Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Bando Tutto Food 2019 PDF Stampa E-mail

Contributo a fondo perduto di € 2.400,00 per la partecipazione alla fiera Tutto Food 2019 per aziende lombarde che non sono ancora iscritte alla manifestazione. Le aziende selezionate potranno ottenere:

- stand preallestito di 9 mq, inclusa quota di adesione, assicurazione, iscrizione a catalogo, pulizia stand, impianti idraulici, impianti elettrici e consumi. 
- accesso alla piattaforma “MyMatching” di Fiera Milano per l’organizzazione di incontri b2b;
- disponibilità di 4 slot di 45 minuti c/o l’Academy Showcooking di Tuttofood, per la presentazione al pubblico dei propri prodotti;
- coinvolgimento ad uno degli eventi organizzati nell’ambito della “Milano Food City”, che animerà le strade del capoluogo lombardo dal 3 al 9 maggio

Il pacchetto indicato ha valore di € 3.550,00. A parziale copertura del costo è previsto contributo a fondo perduto € 2.400,00.
Le domande potranno essere presentate attraverso piattaforma telematica dal 1 febbraio 2019 al 31 marzo 2019 e saranno soggette ad istruttoria secondo la procedura valutativa a sportello. Il contributo è erogato in regime “de minimis”.

Per informazioni: Servizio Finanziario, tel.  039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Nuova Legge Sabatini – riapertura sportello PDF Stampa E-mail

Con decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo Economico è stata rifinanziata la “Nuova Legge Sabatini” il cui sportello per la presentazione delle domande di agevolazione riaprirà il prossimo 7 febbraio 2019. Il contributo in conto interessi verrà calcolato al tasso del 2,75% sull’importo del finanziamento ottenuto con piano convenzionale d’ammortamento a rate semestrali della durata di 5 anni. Il finanziamento può coprire fino al 100% degli investimenti ed essere assistito dalla garanzia del fondo centrale di garanzia. Per favorire la transizione del sistema produttivo alla manifattura digitale, agli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID) e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti verrà riconosciuta una maggiorazione del 30% del contributo. 

Per informazioni contattare: Servizio Finanziario tel.  039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fattura elettronica - liquidazione Iva PDF Stampa E-mail

Nel corso del Videoforum del 23 gennaio scorso, l’Agenzia delle Entrate ha confermato che per quanto concerne i contribuenti IVA trimestrali è possibile l’esercizio della detrazione dell’IVA sugli acquisti nel trimestre di riferimento purché la fattura sia ricevuta e registrata entro il giorno 15 del secondo mese successivo al trimestre, in tempo quindi per potere operare la corretta liquidazione IVA, l’unica eccezione riguarda i documenti di acquisto riferite alle operazioni effettuate nell'anno precedente. Questa interpretazione trae spunto dalla modifica introdotta dall'art. 14 del dl 119/2018 che dispone che il diritto alla detrazione non è più legato alla ricezione della fattura, ma al momento in cui è effettuata l’operazione, purché essa sia recapitata entro i termini della liquidazione e registrata entro il giorno 15 del mese successivo. Eccezion fatta per le operazioni fatte a cavallo d’anno, se la fattura è emessa a dicembre ma la ricezione e registrazione avviene nel mese di gennaio, allora l’Iva è detraibile nel mese di gennaio (e non dicembre). La disposizione si riferiva ai contribuenti mensili pertanto era necessario un chiarimenti per ciò che concerne i contribuenti trimestrali che è appunto arrivata con questa precisazione nel corso del video forum. Nel corso degli approfondimenti l’Agenzia delle Entrate ha sottolineato altresì l’importanza di effettuare opportuni controlli al fine verificare la presenza di fatture per operazioni inesistenti, sul proprio cassetto fiscale. In tali casi, il contribuente dovrà segnalare l’accaduto alla Guardia di Finanza e comunicare al soggetto emittente il rifiuto della fattura, chiedendo contestualmente l’immediata emissione di nota di credito.
 
Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fattura Elettronica le risposte fornite dall’Agenzia PDF Stampa E-mail

Lo scorso 15 gennaio è stato organizzato un Videoforum dal Consiglio nazionale dei commercialisti con l’agenzia delle Entrate, nel corso del quale sono state fatte numerose domande in tema fattura elettronica e le risposte sono state poi suddivise nei seguenti blocchi tematici:

 ·        Contenuto delle fatture elettroniche
·         Emissione e ricezione
·         Conservazione
·         QR code
·         Obblighi invio dati per dichiarazione precompilata
·         Spese per carburanti
·         Rapporti con l’estero
·         Portale fatture e corrispettivi
·         Deleghe

Nello specifico il CN dei Commercialisti ha chiesto se nel campo “Data” dovesse essere riportata la data di emissione/trasmissione della fattura allo SdI o con quella di effettuazione dell’operazione. La risposta fornita, rimanda all’art. 21 del D.P.R. 633/72 secondo cui la data della fattura è la data effettuazione operazione. In caso di fattura differita la data della fattura è la data di emissione della FE poiché all’interno della fattura sono riportati i dati dei DDT che identificano il momento di effettuazione dell’operazione.
Cliccare qui per prendere visione del documento completo.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Quali sono le novità del "Decretone"? PDF Stampa E-mail

Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso 17 gennaio, il decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni, pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 29 gennaio. Il decreto prevede l’introduzione, a partire dal prossimo aprile:

- del reddito e della pensione di cittadinanza per i soggetti e i nuclei familiari in condizioni di particolare disagio economico e sociale;
- di una ridefinizione dei requisiti minimi per l’accesso al pensionamento anticipato e di misure per incentivare l’assunzione di lavoratori giovani.

Nell’ambito del reddito di cittadinanza è prevista una riqualificazione professionale, che passa dalla formazione. Gli enti di formazione accreditati saranno abilitati a stipulare un patto di formazione che preveda un percorso formativo volto ai beneficiari del reddito di cittadinanza. I patti di formazione possono essere stipulati anche dal datore di lavoro, al momento dell’assunzione del soggetto beneficiario del reddito di cittadinanza. Inoltre, sono previsti incentivi (con obbligo di restituzione, in caso di licenziamento) per le aziende che assumono soggetti titolari di reddito di cittadinanza, nell’ordine dei contributi previdenziali e assistenziali pari alla differenza tra i 18 mesi del reddito di cittadinanza e i mesi già usufruiti dal beneficiario.
 
Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 3 di 89