Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Fattura Elettronica, precisazioni su sanzioni e estero PDF Stampa E-mail

Come già comunicato, nei primi sei mesi dall’entrata in vigore dell’obbligo di fattura elettronica è prevista una linea morbida sul sistema sanzionatorio proprio per consentire alla platea di destinatari di adeguarsi alle nuove disposizioni. 
Nello specifico, è prevista l'esclusione dall'applicazione di sanzioni per il primo semestre, in caso di emissione della fattura elettronica nei termini relativi alla liquidazione periodica IVA (mensile o trimestrale). Qualora invece, la fattura venisse emessa nei termini relativi alla liquidazione periodica del mese o trimestre successivo, si applicano le sanzioni nella misura del 20%.
Tali disposizioni valgono anche per i committenti/cessionari che abbiano detratto l’imposta per errore, purché regolarizzino con emissione di autofattura entro la liquidazione periodica (no sanzione) o oltre (sanzione ridotta al 20%).
Resta valido il ricorso al ravvedimento operoso. 
L’Agenzia delle Entrate ha specificato che l’unica sanzione ridotta al 20% è quella relativa al ritardo nell’emissione della fattura elettronica. Mentre sarà applicata per intero la sanzione relativa all’omesso versamento dell’imposta (pari al 30% dell’imposta ai sensi dell’art. 13 d. lgs 471/97).
In merito alle fatture estere, emesse nei confronti dei soggetti non residenti o non stabiliti (anche se identificati in Italia), l’agenzia delle entrate chiarisce che, qualora l’emissione di tali fatture avvenga elettronicamente, utilizzando il codice SdI composto da sette X, l’originale da gestire e conservare è quello inviato elettronicamente allo SdI, in formato .xml.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Spesometro, ultima chiamata! Ed Esterometro al via? PDF Stampa E-mail

L’ultimo invio dello spesometro sarà il prossimo 28 febbraio. Tale adempimento è stato infatti abolito con l’introduzione della fattura elettronica. 
Scade pertanto il termine per l’invio telematico della comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute, delle note di variazione e delle bollette doganali relative al secondo semestre 2018 oppure in alternativa, terzo trimestre (a seguito di proroga prevista dal Decreto Dignità D.L. 87/2018, inizialmente il termine era il 30 novembre) e quarto trimestre 2018.
E' facoltà dei contribuenti trasmettere i dati con cadenza trimestrale o semestrale entro il 28 febbraio prossimo.
La prima comunicazione dei dati delle operazioni transfrontaliere (esterometro) dovrebbe essere eseguita il prossimo 28 febbraio 2019, relativamente alle fatture emesse (se non elettroniche) e ricevute per il mese di gennaio 2019.
È palese la sovrapposizione temporale delle due comunicazioni (spesometro ed esterometro), che abbinate all’assenza di disposizioni attuative e alla mancanza di una pagina e software dedicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, fanno sperare in un’eventuale differente scadenza, con possibilità di trasmissione dei dati semestrale, e perché no annuale.

Cliccare qui per accedere alla pagina dell’Agenzia delle Entrate, dedicata allo spesometro.


Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Le scadenze della settimana PDF Stampa E-mail

Il Servizio Fiscale Gestionale Societario, pubblica settimanalmente le scadenze fiscali. Il servizio è teso a garantire un’informativa il più possibile puntuale e offrire un quadro chiaro sugli adempimenti fiscali che gravano su impresa e privati.
Le prossime scadenze sono:

15 febbraio

Fatturazione differita
Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solareprecedente e risultanti da documento di trasporto o da altro documento idoneo ad identificare i soggetti tra i quali è effettuata l'operazione, nonché le fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente. La fattura deve anche contenere l'indicazione della data e del numero dei documenti cui si riferisce. Per tutte le cessioni e prestazioni di servizi effettuate nel mese precedente fra gli stessi soggetti è possibile emettere una sola fattura riepilogativa.

Contabilità - registrazione
Scade il termine per l'annotazione delle fatture attive del mese precedente e per l'annotazione nel registro dei corrispettivi degli incassi dell'intero mese precedente qualora risultino dall'emissione di scontrini e/o ricevute fiscali (in caso contrario i corrispettivi devono essere annotati entro il giorno non festivo successivo).

18 febbraio

Ritenute alla fonte
Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente (esempio: compensi per l'esercizio di arti e professioni - provvigioni per intermediazione - retribuzioni di lavoro dipendente) con utilizzo del mod. F24.L’obbligo riguarda anche le ritenute operate da condomini per le prestazioni derivanti da contratti di appalto e d’opera effettuate nell’esercizio di impresa, anche non abitualmente (codici tributo 1019 e 1020 quale acconto, rispettivamente, a titolo di IRPEF e di IRES).

Addizionali
Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente.

Liquidazione IVA - soggetti mensili
Versamento dell'IVA a debito presso gli istituti o le aziende di credito o gli uffici e le agenzie postali o i concessionari della riscossione con l'utilizzo del mod. F24 – codice tributo: 6001, da parte dei contribuenti IVA mensili, mese di gennaio 2019.

Liquidazione IVA - soggetti trimestrali
Scade il termine per il versamento dell'IVA del 4° trimestre dell'anno precedente relativo ai contribuenti in regime speciale (distributori di carburanti - autotrasportatori di merci conto terzi - esercenti attività di servizi al pubblico- esercenti arti e professioni sanitarie) il versamento va effettuato al netto dell’acconto eventualmente versato entro il 27 dicembre. 

T.F.R. - imposta sostitutiva sulla rivalutazione
I sostituti d'imposta devono versare il saldo dell'imposta sostitutiva sulla rivalutazione del T.F.R. accantonato al 31/12 dell'anno precedente. L'acconto doveva essere versato lo scorso 16 dicembre, il saldo dell’imposta sostitutiva, che si versa entro il 16 febbraio dell’anno successivo a quello cui si riferisce la quota di rivalutazione sulla quale è stata determinata l’imposta, si calcola prendendo come riferimento la fine dell’anno e applicando l’aliquota dell’17% sulle rivalutazioni del T.F.R. che si sono determinate nell’anno stesso. L’importo da versare è al netto di quanto già versato in acconto.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Fiscale - Scadenzario febbraio PDF Stampa E-mail

Nell’area riservata alle imprese associate è possibile visionare un elenco delle principali scadenze previste per il mese di febbraio.
Cliccare qui per prendere visione del testo integrale del documento.

Per informazioni: Servizio Fiscale, Gestionale, Societario, tel. 02.67140268 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Seminario - Come la banca valuta il merito creditizio dell'impresa attraverso il rendiconto finanziario nel 2019 PDF Stampa E-mail

Sai come la banca valuta il tuo merito creditizio? Il servizio finanziario propone un seminario gratuito in data 21 febbraio dalle 14.30 alle 17 presso A.P.I. – Viale Brenta 27, Milano e in data 12 marzo dalle 14.30 alle 17 presso  A.P.I. Distretto di Monza - Corso Milano 19, Monza. Approfondiremo le modalità e gli strumenti necessari alle imprese per accedere al credito in un momento in cui la banca presenta una sempre maggior diffusione di strumenti tecnici automatici ed impersonali per valutare il merito creditizio delle aziende.

Clicca qui per iscriverti al seminario.

Le imprese interessate a partecipare possono compilare il modulo privacy allegato ed inviarlo a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Per ulteriori informazioni potete contattare il numero 039.9418644.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 89