Home Estero - Estero
Estero


Paesi del Golfo, nuove strategie di sviluppo PDF Stampa E-mail

È in corso da qualche anno nei Paesi del Golfo, la diversificazione dell’economia che porta ad avvicinare questi paesi a un futuro meno legato alle entrate dei combustibili fossili. Secondo il rapporto Economic Insight di ICAEW, il settore non petrolifero degli EAU rappresenta ora quasi il 70% della sua economia e dovrebbe aumentare del 3,6% nel 2019. Anche altri paesi come l’Arabia Saudita e l’Oman hanno proposto dei piani di sviluppo strategici che portano alla diversificazione dell’economia in settori come il turismo, la logistica, la produzione industriale e i trasporti. In quest’ottica, l'introduzione della tassa sul valore aggiunto del 5% (IVA) in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti è vista come un impulso per rafforzare la propria economia, raggiungere uno sviluppo sostenibile e diversificare le fonti di reddito. Anche altri Paesi del Golfo hanno adottato delle misure specifiche per diversificare l’economia; il Kuwait ha attratto investimenti e semplificato le norme di proprietà terriere mentre il Bahrein gode della reputazione di prima economia nella regione per aver diversificato le attività concentrandosi in particolar modo sul settore finanziario, delle telecomunicazioni e del turismo. Queste politiche portano alla crescita sostenibile, creano nuovi posti di lavoro e sviluppano un modello che risponde al cambiamento, indispensabile per proteggersi dalle fluttuazioni dei prezzi del petrolio.
 
Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Cina, dogane intelligenti entro il 2025 PDF Stampa E-mail

Le dogane cinesi miglioreranno il lato dell'innovazione e l'applicazione di nuove tecnologie implementando Internet of Things, cloud computing e big data entro il 2025. Per esempio, per il commercio internazionale, la dogana cinese ha applicato la politica della "finestra unica", che consente ai commercianti stranieri di dichiarare merci e tasse con una sola presentazione su una piattaforma web gratuita, invece di archiviare documenti ripetutamente e in esecuzione tra diverse autorità. Si ritiene che tale miglioramento aumenti in gran parte l'efficienza. 

Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Per accedere ai mercati internazionali basta un clic! Leggi la newsletter PDF Stampa E-mail

Il Servizio Internazionalizzazione presenta alle imprese associate la newsletter di maggio 2019 dedicata ai mercati internazionali e alle opportunità. Con un solo clic è possibile scaricare il documento che raccoglie informazioni, approfondimenti e opportunità.
A.P.I., infatti, si prefigge di supportare le imprese che stanno valutando nuovi mercati di sbocco o che, già operando all'estero, intendono rafforzare e ampliare la propria presenza in determinate aree geografiche. Operare nei mercati internazionali richiede specifiche competenze, rapidità nei flussi di comunicazione, conoscenza delle culture e delle modalità operative nei diversi Paesi.

Cliccare qui per prendere visione del testo integrale del documento.

Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 039.9418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Rimosse le deroghe sull'acquisto di petrolio iraniano PDF Stampa E-mail

Il Presidente statunitense ha affermato che, dal 2 maggio, non rinnoverà la Special Reduction Exception che ha concesso a 7 paesi, tra cui l’Italia, la possibilità di importare petrolio iraniano senza violare le sanzioni in essere. Tra le conseguenze di questa dichiarazione è previsto l’aumento del prezzo del petrolio e la presa di posizione della Cina - paese tra i principali importatori di greggio iraniano - contro le sanzioni unilaterali statunitensi verso l’Iran.
   
Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 0399418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Algeria, rivisto l'elenco delle merci sottoposte ai DAPS PDF Stampa E-mail

L’elenco delle merci importate soggette ai diritti addizionali provvisori di salvaguardia (DAPS) è stato modificato ed esclude dalla misura un centinaio di prodotti, tra cui le carni bovine fresche o refrigerate, la frutta secca (arachidi, mandorle…), gli alimenti dietetici destinati a fini medici e altri prodotti come il burro. L’istituzione del DAPS come strumento tariffario rientra nelle politiche delle autorità algerine volte alla salvaguardia della bilancia dei pagamenti, all'incoraggiamento della produzione nazionale e allo sviluppo delle industrie nascenti.

Per informazioni: Servizio Internazionalizzazione, tel. 0399418644 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 2 di 46