Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Comunicazione dei dati liquidazione Iva al 17 settembre PDF Stampa E-mail

La normativa vigente indica che le comunicazioni trimestrali delle liquidazioni Iva devono essere trasmesse entro la fine del secondo mese successivo a ogni trimestre, pertanto, il 30 settembre (1 ottobre in quanto il 30 è domenica) dovrebbe essere il termine ultimo per la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva relative al secondo trimestre 2018, tuttavia lo scadenziario dell'Agenzia delle Entrate anticipa la scadenza al 17 settembre 2018.
In attesa di ulteriori comunicazioni si considera il 17 settembre il termine ultimo per la comunicazione IVA, da effettuarsi, direttamente o tramite un intermediario abilitato, in via telematica con l’utilizzo del modello "Comunicazioni liquidazioni periodiche IVA”.Sono tenuti all'adempimento i soggetti tenuti alla presentazione della dichiarazione Iva o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche Iva.
Oggetto dell’adempimento è l’invio di una comunicazione sintetica dei dati contabili riepilogativi delle operazioni di liquidazione dell’imposta.
La Risoluzione n. 104/E del 28 luglio 2017 dell’Agenzia delle Entrate chiarisce l’applicabilità dell’istituto del ravvedimento operoso alle sanzioni.
Cliccare qui per prendere visione del testo della risoluzione.


Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Start up – progetti di innovazione tecnologica PDF Stampa E-mail

Contributo a fondo perduto del 50% dei costi ammissibili, fino ad un massimo di € 30.000, che verrà erogato dalla CCIAA di Milano, Monza Brianza e Lodi, alla conclusione del progetto a seguito di rendicontazione dei costi sostenuti. Possono partecipare start up ovvero MPMI iscritte al registro delle imprese da non meno di 12 mesi e non più di 36 mesi con progetti innovativi realizzati utilizzando soluzioni tecnologiche, applicazioni, prodotti/servizi innovativi incentrati sulle tecnologie 4.0. da parte.
Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10:00 del 4 settembre 2018 sino alle ore 12:00 del 4 ottobre 2018 attraverso il sistema http://servizionline.milomb.camcom.it/front-rol/

Per visionare il testo del bando cliccare qui.

Per visionare il manuale di compilazione della domanda cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Finanziario, tel.  039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Voucher digitalizzazione MISE PDF Stampa E-mail

Lo scorso 1 agosto è stato pubblicato il decreto direttoriale del Ministero delle Sviluppo Economico con il quale è possibile prorogare al 14 dicembre 2018 l’ultimazione delle spese legate al progetto di digitalizzazione aziendale.
La richiesta di erogazione del voucher potrà essere richiesta entro il 14 marzo 2019.
Si ricorda che la domanda di erogazione del voucher potrà essere presentata solo a seguito della conclusione del progetto e del pagamento a saldo di tutte le spese attraverso procedura informatica a partire dal 14 settembre 2018 fino al 14 marzo 2019.

Per visualizzare il decreto direttoriale del 1 ° agosto 2018 cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Finanziario, tel.  039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Bonus pubblicità, disponibile il modello per il credito d’imposta PDF Stampa E-mail

È disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il modello per richiedere il credito d’imposta per gli investimenti incrementali in campagne pubblicitarie. Il modello potrà essere presentato direttamente dai soggetti (imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali) che intendono beneficiare del bonus, tramite società del gruppo o intermediari abilitati.Per gli investimenti effettuati o da effettuare nell’anno 2018, la comunicazione per l’accesso al credito d’imposta dovrà essere presentata dal 22 settembre al 22 ottobre 2018. Mentre la dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati nell’anno 2018 potrà essere presentata dal 1 al 31 gennaio dell’anno 2019. 
Per gli investimenti sostenuti nell'anno di imposta 2017 è possibile presentare domanda di adesione al credito nel periodo compreso tra il 22 settembre 2018 ed il 22 ottobre 2018, tuttavia il Dipartimento per l'informazione e l'editoria pubblicherà solo in data 21 novembre l’elenco degli aventi diritto al credito.Pertanto ci si chiede che importo indicare nella dichiarazione dei redditi 2018 relativa al periodo d’imposta 2017 dato che il 21 novembre, data in cui verrà pubblicato l’elenco degli aventi diritto al credito, è successivo al termine di presentazione della dichiarazione dei redditi fissato al 31 ottobre. A tal fine si attendono chiarimenti.
Nello specifico si fa riferimento agli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali (articolo 57-bis del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, e successive modificazioni).Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che l’ammontare complessivo degli investimenti pubblicitari realizzati superi almeno dell’1% l’importo degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi d’informazione nell’anno precedente.Il credito d’imposta spetta anche in relazione agli investimenti effettuati, esclusivamente sulla stampa (anche online), dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017, rispetto agli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nel corrispondente periodo dell’anno 2016.
Il credito d’imposta è pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati, elevato al 90% nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e start-up innovative e potrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione tramite modello F24.

Cliccare qui per maggiori informazioni.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Super e iperammortamento, ulteriori chiarimenti PDF Stampa E-mail

La risoluzione n. 62/E del 9 agosto dell’Agenzia delle Entrate contiene ulteriori chiarimenti in merito ai criteri per la corretta distinzione della componente immobiliare, rispetto alla componente mobiliare degli investimenti in magazzini autoportanti, poiché fabbricati e costruzioni non rientrano tra gli investimenti agevolabili, pertanto relativamente ai magazzini autoportanti bisogna distinguere la componente immobiliare da quella mobiliare (macchinari, congegni e altri impianti, funzionali ad uno specifico processo produttivo).
I magazzini autoportanti sono investimenti che rappresentano elementi di più ampie e articolate unità immobiliari, realizzate per esigenze di attività produttive e commerciali in genere che, per caratteristiche intrinseche, sono censibili in catasto nelle categorie del Gruppo D (“immobili a destinazione speciale”).
Nel caso di investimento in magazzini autoportanti, la circolare chiarisce che l’agevolazione del super e iperammortamento è limitata alla componente impiantistica o in altre parole per le componenti mobiliari, ossia le componenti escluse dalla determinazione della rendita catastale.

Cliccare qui
per prendere visione della circolare completa.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 6 di 75