Home Credito & Fisco - Credito & Fisco
Credito & Fisco


Aiuti alla liquidità aziendale dal Fondo Centrale di Garanzia per le pmi PDF Stampa E-mail

Il Fondo è destinato alle imprese valutate “economicamente e finanziariamente sane” sulla base di criteri di valutazione che variano a seconda del settore di attività e del regime contabile dell’impresa beneficiaria.
Dato importante è che oltre l’80% delle domande accolte riguardano imprese che hanno fatto ricorso alla garanzia per esigenze di liquidità e che la maggior parte ha avuto accesso al finanziamento senza prestare garanzie reali. Quanto ai dati sull’operatività su base nazionale del Fondo di garanzia, si segnala che al 30 settembre 2011 sono state presentate 44.791 domande, di cui ammesse alla garanzia 42.765, per un totale di 6,6 miliardi di euro di finanziamenti attivati, di cui 3,3 miliardi di euro di importo garantito.
In questo panorama, Confapi Lombarda Fidi ha registrato un importante risultato ottenendo l’accreditamento a certificare il merito di credito per l'accesso alla controgaranzia del Fondo Centrale di Garanzia, importante passo avanti nell’interesse delle aziende che vedranno velocizzata la procedura di accesso al fondo.

 
Tassazione derivante da compravendite di valute estere PDF Stampa E-mail

Le plusvalenze conseguite dalla compravendita di valute a pronti attraverso i contratti denominati rolling spot hanno rilevanza reddituale. L’Agenzia, con la risoluzione n. 102/E del 25 ottobre 2011, chiarisce che, a seguito della modifica dell’ art.1 comma 4 del Dlgs 24/2/98 n.58, le compravendite di valuta estera sul mercato valutario Forex, estranei a transazioni commerciali e regolati per differenza anche mediante operazioni di rinnovo automatico (cd. “roll-over”), rientrano tra i “contratti finanziari differenziali” i quali ai sensi del medesimo testo unico sono trattati   fiscalmente come strumenti finanziari derivati.
Per le persone fisiche che non agiscono nell’esercizio d’impresa, i rolling spot entrano - dal 19 settembre 2010 - nella lettera c-quater, primo comma, dell’articolo 67 del Tuir, con la possibilità, per il contribuente, di scomputare i differenziali negativi.

 
Cinquecento milioni a supporto del fabbisogno di capitale circolante delle pmi PDF Stampa E-mail

La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e Regione Lombardia hanno sottoscritto un accordo per interventi a favore della attività di gestione finanziaria corrente delle PMI lombarde.
Gli interventi a favore delle PMI sono destinati a sostenere le necessità di capitale circolante permanente, comprensivo dei crediti verso clienti e magazzino, inclusi i costi per le materie prime e gli altri materiali necessari alla produzione, forza lavoro, scorte e spese di gestione, finanziamento di crediti commerciali e da vendite a utenti non finali. Le caratteristiche sono:
- Finanziamento chirografario con rimborso di 24/36 mesi e d’importo compreso tra 50 e 500 mila euro e comunque nel limite del 50% del valore di nuovi contratti/ordini di fornitura acquisiti dall’impresa
- Contributo in conto interessi nella misura di 1 punto percentuale a valere sull’onerosità del finanziamento.
A breve verranno definiti i dettagli per l’utilizzo delle risorse messe a disposizione

 
Nuovo accordo per favorire l’accesso al credito delle PMI milanesi PDF Stampa E-mail

Le azioni svolte ai tavoli di lavoro della Provincia di Milano hanno prodotto importanti risultati, portando la Provincia a stanziare 1 milione di euro ad integrazione del Protocollo di Intesa con Federfidi Lombarda per potenziare le garanzie di accesso al credito delle Pmi
Tale iniziativa è già stata utilizzata, in due anni, da 300 imprese di 80 Comuni della provincia di Milano, per un totale di quasi 8 milioni di euro di finanziamenti erogati.
La disponibilità aggiuntiva di fondi della Provincia, consentirà a Confapi Lombarda Fidi di garantire nuova operatività a vantaggio delle PMI associate.

 
Fondo “Sblocca Crediti” della CCIAA di Milano PDF Stampa E-mail

Confapi Milano si è fatta parte attiva presso la CCIAA di Milano per realizzare un progetto volto a favorire lo smobilizzo dei crediti scaduti che micro e piccole imprese vantano nei confronti dei Comuni milanesi.
Importante risultato ottenuto è lo stanziamento di 15 milioni di euro da destinare alle imprese che abbiano un credito già scaduto che deve essere pagato da uno dei Comuni milanesi e legato ad una fattura di importo compreso tra 15.000 e 100.000 euro.
Unicredit anticiperà il credito senza applicare interessi di sconto né commissioni, attingendo la provvista dal Fondo “SbloccaCrediti”.
Per gli importi superiori a 100.000 euro, Unicredit potrà anticipare gli importi, con propria provvista, ad un contenuto tasso di interesse.
Scadenza dell’iniziativa 30 giugno 2012.

 
«InizioPrec.141142143144145Succ.Fine»

Pagina 143 di 145