Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


L’Agenzia delle Entrate pubblica le istruzioni per le dichiarazioni 730/2012 PDF Stampa E-mail

L’Agenzia delle Entrate con circolare n. 15  pubblicata il 25 maggio u.s.,  descrive gli adempimenti relativi al modello 730/2012 che riguardano: sostituti d’imposta, i centri di assistenza fiscale e i professionisti abilitati, fornendo al contempo per ogni adempimento la relativa scadenza in ordine temporale.
Uno dei nuovi adempimenti posto a carico del sostituto di imposta è l’utilizzo del canale telematico per la ricezione dei 730/4; da quest’anno tutti i sostituti d’imposta, pubblici e privati – ad eccezione dell’INPS e dei sostituti gestiti dal Ministero dell’economia e delle finanze – devono ricevere in via telematica i risultati contabili delle dichiarazioni 730 presentate dai propri dipendenti ai CAF e ai professionisti abilitati.
I sostituti di imposta devono presentare l’apposita comunicazione per rendere noto all’Agenzia delle Entrate l’indirizzo telematico presso cui ricevere i dati necessari per effettuare i conguagli sulle retribuzioni dei propri dipendenti.
La circolare n. 15, contiene le istruzioni relative alla trasmissione telematica del risultato contabile contenuto nei mod. 730-4.
Per quanto riguarda la cedolare secca, viene chiarito a sostituti, CAF e professionisti che coloro che nel 2011 hanno versato l’acconto della cedolare secca, quest’anno possono segnalare in dichiarazione l’adozione di tale scelta.
La circolare ricorda che i contribuenti che si avvalgono dell’assistenza fiscale possono scegliere di utilizzare l’eventuale credito risultante dalla dichiarazione per versare l’IMU dovuta per l’anno 2012; in questo caso, il sostituto rimborserà l’eventuale differenza tra il credito risultante dalla liquidazione della dichiarazione e l’ammontare richiesto per effettuare il versamento dell’IMU.

 
Studi di Settore pronta versione provvisoria di GE.RI.CO 2012 PDF Stampa E-mail

Sul Sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile la versione provvisoria del software GE.RI.CO. 2012.
Il software appositamente ideato per consentire il calcolo della coerenza e della congruità di risultato degli studi di settore applicabili per il periodo d’imposta 2011 tiene conto:
- dei correttivi anticrisi
- delle integrazioni apportate a tutti gli studi di settore dal DM 26 aprile 2012
- dell’indicatore di normalità
I risultati delle stime dei ricavi/compensi ottenute con l’applicazione provvisoria non hanno carattere di ufficialità e non possono essere utilizzate per la predisposizione della dichiarazione annuale relativa al periodo di imposta 2012; tuttavia attraverso il software il contribuente può iniziare a fare una simulazione degli effetti dell’applicazione dei nuovi studi sulla situazione economica del 2011.

 
IMU chiarimenti sulla detrazione figli a carico PDF Stampa E-mail

Sugli immobili adibiti ad abitazione principale spettano:
- detrazione pari a euro 200 per il periodo durante il quale l’immobile è effettivamente destinato ad abitazione principale. I comuni hanno la facoltà di elevare la detrazione fino a concorrenza dell’imposta. Nel caso di  immobile cointestato la detrazione si ripartisce in parti uguali, a prescindere dalla percentuale di possesso dell’immobile.
- per gli anni 2012 e 2013 spetta una ulteriore detrazione pari ad euro 50 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni  (anche se non fiscalmente a carico), ove questo risieda anagraficamente e dimori abitualmente nell’abitazione principale. La misura massima di questa detrazione è pari euro 400 (cioè 8 figli di età non superiore a 26 anni).
Tale detrazione aggiuntiva viene  concessa in misura proporzionale al periodo in cui persistono le condizioni che danno diritto alla detrazione (es. compimento 26° anno di età in corso d’anno; cambio di residenza e/o domicilio). Inoltre la circolare n. 3/DF Agenzia delle entrate, specifica che la detrazione aggiuntiva per i figli, spetta se:
- il soggetto beneficiario della detrazione aggiuntiva è proprietario, o titolare di altro diritto reale, dell’immobile adibito ad abitazione principale
- il minore è a tutti gli effetti figlio dell’avente diritto (es. la detrazione non spetta, al marito, titolare del 100% dell’immobile, che vive insieme alla moglie ed un figlio che deriva da un precedente matrimonio della moglie).

