Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Decreto salva Italia, ottenuto via libera dalla Camera PDF Stampa E-mail

Alla Camera dei Deputati, venerdì 16 dicembre, è stata approvata la fiducia sulla Manovra Monti, cosi come risulta dalle modifiche varate dalla Commissione Bilancio. Riportiamo in allegato le modifiche apportate al testo originario del Decreto. Per maggiori informazioni: http://portale.apmi.it/visualizzaNews.php?ID=2945&Tipo=Notizie

 
Agevolazioni sulle reti di impresa e bando Ergon PDF Stampa E-mail

L’Agenzia delle Entrate, con distinti provvedimenti direttoriali ed una circolare esplicativa (n. 15/E) ha messo a punto l'attuazione della disposizione agevolativa a favore delle reti d'impresa contenuta nell’articolo 42 del dl 78/2010.L’agevolazione consiste in un regime di sospensione d'imposta degli utili d'esercizio, conseguiti dalle imprese partecipanti al contratto di rete, qualora vengano accantonati in apposita riserva del loro patrimonio netto e destinati alla realizzazione degli investimenti previsti dal programma comune di rete, che abbia ottenuto la preventiva asseverazione da parte degli organismi abilitati muniti dei requisiti previsti dal decreto del Ministro dell’economia e delle finanze”. L’agevolazione è fruibile prima degli effettivi investimenti.  Collegandosi al seguente link è possibile prendere visione del testo integrale della circolare

http://portale.apmi.it/visualizzaNews.php?ID=2944&Tipo=Notizie

 
Sbloccacrediti Milano, sino al 31 giugno 2012 PDF Stampa E-mail

Rese note le misure attuative del fondo che consente a micro e piccole imprese con sede legale o operativa in provincia di Milano di smobilizzare crediti già scaduti che devono essere pagati da uno dei Comuni milanesi e che venga dallo stesso comune certificato come certo, liquido ed esigibile, legato ad una fattura di importo compreso tra € 15.000+IVA ed € 100.000+IVA.  Queste le caratteristiche del finanziamento: chirografario con unica rata di rimborso alla scadenza; durata 12 mesi; importo non superiore ad € 100.000 per singolo nominativo;  tasso zero e nessuna spesa di istruttoria; nessuna penale, onere o spesa per estinzione anticipata.

 
Al via la commissione di istruttoria veloce sugli sconfinamenti PDF Stampa E-mail

Il testo normativo approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera prevede tra l’altro che i contratti di apertura di credito possano prevedere, quali unici oneri a carico del cliente, una commissione onnicomprensiva, calcolata in maniera proporzionale rispetto alla somma messa a disposizione del cliente e alla durata dell'affidamento, e un tasso di interesse debitore sulle somme prelevate. L'ammontare della commissione non può superare lo 0,5% per trimestre, della somma messa a disposizione del cliente. A fronte di sconfinamenti in assenza di affidamento ovvero oltre il limite del fido, i contratti di conto corrente e di apertura di credito possono prevedere, quali unici oneri a carico del cliente, una commissione di istruttoria veloce determinata in misura fissa, espressa in valore assoluto, commisurata ai costi e un tasso di interesse debitore sull'ammontare dello sconfinamento. Le clausole che prevedono oneri diversi o non conformi rispetto a quanto stabilito nei commi 1 e 2 sono nulle. La nullità della clausola non comporta la nullità del contratto.

 
Sostegno alle necessità di capitale circolante permanente PDF Stampa E-mail

Sostegno alle necessità di capitale circolante permanente  - domanda a partire dal 9 gennaio 2012
Regione Lombardia ha sottoscritto un accordo con la Banca Europea per gli Investimenti che prevede lo stanziamento di oltre 500 milioni di euro finalizzati a interventi a favore delle pmi lombarde a sostegno della attività di gestione finanziaria corrente. Sono considerate spese ammissibili l’accettazione di ordini o  contratti di fornitura con oggetto la fornitura di beni e/o servizi per un importo minimo di 100.000 euro. L’intervento finanziario può essere nella forma di finanziamento chirografario (durata pari a 24/36 mesi e importo compreso tra 50 e 500 mila euro e comunque nel limite del 50% del valore di nuovi contratti/ordini di fornitura acquisiti dall’impresa) o di contributo in conto interessi nella misura di 1 punto percentuale.
Per approfondimenti http://portale.apmi.it/apimilano/notizie/Allegati/2924/BEI.pdf

 
«InizioPrec.101102103104105106107Succ.Fine»

Pagina 102 di 107