Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali. Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati.
Le prossime scadenze sono:

15 giugno 
Contabilità - registrazioneEmissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l'operazione nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente.

18 giugno 

IVA - Liquidazione periodica - soggetti mensili
Versamento dell'IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l'utilizzo del mod. F24 - codice tributo: 6005 (versamento Iva mensile - maggio), da parte dei contribuenti Iva mensili.

Ritenute alla fonte 
Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l'esercizio di arti e professioni - provvigioni per intermediazione - retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.
L’obbligo riguarda anche le ritenute operate da condomìni per le prestazioni derivanti da contratti di appalto e d’opera effettuate nell’esercizio di impresa, anche non abitualmente (codici tributo 1019 e 1020 quale acconto, rispettivamente, a titolo di Irpef e di Ires). 

Imposta sulle cessioni beni ai soci
Le Società che, entro il 30 settembre 2017 hanno assegnato o ceduto ai soci beni immobili (eccetto quanto previsto dall art. 43, comma 2, primo periodo, del D.P.R. n. 917/1986) o beni mobili non utilizzati come beni strumentali nell'attività propria dell'impresa e che si avvalgono del regime fiscale agevolato di carattere temporaneo previsto dall'art. 1, commi da 115 a 120, della legge n. 208/2015, dovranno versare il restante 40% dell'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell'Irap. L'imposta sostitutiva è dovuta nella misura dell'8% ovvero del 10,5% per le società considerate non operative in almeno due dei tre periodi d'imposta precedenti a quello in corso al momento dell'assegnazione, cessione o trasformazione. Inoltre, le riserve in sospensione d'imposta annullate per effetto dell'assegnazione dei beni ai soci e quelle delle società trasformate sono assoggettate ad imposta sostitutiva nella misura del 13%
Codici Tributo:

  • imposta sostitutiva per l'assegnazione, cessione dei beni ai soci o società trasformate - articolo 1, comma 116, della legge 28 dicembre 2015, n. 208
  • imposta sostitutiva sulle riserve in sospensione d'imposta annullate per effetto dell'assegnazione dei beni ai soci o società trasformate - articolo 1, comma 116, della legge 28 dicembre 2015, n. 208

N.B. Il regime agevolato è subordinato alla condizione che tutti i soci risultino iscritti nel libro dei soci, ove prescritto, alla data del 30 settembre 2017.


IMU 
Scade il termine per il versamento della prima rata IMU.

TASI 
Scade il termine per il versamento della prima rata TASI.


Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fisco - Scadenzario giugno PDF Stampa E-mail

Nell’area riservata alle imprese associate è possibile visionare un elenco delle principali scadenze previste per il mese di giugno.
Cliccare qui per prendere visione del testo integrale del documento.
Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Voucher Digitali I4.0 PDF Stampa E-mail

On line il bando della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, per la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle MPMI.
Le agevolazioni saranno concesse sotto forma di voucher a copertura del 50% dei costi ammissibili con un contributo massimo di € 12.000,00 che verrà erogato alla conclusione del progetto a seguito di rendicontazione dei costi sostenuti.
Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 09:00 del 4 giugno 2018 sino alle ore 12:00 del 28 settembre 2018 attraverso il sistema della camera, disponibile cliccando qui 
Le domande presentate seguiranno la procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico di presentazione.
Per maggiori informazioni potete visionare la circolare dedicata cliccando qui

Cliccare qui per accedere al testo del bando integrale. Il Servizio Finanziario è a disposizione per approfondimenti e verifiche operative.

Per informazioni contattare: Servizio Finanziario, tel.  0399418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fatturazione elettronica:ammessa la conservazione in formato pdf PDF Stampa E-mail

L’Agenzia delle Entrate, nel corso del Videoforum dell’Esperto risponde, ha chiarito che si potrà continuare a conservare la fattura elettronica in formato pdf senza obbligo di utilizzare il formato xml, a condizione che il contenuto dei documenti sia identico e prodotto in conformità alle vigenti linee guida (D.P.C.M. 3 dicembre 2013). Il documento conservato in pdf costituisce una copia informatica dell’originale che rimane in ogni caso il file in xml inviato al Sdi e ivi custodito. 
In sostanza viene riconosciuto il principio della prevalenza della sostanza sulla forma secondo cui Le copie e gli estratti informatici del documento informatico, hanno la stessa efficacia probatoria dell'originale da cui sono tratte se la loro conformità all'originale, in tutti le sue componenti, è attestata da un pubblico ufficiale a ciò autorizzato o se la conformità non è espressamente disconosciuta. Resta fermo, ove previsto, l'obbligo di conservazione dell'originale informatico. 
Durante lo stesso incontro è stato chiarito che non sono soggette a Iva le operazioni di cessione o di ricarica delle fuel card multiuso, che non solo permettono di acquistare carburante presso soggetti diversi dall'emittente, ma permettono anche di acquistare più prodotti con aliquote differenti. La carta multiuso, infatti, costituisce un semplice documento di legittimazione la cui cessione non richiede l'emissione di fattura elettronica perché non soggetta, trattandosi di cessione di denaro.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Nessuna proroga per la fattura elettronica sui carburanti PDF Stampa E-mail

La proposta di introdurre un doppio regime, e quindi di fatto una proroga, in materia di fatturazione elettronica nella cessione di carburanti, presentata come emendamento al decreto legge Alitalia, è stata dichiarata non ammissibile dalla Commissione speciale sugli atti urgenti per estraneità alla materia.
Nessuna richiesta di variazione era stata invece presentata rispetto agli obblighi di fatturazione elettronica per le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.
Quindi le due novità partiranno regolarmente dal prossimo 1° luglio come previsto dalla legge di Bilancio 2018.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 8 di 69