 
Pubblicato il bando dedicato alla responsabilità sociale PDF Stampa E-mail

Pubblicato il nuovo bando regionale dedicato alla Responsabilità sociale per la competitività d'impresa. Il Bando - che ha una dotazione di 850.000 euro - riconosce la dimensione strategica della responsabilità sociale come strumento competitivo, coniugando sviluppo a valore sociale.
Tre gli ambiti individuati per i progetti (da realizzare entro il 2013 e sul territorio lombardo): people care, approvvigionamento locale e reti di solidarietà volte al rilancio dell'occupazione.
Le domande si presentano on line mediante il sistema informativo dedicato alla misura, collegandosi ad: https://gefo.servizirl.it sino alle 16.30 del 19 luglio 2012.
Le imprese potranno partecipare in forma singola o aggregate.
Non potranno essere ritenuti ammissibili progetti il cui contenuto sia coincidente con la missione aziendale e con il core business delle imprese che presentano il progetto.
Gli interventi ammissibili dovranno privilegiare misure sperimentali di welfare complementare a favore dei lavoratori e del contesto territoriale delle MPMI e implementare in maniera strutturata azioni e politiche aziendali di RSI, sviluppando ambiti innovativi sul tema oggetto del bando.
Servizi/interventi previsti:
- People care: cura della persona
- Health care: assistenza sanitaria
- Mobility office: ufficio per la gestione della mobilità dei dipendenti
- Car pooling: modalità di condivisione del mezzo di trasporto privato
- Car sharing: modalità di noleggio temporaneo di mezzi di trasporto
- Social Market: modalità di vendita in collaborazione tra più soggetti di prodotti/servizi a condizioni agevolate e/o con finalità sociali
- Outplacement: servizi a supporto del ri-collocamento di dipendenti in uscita da un’azienda
- Job sharing: modalità di condivisione/sostituzione temporanea sul posto di lavoro

 
Probabile proroga per i versamenti IRPEF-IRES-IRAP e IVA PDF Stampa E-mail

Slitterebbero dal 18 giugno al 9 luglio 2012 i versamenti di Irpef, Ires, Irap e Iva per chi presenta la dichiarazione unificata. E dal 10 luglio prossimo, pagando la maggiorazione dello 0,40%, si potrà arrivare a saldare i conti dell'autotassazione 2012 direttamente al 20 agosto. La bozza del decreto che lo prevede dovrebbe essere firmato dal Presidente del Consiglio per la fine del mese. La proroga riguarda tutte le persone fisiche tenute al versamento delle imposte  entro il  18 giugno che emergono da Unico 2012, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione unificata. Accedono alla proroga anche le società di capitali, quelle di persone soggette  agli studi di settore e che dichiarano ricavi o compensi non superiori al limite stabilito per ogni studio.  La stessa proroga al 9 luglio riguarda i soci delle società di capitali o delle società di persone.  Restano quindi fuori dal perimetro della proroga dei versamenti le società  escluse dall'applicazione degli studi di settore, ovvero quelle con ricavi superiori a 5.163.000 euro. Resta invece da chiarire se lo slittamento riguarderà  anche il pagamento dell’IMU anche se probabilmente il versamento previsto per il 18 giugno non subirà variazioni in quanto un’eventuale proroga creerebbe complicazioni con i Comuni e con il meccanismo delle tre rate già previsto dal Decreto fiscale di marzo.

 
«InizioPrec.101102103104105106107108109110Succ.Fine»

Pagina 104 di 119