Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Pool confidi per sostenere le piccole e medie imprese della Lombardia PDF Stampa E-mail

Confapi Lombarda Fidi e Artigianfidi Lombardia presentano l’accordo volto a sostenere la concessione e l’ampliamento degli affidamenti commerciali alle Piccole e Medie Imprese.
L’accordo consentirà alle Banche che aderiranno all’iniziativa di accedere alla garanzia congiunta di entrambi i Confidi (cogaranzia) pari all’80% dell’affidamento destinato all’anticipazione di portafoglio commerciale, fatture e contratti delle imprese affidate.  L’iniziativa vuole consentire alle imprese di disporre degli affidamenti necessari per il sostegno del circolante, consentendo alle Banche di limitare il rischio di credito pur ampliando gli affidamenti o concedendone di nuovi.

 
Decreto compensazione crediti Pa: pubblicazione in Gazzetta PDF Stampa E-mail

È stato pubblicato il decreto che sancisce le modalità con le quali i crediti non prescritti, certi, liquidi ed esigibili, maturati nei confronti delle Regioni, degli Enti locali e degli Enti del Servizio Sanitario Nazionale per somministrazione, forniture e appalti, possono essere compensati per il pagamento totale o parziale delle somme dovute per cartelle di pagamento e atti per tributi erariali e per tributi regionali e locali, nonché per contributi assistenziali e previdenziali e per premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali.
Il titolare del credito, acquisita la necessaria certificazione, la presenta all’agente della riscossione competente e nel caso in cui il pagamento riguardi solo una parte delle somme dovute. Il contribuente è tenuto, contestualmente, ad indicare all’agente della riscossione le posizioni debitorie che intende estinguere.

 
Decreto certificazione dei crediti vantati verso la P.A. PDF Stampa E-mail

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze che sblocca i problematici rapporti commerciali che si sono venuti a creare tra lo Stato e le imprese creditrici: in particolare il decreto riguarda la certificazione dei crediti verso la pubblica amministrazione.
Ai sensi di tale decreto la certificazione:
•             si può richiedere dall’impresa utilizzando un modulo predefinito, sia cartaceo, sia telematicamente, su apposita piattaforma informatica; con la procedura informatica sono previste semplificazioni nella cessione dei crediti (non sarà necessario l’atto pubblico);
•             può essere rilasciata dalle amministrazioni dello Stato, dalle pubbliche amministrazioni locali e dagli enti del Servizio Sanitario Nazionale;
•             si prevede il rilascio entro 60 giorni dalla richiesta; in caso di mancata risposta entro il termine predetto la Ragioneria territoriale dello Stato attiverà i poteri sostitutivi (prevista anche la nomina di un Commissario ad acta), prevedendo il rilascio entro ulteriori 60 giorni;
•             sarà valida ai fini della cessione, pro-soluto e pro-solvendo, dei crediti nonché della richiesta di anticipazioni alle banche;
•             indicherà una data di pagamento certa che comunque non potrà essere superiore a 12 mesi, che decorrerà dalla data di richiesta;
•             la certificazione indicherà i debiti erariali iscritti a ruolo dell’impresa certificata: si dovrebbero indicare gli importi lordi di credito e debito;
•             nel modulo di domanda l’impresa dovrà accettare di non attivare procedimenti in sede giurisdizionale fino alla data del pagamento indicata dalla certificazione (per quelle senza data l’impegno sarà per 12 mesi dalla data di certificazione). Resta comunque salva la possibilità per l’impresa di non chiedere la certificazione e di attivare procedimenti ingiuntivi.

 
Leasing e noleggio: proroga comunicazione dati al 29 ottobre PDF Stampa E-mail

La comunicazione all’Anagrafe tributaria dei dati dei contratti di leasing e noleggio stipulati da società e operatori commerciali slitta dal 30 giugno al 29 ottobre 2012. Lo ha previsto il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 26 giugno, che ha tenuto conto delle richieste delle associazioni di categoria di avere più tempo per poter raccogliere le informazioni da trasmettere.

 
Auto di imprese e professionisti: deducibilità al 27,5% PDF Stampa E-mail

Tra le novità contenute nella Riforma del Lavoro approvata la scorsa settimana vi è la riduzione della deducibilità dei costi delle auto per imprese e lavoratori autonomi a partire dal 1° gennaio 2013. I costi di tali auto, infatti, saranno deducibili non più nella misura del 40%, come ad oggi, ma nella misura del 27,5%. Il limite di deducibilità delle spese relative alle auto concesse in uso promiscuo ai dipendenti scenderà, inoltre, dal 90% attuale al 70%. Resta, invece, ferma all’80% la deducibilità delle spese relative alle auto utilizzate da agenti e rappresentanti di commercio.

 
«InizioPrec.61626364656667686970Succ.Fine»

Pagina 70 di 89