codici tributo 1019 e 1020 quale acconto, rispettivamente, a titolo di Irpef e di Ires).

Addizionali
Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente.

INPS - Versamento contributi lavoro dipendente
Versamento dei contributi INPS relativi alle retribuzioni dei dipendenti corrisposte nel mese precedente.

20 novembre

ENASARCO - Versamento contributi preponenti nel rapporto di agenzia
Scadenza per il versamento dei contributi relativi alle provvigioni liquidate agli agenti e rappresentanti nel 3° trimestre 2018, compilando apposita distinta online sul sito Enasarco e inserendo le provvigioni dei propri agenti, in automatico, verrà calcolato il contributo dovuto. 

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fiscale - Scadenzario novembre PDF Stampa E-mail

Nell’area riservata alle imprese associate è possibile visionare un elenco delle principali scadenze previste per il mese di novembre.
Cliccare qui per prendere visione del testo integrale del documento.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Sportello digitale sul sito Agenzia Entrate Riscossione PDF Stampa E-mail

L’agenzia delle Entrate Riscossione ha attivato uno sportello digitale in cui i contribuenti potranno gestire le proprie pratiche senza andare allo sportello.
Una volta collegati al sito dell’Agenzia delle entrate Riscossione è sufficiente inserire le credenziali di Spid, Agenzia delle entrate, Inps o Carta Nazionale dei Servizi per:

  • controllare la propria situazione debitoria;
  • pagare cartelle e avvisi;chiedere e ottenere una rateizzazione fino a un massimo di 60 mila euro;
  • sospendere la riscossione nei casi previsti dalla legge;
  • visualizzare tutti i documenti, compresi quelli relativi alla Definizione agevolata.


Cliccare qui per accedere all’area riservata.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 79