Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


18 marzo, Milano - Seminario " Industria 4.0 a misura di PMI: le agevolazioni per le imprese che fanno innovazione" PDF Stampa E-mail

La Legge di Bilancio per il 2020 ha introdotto una serie di importanti novità che impattano sul Piano Nazionale Impresa 4.0.
Il servizio Fiscale Gestionale Societario e il servizio Finanziario di A.P.I. propongono, il 18 marzo a Milano dalle 10.00 alle 12.30, un seminario gratuito dedicato all’approfondimento di tutte le novità in vigore da quest’anno.
Cliccare qui per accedere al programma e procedere all’iscrizione.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Crisi d’impresa: mini proroga di 4 mesi per la nomina del revisore PDF Stampa E-mail

Il Decreto Milleproroghe sposta al momento di approvazione del Bilancio 2019 (quindi aprile 2020) il termine per la nomina del revisore, che precedentemente era stato indicato al 16 dicembre 2019. 
Si ricorda che il Codice della crisi d’impresa e dell'insolvenza (D.Lgs.12 gennaio 2019, n. 14) prevede che, ai fini dell'obbligo di nomina dell'organo di controllo nelle Srl, basta il superamento per due esercizi consecutivi di uno dei seguenti limiti:

- 4 milioni di attivo di stato patrimoniale;
- 4 milioni di ricavi;
- 20 dipendenti.

L’obbligo cessa invece quando per tre esercizi consecutivi non viene superato alcuno dei nuovi limiti.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Nuovi chiarimenti su appalti e nuovo certificato regolarità fiscale PDF Stampa E-mail

I nuovi chiarimenti arrivano con la Circolare 1/E del 12 febbraio 2020, in cui l'Agenzia delle Entrate definisce l'ambito applicativo delle nuove regole negli appalti superiori a 200.000 euro annui (D.L. n. 124/2019, c.d. Decreto Fiscale) per i quali le imprese appaltatrici devono versare le ritenute sui redditi di lavoro dipendente e assimilati dei lavoratori impiegati, senza compensarle in F24 (a eccezione dei crediti maturati come sostituto d’imposta).

La parte committente dovrà, invece, monitorare che le imprese appaltatrici versino correttamente delle ritenute trasmesse In dettaglio il committente, entro 5 giorni lavorativi successivi alla scadenza del termine per il pagamento delle ritenute, deve controllare che:
le ritenute siano state versate senza compensazione (tranne quelle maturate in qualità di sostituto d’imposta);
la retribuzione oraria corrisposta a ogni singolo lavoratore non sia manifestamente incongrua;
le ritenute fiscali per ciascun lavoratore non siano manifestamente incongrue rispetto alla retribuzione corrisposta (almeno pari al 15% della retribuzione imponibile).
 
Se dal controllo emerge un omesso o insufficiente versamento delle ritenute, il committente deve sospendere il pagamento dei corrispettivi e comunicarlo all’Agenzia delle Entrate entro 90 giorni. Inoltre, una precisazione importante viene fatta sul concetto di utilizzo prevalente di manodopera, che per l’Agenzia ricomprende tutte le tipologie di lavoro, manuale e intellettuale, quindi ricomprendendo anche le società di servizi. La nuova disciplina non si applica alle persone fisiche, alle società semplici che non esercitano attività d’impresa, agricola o arti o professioni e ai condomini.
Altra interessante novità è la possibilità di non applicare la disciplina, se l’impresa appaltatrice ottiene dall’Amministrazione finanziaria il certificato di regolarità fiscale che dovrà successivamente trasmettere al committente, in stile “durc”.
Il certificato di regolarità fiscale sarà messo a disposizione dell’impresa presso un qualunque ufficio territoriale della Direzione provinciale competente (per il momento non è prevista la consegna telematica) a partire dal terzo giorno lavorativo di ogni mese e avrà validità di 4 mesi dalla data del rilascio.
Alla fine della circolare 1/E si parla anche di una moratoria. Infatti, nel caso in cui fino al 30 aprile prossimo l’appaltatore abbia versato correttamente le ritenute, senza usare deleghe distinte per committente, non saranno applicate le sanzioni. 

Clliccando qui è possibile prendere visione del testo integrale della circolare 1/E relativa agli appalti.
Clliccando qui è possibile prendere visione del testo integrale del provvedimento relativo al certificato di regolarità fiscale.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Zona Rossa Coronavirus: adempimenti tributari sospesi PDF Stampa E-mail

E’ in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il decreto ministeriale che dispone la sospensione dei versamenti delle imposte, delle ritenute e gli adempimenti tributari per i contribuenti e le imprese residenti o che operano negli undici comuni della Zona Rossa. 
La sospensione dei termini riguarda i versamenti e gli adempimenti tributari in scadenza nel periodo compreso tra il 21 febbraio e il 31 marzo 2020.
Rientrano nella sospensione i termini relativi: alle cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione e gli accertamenti esecutivi.
Sono interessati dalla sospensione le persone fisiche e i soggetti diversi che alla data del 21 febbraio 2020 avevano la residenza o la sede operativa nei seguenti Comuni. 

Lombardia: 
Bertonico, • Casalpusterlengo, • Castelgerundo, • Castiglione D'Adda, • Codogno, • Fombio, • Maleo, • San Fiorano, • Somaglia, • Terranova dei Passerini.

Veneto: 
Vò.

Per i sostituti d'imposta con sede legale o operativa negli stessi comuni non operano le ritenute alla fonte per il periodo di sospensione. Gli adempimenti e i versamenti sospesi dovranno essere effettuati in un'unica soluzione entro il 30 aprile 2020.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali.
Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati.
Le prossime scadenze sono:

28 febbraio

Conguaglio sostituti di imposta
Scade oggi il termine per effettuare il conguaglio tra le ritenute operate e l'imposta dovuta ai fini IRPEF sui redditi di lavoro dipendente e assimilati e per la determinazione delle addizionali regionale e comunale all'IRPEF.

UNIEMENS flussi contributivi e retributivi
Invio telematico dal sito INPS della Comunicazione dei dati retributivi e contributivi UniEmens, nonché delle informazioni necessarie per l’implementazione delle posizioni assicurative individuali e per l’erogazione delle prestazioni, relativi al mese precedente.

Libro Unico Lavoro - LUL
Registrazione e stampa del Libro unico del lavoro o, nel caso di soggetti gestori, di consegna di copia al soggetto obbligato alla tenuta, in relazione al periodo di paga precedente, entro la fine del mese successivo.

29 febbraio

Liquidazioni periodiche IVA - Comunicazione
I soggetti passivi IVA devono inviare, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel quarto trimestre del 2019. Quest’anno scadenza posticipata al 2 marzo in quanto il termine cade di sabato. La Comunicazione relativa al quarto trimestre può, in alternativa, essere effettuata con la dichiarazione annuale IVA, che, in tal caso, deve essere presentata entro il mese di febbraio dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.

Ravvedimento operoso 
Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento: dell’imposta dovuta; degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito; della sanzione in misura ridotta. 

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 8 di 137