Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali. Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati.
Le prossime scadenze sono:

25 maggio
Intrastat - mensili
Presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni e/o acquisti intracomunitari di beni nonché delle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese precedente.

30 maggio
Deposito dei bilanci approvati entro il 30 aprile
Le società di capitali e le società cooperative devono depositare presso l'Ufficio delle imprese - attraverso le Camere di Commercio - il bilancio e l'elenco dei soci, entro 30 giorni dalla data di approvazione del bilancio stesso. I documenti da depositare sono:

  • il bilancio completo stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa nel nuovo formato xbrl;
  • la relazione sulla gestione degli amministratori (se previsto);
  • la relazione del collegio sindacale (se esiste);
  • il verbale di assemblea di approvazione del bilancio;
  • attestazione del versamento dei diritti di segreteria.



31 maggio

Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA 
Ultimo giorno utile per l’invio della comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel primo trimestre solare del 2018, da effettuarsi utilizzando il modello " Comunicazione liquidazioni periodiche IVA” attraverso il canale telematico.

Spesometro
Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute del 1° trimestre solare 2018 (c.d. spesometro). 
Utilizzando il pacchetto software reso disponibile dall'Agenzia delle Entrate o seguendo le modalità indicate nel Provvedimento del 5.2.2018.

Ravvedimento Operoso
Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento: 
dell’imposta dovuta;
degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito;
della sanzione in misura ridotta.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Formazione 4.0: credito d’imposta più vicino PDF Stampa E-mail

Il MISE, il MEF e il Ministero del Lavoro, con i rispettivi Ministri Calenda, Padoan e Poletti, hanno firmato il decreto sul nuovo credito d’imposta per Formazione 4.0, introdotto dalla legge di Bilancio 2018 per chi investe in formazione dei dipendenti nell’ambito del piano Impresa 4.0. La misura agevolativa è finalizzata alla generazione e al rafforzamento di competenze 4.0 necessarie per abilitare gli investimenti a maggior contenuto di innovazione. 
Si fa presente che il decreto doveva arrivare già a marzo ma ha subito un arresto a causa dello stallo post elettorale.
Nel dettaglio:

  • il credito d’imposta su Formazione 4.0 spetta a tutte le imprese, a prescindere dalla forma giuridica, dal settore economico e dal regime contabile, per le spese di formazione sostenute nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017. Per ciascuna impresa il credito d’imposta massimo non può superare i 300.000 euro;
  • sarà determinato sul costo del lavoro del personale dipendente impegnato in corsi di formazione su tecnologie legate a Impresa 4.0 e applicate in determinati ambiti di formazione: vendita e marketing, informatica e tecniche e tecnologie di produzione. Le attività di formazione devono essere pattuite attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali;
  • sono ammesse solo le attività di formazione svolte per acquisire o consolidare conoscenze relative alle tecnologie abilitanti di Industry 4.0, ossia big data e analisi dei dati, cloud e fog computing, cyber security, sistemi cyber-fisici, prototipazione rapida, sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, robotica avanzata e collaborativa, interfaccia uomo macchina, manifattura additiva, internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali, applicate a specifici ambiti;
  • possono accedere anche le imprese che non hanno effettuato investimenti legati a iper o superammortamento;
  • sono escluse le attività di formazione ordinaria o periodica che l’impresa organizza per conformarsi alla normativa vigente;
  • i costi devono essere certificati da un revisore e il credito d’imposta dovrà essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui sono state sostenute le spese. La certificazione del revisore va allegata al Bilancio e le spese per l’attività di certificazione sono ammesse al credito d’imposta fino a 5.000 euro. Le imprese con bilancio revisionato sono esenti dagli obblighi di certificazione specifica.


Il Ministro Calenda ha dichiarato che con l’operatività del credito di imposta Formazione 4.0, e la selezione definitiva dei competence center che si concluderà a giorni, il piano impresa 4.0 completa il pilastro delle competenze dopo quello del supporto agli investimenti tecnologici. Un lavoro di due anni che ha visto la collaborazione del Governo con associazioni d’impresa, sindacati, università e che fa del piano italiano il più consistente e articolato in Europa.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Allo studio un possibile doppio binario per la e-fattura sui carburanti PDF Stampa E-mail

Il nuovo obbligo di fatturazione elettronica sui carburanti da autotrazione, in vigore dal 1° luglio, potrebbe subire uno stop, o comunque una modifica per certi versi inaspettata. È, infatti, in fase di studio un emendamento ai provvedimenti d’urgenza che dovrebbe essere presentato alla Commissione Speciale del Senato dal senatore Pichetto Fratin, e che prevede la possibilità di usare la scheda carburanti per tutto l’anno 2018, senza incorrere in sanzioni. Quindi non una proroga, ma un doppio binario per gli ultimi sei mesi dell’anno, utile ad adeguare le procedure degli esercenti che altrimenti si troverebbero costretti ad utilizzare strumenti differenti a seconda che si tratti di carburante da autotrazione o di carburante per utilizzi diversi.
Sarà comunque possibile utilizzare il nuovo regime della fatturazione elettronica con pagamento degli acquisti di carburante mediante strumenti tracciabili, ai fini della detraibilità dell'IVA e deducibilità dei costi.
Nulla cambia, invece, per le prestazioni rese da subappaltatori e subcontraenti nei rapporti con la PA che dovrebbero regolarmente partire da luglio con i nuovi obblighi di fatturazione elettronica, come previsto dalla legge di Bilancio e ribadito dalla Circolare n. 8/E, misura che si applicherà ai soli rapporti di appalto diretti tra titolare del contratto e pubblica amministrazione, e tra il titolare del contratto e i soggetti di cui si avvale, escludendo tutti gli altri passaggi successivi.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali. Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati.
Le prossime scadenze sono:

25 maggio
Intrastat - mensili
Presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni e/o acquisti intracomunitari di beni nonché delle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese precedente.

30 maggio
Deposito dei bilanci approvati entro il 30 aprile
Le società di capitali e le società cooperative devono depositare presso l'Ufficio delle imprese - attraverso le Camere di Commercio - il bilancio e l'elenco dei soci, entro 30 giorni dalla data di approvazione del bilancio stesso. I documenti da depositare sono:

  • il bilancio completo stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa nel nuovo formato xbrl;
  • la relazione sulla gestione degli amministratori (se previsto);
  • la relazione del collegio sindacale (se esiste);
  • il verbale di assemblea di approvazione del bilancio;
  • attestazione del versamento dei diritti di segreteria.


31 maggio
Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA 
Ultimo giorno utile per l’invio della Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel primo trimestre solare del 2018, da effettuarsi utilizzando il modello " Comunicazione liquidazioni periodiche IVA” attraverso il canale telematico 

Spesometro
Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute del 1° trimestre solare 2018 (c.d. spesometro) Utilizzando il pacchetto software reso disponibile dall'Agenzia delle Entrate o seguendo le modalità indicate nel Provvedimento del 5.2.2018.

Ravvedimento Operoso
Gli errori, le omissioni e i versamenti carenti possono essere regolarizzati eseguendo spontaneamente il pagamento: 

  • dell’imposta dovuta;
  • degli interessi, calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito;
  • della sanzione in misura ridotta.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fiscale - Scadenzario maggio PDF Stampa E-mail

Nell’area riservata alle imprese associate è possibile visionare un elenco delle principali scadenze previste per il mese di maggio.
Cliccare qui per prendere visione del testo integrale del documento.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 10 di 69