Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Bando AL VIA - rifinanziato PDF Stampa E-mail

Mix di agevolazioni tra cui un contributo a fondo perduto in conto capitale fino ad un massimo del 15% delle spese ammissibili, un finanziamento a medio-lungo termine erogato da Finlombarda e dagli intermediari finanziari convenzionati e la garanzia regionale gratuita a copertura del 70% dell’importo dell’investimento. Due linee: Sviluppo Aziendale e Rilancio Aree Produttive. 

Per informazioni contattare: Servizio Finanziario tel.  039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
E’ possibile il cumulo tra iperammortamento e mini ires PDF Stampa E-mail

L’Agenzia delle Entrate ha recentemente chiarito che è possibile il cumulo del beneficio dell’iperammortamento e della mini Ires. La legge di Bilancio nel prorogare a tutto il 2019 il beneficio, estendendolo anche agli acquisti ovvero effettuati nel 2020, purché entro il 31 dicembre 2019 sia stato versato un acconto pari al 20% del corrispettivo e l’ordine di acquisto sia stato formalmente accettato, ha confermato le disposizioni che ne prevedono il cumulo con altre agevolazioni, a meno di espresso divieto (circolare n. 4/E del 30 marzo 2017).
Con l’istituzione della mini IRES, che consiste in una riduzione di 9 punti percentuali dell’IRES applicata sugli utili reinvestiti in beni strumentali ed incrementi occupazionali, prevede la cumulabilità con altri benefici fiscali, ad eccezione di quelli che prevedono regimi forfetari di determinazione del reddito.
Da qui appunto trae spunto la precisazione dell’Agenzia delle Entrate che ribadisce quindi la possibilità di cumulare l’iperammortamento con la Mini-IRES purché il cumulo delle agevolazioni non deve ecceda il costo del bene.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
CU 2019 trasmissione all’Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo PDF Stampa E-mail

Pubblicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il software per la compilazione della CU 2019, valida per il periodo d’imposta 2018, e la creazione del file necessario all’invio telematico e il software per il controllo di eventuali errori o anomalie.
I sostituti d’imposta, tramite i software, dovranno trasmettere le CU all’Agenzia Entrate entro il 7 marzo 2019 e consegnarle ai percipienti entro il 1° aprile 2019.
L’errata, omessa o tardiva certificazione implica una sanzione pari a 100 euro, eccetto il caso in cui l’errore venga ravveduto entro i 5 giorni successivi alla scadenza.
Le CU contenenti redditi esenti o non rilevanti ai fini della dichiarazione dei redditi precompilata potranno invece essere trasmesse entro il 31 ottobre.

Cliccare qui per accedere alla pagina dedicata. 

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Bando Faber PDF Stampa E-mail

Contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese ammissibili nel limite massimo di € 30.000 (investimento minimo € 15.000) per acquisto di macchinari e impianti di produzione nuovi e attrezzature nuove strettamente funzionali alla realizzazione del programma di investimento, hardware, software, licenze e operare murarie correlate all'utilizzo dei beni materiali acquistati. 
Le domande dovranno essere presentate in modalità telematica dalle ore 12:00 del 5 Marzo 2019 alle ore 12:00 del 10 aprile 2019 sulla piattaforma www.bandi.servizirl.it

Clicca qui per visionare la circolare.

Per informazioni contattare: Servizio Finanziario, tel.  039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Proroga per spesometro ed esterometro PDF Stampa E-mail

È stata annunciata, ma non ancora ufficializzata la proroga relativa a spesometro ed esterometro, per agevolare le PMI a seguito della concomitanza di più scadenze fiscali al 28 febbraio. La nuova scadenza è fissata al 30 aprile 2019, due mesi in più rispetto al termine iniziale. La prima comunicazione delle operazioni transfrontaliere, Esterometro, dovrà essere inviata telematicamente all’Agenzia Entrate entro il prossimo 30 aprile, e riguarderà i dati delle operazioni attive e passive con soggetti esteri (UE o Extra UE).
Sono obbligati all’invio dell’esterometro i “soggetti residenti o stabiliti (modifica introdotta dal D.L. n. 119/2018) nel territorio dello Stato”, ad esclusione dei contribuenti in regime di vantaggio, in regime forfettario, i produttori agricoli in esonero e i contribuenti soggetti all’invio dei dati Tessera Sanitaria.
La comunicazione, che avrebbe dovuto avere cadenza mensile, riguarderà le operazioni non documentate da fatture elettroniche o bollette doganali.
Tirando le somme, se un’azienda opta per l’emissione di fatture elettroniche estere e considerando la presenza della bolla doganale in ogni caso di importazione, restano oggetto di comunicazione dell’esterometro, solo le fatture passive ricevute intracomunitarie e le fatture passive aventi ad oggetto prestazioni di servizio.
L’adempimento dell’esterometro non elimina l’invio degli elenchi Intrastat, che resta in vigore con scadenza 25 di ogni mese. In relazione allo spesometro, ricordiamo che i dati da trasmettere riguarderanno le fatture emesse e ricevute nel 2° semestre 2018 o, per chi avesse scelte l’invio trimestrale, i dati delle fatture emesse e ricevute nel 3° e 4° trimestre 2018. Ricordiamo che con l’introduzione della fattura elettronica, a partire da gennaio 2019, non vi sarà più l’obbligo di trasmettere tale comunicazione, poiché i dati verranno recepiti direttamente dal Sistema di Interscambio.
La comunicazione dovrà riportare il numero di partita IVA delle controparti (o il codice fiscale), la data e il numero della fattura, bolletta doganale o nota di variazione, la base imponibile, l’aliquota e l’imposta e la tipologia dell’operazione, nel caso in cui l’imposta non sia indicata in fattura.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 8 di 97