Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali. Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati. Le prossime scadenze sono:

15 maggio

Contabilità – registrazione
Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l'operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente.

16 maggio

IVA - Soggetti trimestrali 
Versamento dell'IVA a debito del primo trimestre dell'anno da parte dei contribuenti trimestrali, maggiorata dell’1% (la maggiorazione non si applica nel caso di regimi speciali di cui all’art. 74, comma 4, D.P.R. n. 633/1972) con l'utilizzo del mod. F24 - codice tributo 6031.

IVA - Liquidazione periodica - soggetti mensili
Versamento dell'IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l'utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6004 (versamento IVA mensile - aprile), da parte dei contribuenti IVA mensili.

Ritenute alla fonte
Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l'esercizio di arti e professioni - provvigioni per intermediazione - retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24. L’obbligo riguarda anche le ritenute operate da condomìni per le prestazioni derivanti da contratti di appalto e d’opera effettuate nell’esercizio di impresa, anche non abitualmente (codici tributo 1019 e 1020 quale acconto, rispettivamente, a titolo di IRPEF e di IRES).

Addizionali 
Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 0267140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fiscale - Scadenzario maggio PDF Stampa E-mail

Nell’area riservata alle imprese associate è possibile visionare un elenco delle principali scadenze previste per il mese di maggio.
Cliccare qui per prendere visione del testo integrale del documento.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 0267140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Modifiche al regime forfettario PDF Stampa E-mail

La Circolare n. 9/E del 10 aprile 2019 dell’Agenzia delle entrate conferma le cause ostative di cui alle lettere d) e d-bis) del comma 57. In relazione alle lettera d) non possono applicare il regime forfettario gli esercenti attività d’impresa arti o professioni che contemporaneamente all’esercizio dell’attività, partecipano a società di persone, associazioni o imprese familiari o che controllano srl che svolgono attività riconducibili a quella da loro svolta in regime forfetario. Qualora il contribuente si trovasse in una delle condizioni tali da far scattare l’applicazione della causa ostativa in esame già a partire dal 2019, lo stesso potrà comunque applicare nell’anno 2019 il regime forfetario, ma dovrà rimuovere la causa ostativa entro la fine del 2019, a pena di fuoriuscita dal regime forfetario dal 2020. Non possono, inoltre, avvalersi del regime forfetario, lett. d-bis) le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta, ad esclusione degli “ex praticanti” che iniziano una nuova attività dopo aver svolto il periodo di pratica obbligatorio ai fini dell'esercizio di arti o professioni.
A differenza della precedente causa ostativa che faceva espresso riferimento alla verifica della percezione di redditi di lavoro dipendente e assimilati nell’anno precedente, la nuova causa ostativa fa riferimento all’attività esercitata “prevalentemente” nei confronti di datori di lavoro ovvero di soggetti direttamente o indirettamente a essi riconducibili con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta.
Di conseguenza, la verifica del requisito della prevalenza va effettuata solo al termine del periodo d’imposta.
Cliccare qui per accedere alla circolare.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Agevolazioni autotrasportatori, dichiarazione trimestrale PDF Stampa E-mail

Per fruire dei benefici fiscali relativi ai consumi di gasolio, effettuati nel primo trimestre del 2019, entro il prossimo 30 aprile, gli autotrasportatori, con veicoli di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 7,5 tonnellate, devono presentare, all'Ufficio delle Dogane territorialmente competente, un'apposita dichiarazione. È possibile recuperare fino a € 214,18 per mille litri di gasolio consumati. Per provare il consumo di gasolio, è necessario conservare le relative fatture di acquisto che dovranno obbligatoriamente riportare la targa del veicolo, così come confermato dall’agenzia delle dogane nella nota n. 64837/RU del 7.6.2018. È possibile, ottenere il rimborso, con accredito direttamente sul proprio conto corrente, o la compensazione del credito d'imposta (fino al 31 dicembre 2019), con modello F24, codice tributo 6740. Il credito in compensazione potrà essere utilizzato fino al 31.12.2020, altrimenti si dovrà chiedere il rimborso della parte non utilizzata. L'importo del credito, sia quello usato in compensazione che quello residuo, deve essere evidenziato nell'apposita sezione del quadro RU del modello Redditi.
Cliccare qui per accedere alla pagina dell’Agenzia delle Dogane. 
 
Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali.
Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati.
Le prossime scadenze sono:

16 aprile

IVA - soggetti mensili
Versamento dell'Iva a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l'utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6003 (versamento IVA mensile - marzo), da parte dei contribuenti IVA mensili. 

Versamento rata del saldo IVA dovuta in base alla dichiarazione annuale
Versamento seconda rata dell'IVA relativa al periodo d'imposta 2018 risultante dalla dichiarazione annuale IVA 2018, con la maggiorazione dello 0,33% a titolo di interessi. Codice tributo in F24 6099 – (Versamento IVA sulla base della dichiarazione annuale). 

Ritenute
Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l'esercizio di arti e professioni - provvigioni per intermediazione - retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24. L’obbligo riguarda anche le ritenute operate da condomìni per le prestazioni derivanti da contratti di appalto e d’opera effettuate nell’esercizio di impresa, anche non abitualmente. 

Addizionali
Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente.

23 aprile

Imposta di bollo su fatture elettroniche
I soggetti obbligati ad assolvere l'imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre dell'anno, dovranno procedere al pagamento, in unica soluzione, dell'imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre dell'anno, mediante il servizio nell'area riservata del soggetto passivo IVA, presente sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate, con addebito su conto corrente bancario o postale, oppure utilizzando il Modello F24 predisposto dall'Agenzia delle Entrate con modalità esclusivamente telematica.
 
La scadenza del 20 aprile 2019 slitta al 23 aprile in quanto il 20 cade di sabato e lunedì 22 è festivo.

26 aprile

Intrastat – mensili/trimestrali 
Presentazione degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari relativi al mese/trimestre precedente. Presentazione in via telematica. 

La scadenza, originariamente fissata al 25 aprile 2019, slitta al 26 aprile in quanto il 25 è festivo.

30 aprile

Dichiarazione IVA
Presentazione della Dichiarazione IVA 2019 relativa all'anno d'imposta 2018, nel periodo compreso tra il 1 febbraio e il 30 aprile, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati. 

Spesometro
Comunicazione in via telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute nel terzo e quarto trimestre solare del 2018 o, per chi ha optato per la comunicazione semestrale, delle fatture emesse e ricevute nel secondo semestre 2018.
 
Esterometro - Comunicazione dei dati delle fatture emesse/ricevute soggetti UE/extraUE 
Comunicazione delle cessioni di beni e prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato relative al mese di gennaio 2019. La comunicazione è facoltativa per tutte le operazioni per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche secondo le regole stabilite nel Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate prot. 89757/2018.

Iva credito infrannuale 
Presentazione Modello IVA TR per la richiesta di rimborso o utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale. 

Ravvedimento Operoso 
Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento: dell’imposta dovuta; degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito; della sanzione in misura ridotta. 

Approvazione bilanci società 
Entro 120 giorni dalla data di chiusura dell’esercizio, l’assemblea dei soci delle società ed enti con esercizio sociale coincidente con l’anno solare deve approvare il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre; per le Onlus il mancato rispetto di questa scadenza comporta la decadenza dai benefici fiscali. 

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 7 di 104