Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Modificati i limiti per l’organo di controllo obbligatorio nelle Srl PDF Stampa E-mail

E’ proprio di questi giorni la notizia delle modifiche apportate dal legislatore, la voce delle PMI è stata ascoltata. A.P.I. è, infatti, intervenuta più volte ai tavoli istituzionali e sulla stampa per chiedere la revisione della legge, affinché non diventasse l’ennesima barriera al fare impresa, aggiungendo nuovi costi e adempimenti.
Il primo risultato è stato raggiunto, ma l'azione di tutela da parte di A.P.I. prosegue, per garantire che in Italia le condizioni per fare impresa siano sempre più a misura di  PMI.

Il D.L. 18 aprile 2019 n. 32 (“sblocca cantieri”) è stato approvato in via definitiva della Camera e convertito in legge. Una delle novità più importanti riguarda la modifica dei parametri previsti attualmente dal Codice della crisi d’impresa e dell'insolvenza (D.Lgs.12 gennaio 2019, n. 14) ai fini dell'obbligo di nomina dell'organo di controllo nelle Srl.

Affinché scatti l’obbligo, basta il superamento per due esercizi consecutivi di uno dei seguenti limiti:
- 4 milioni di attivo di stato patrimoniale;
- 4 milioni di ricavi;
- 20 dipendenti.

L’obbligo cessa invece quando per tre esercizi consecutivi non viene superato alcuno dei nuovi limiti. È stata inoltre modificata la norma che permetteva alla Pubblica Amministrazione di escludere dalle gare le imprese non in regola con il versamento di imposte e contributi, esclusione che adesso opera esclusivamente per le irregolarità in via definitiva.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali. Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati.
Le prossime scadenze sono:

25 giugno 

INTRASTAT - mensili
Presentazione degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari relativi al mese precedente. Presentazione in via telematica. 

30 giugno

*Acconto delle imposte 2019 (prorogate al 22 luglio per i contribuenti soggetti agli ISA)
Versamento saldo 2018 e prima rata di acconto 2019 a titolo di IRPEF, IRES e IRAP senza alcuna maggiorazione. E' possibile rateizzare l'importo in sei rate, a partire dal 21 agosto, con l’aggiunta di interessi. 

*Diritto annuale camere di commercio (slitta al 1 luglio)
Scade il termine per il versamento - con modello F24 - del diritto annuale 2019 dovuto per le Camere di Commercio (codice tributo 3850-diritto camerale).
 
Ravvedimento Operoso
Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento:
- dell’imposta dovuta;
- degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito;
- della sanzione in misura ridotta.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fiscale - Scadenzario giugno PDF Stampa E-mail

Nell’area riservata alle imprese associate è possibile visionare un elenco delle principali scadenze previste per il mese di giugno.
Cliccare qui per prendere visione del testo integrale del documento.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
ISA: disponibile il software PDF Stampa E-mail

L’Agenzia delle entrate ha finalmente reso disponibile on line “Il tuo Isa”, il software con il quale professionisti e imprese possono calcolare il proprio indice sintetico di affidabilità fiscale e godere del regime premiale, come l'esonero dall’apposizione del visto di conformità sulla dichiarazione annuale per la compensazione di crediti. 
Il software permette di caricare i dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, creare una nuova posizione, inserire i dati necessari per il calcolo e preparare la posizione da allegare alla dichiarazione dei redditi.
I dati forniti dall’Agenzia potranno essere consultati e acquisiti in modalità puntuale, tramite il cassetto fiscale, o in modalità massiva, attraverso Entratel, da parte degli intermediari. Una volta valorizzati i quadri l’applicazione fornisce un punteggio da 1 a 10 del livello di affidabilità raggiunto.

Al programma si accede cliccando qui 

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Nuovi esoneri per i corrispettivi telematici PDF Stampa E-mail

Entra nel vivo il nuovo obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi in vigore dal 1° gennaio 2020 e anticipato al 1° luglio 2019 per i contribuenti con volume d’affari superiore a 400.000 euro nel 2018. In particolare, con il D.M. 10 maggio 2019 pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 18 maggio 2019, sono stati disposti nuovi esoneri dall'obbligo per:

le operazioni non soggette all’obbligo di certificazione dei corrispettivi, ai sensi dell’art. 2 del D.P.R. 21 dicembre 1996, n. 696 (vendita di tabacchi, quotidiani e periodici, cessione di alcuni prodotti agricoli, ecc.), del D.M. 13 febbraio 2015 (servizi di stampa e recapito dei duplicati di patente e servizi di gestione e rendicontazione del relativo pagamento) e del D.M. 27 ottobre 2015 (prestazioni di servizi di telecomunicazione, teleradiodiffusione e di servizi elettronici);
le prestazioni di trasporto pubblico collettivo di persone e di veicoli e bagagli al seguito, se i biglietti di trasporto assolvono la funzione di certificazione fiscale;
le operazioni collegate a quelle di cui sopra, nonché alle operazioni di cui all’art. 22 del decreto Iva, effettuate in via marginale rispetto alle precedenti o rispetto a quelle soggette agli obblighi di fatturazione (a tal fine, la norma specifica che si considerano marginali le operazioni i cui ricavi o compensi non superano l’1 per cento del volume d’affari registrato nel 2018). Solo fino al 31 dicembre 2019;
le operazioni effettuate a bordo di navi, aerei o treni qualora il trasporto sia internazionale.
gli esercenti impianti di distribuzione di carburante sono esonerati dall’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, per le operazioni di cui all’art. 22 del D.P.R. n. 633/1972, diverse dalle cessioni di benzina o di gasolio, i cui ricavi o compensi non sono superiori all’1 per cento del volume d’affari del 2018; per dette operazioni continuerà a essere obbligatorio il rilascio della ricevuta fiscale o dello scontrino fiscale.

Queste operazioni continueranno a essere annotate nel registro dei corrispettivi. Cliccare qui per accedere al testo completo.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 4 di 107