Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale
Relazioni Industriali & Sindacale


Prospetto informativo disabili: scadenza 31 gennaio 2019 PDF Stampa E-mail

Anche quest’anno, entro il 31 gennaio, le imprese che occupano almeno 15 dipendenti devono trasmettere il prospetto informativo dal quale risulti: il numero complessivo dei lavoratori dipendenti, il numero ed i nominativi dei lavoratori computabili nella quota di riserva, i posti di lavoro e le mansioni disponibili per i lavoratori disabili (dati riferiti al 31 dicembre dell’anno precedente). L’invio dovrà essere effettuato, tramite la procedura telematica presente sul sito www.cliclavoro.gov.it, solo se entro il 31 dicembre dell’anno precedente ci siano state variazioni nella situazione occupazionale che abbiano comportato cambiamenti nella base occupazionale tali da modificare l'obbligo, o che abbiano inciso sul computo della quota di riserva. Come è possibile assolvere all’obbligo? Il Servizio Relazioni Industriali è a disposizione delle imprese associate per individuare soluzioni personalizzate per l’inserimento in azienda di figure con disabilità, cogliendo opportunità e strumenti derivanti dalla vigente normativa. 

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Legge di Bilancio 2019: novità in materia di lavoro PDF Stampa E-mail

Di seguito, si riassumono alcune delle principali novità su maternità, assunzioni dei giovani e premi Inail, introdotte dalla legge di Bilancio. La lavoratrice dipendente potrà optare di astenersi dal lavoro per il periodo di assenza obbligatoria (5 mesi) esclusivamente dopo il parto e fino al quinto mese successivo allo stesso. Tale facoltà è subordinata al parere positivo del medico del servizio sanitario nazionale o con esso convenzionato, o del medico aziendale. È stata introdotta un’agevolazione per l’assunzione di giovani “eccellenti”, a favore dei datori che, nel corso del 2019, assumono con contratto a tempo indeterminato o trasformano a tempo indeterminato, giovani laureati in possesso della laurea magistrale, ottenuta nel periodo 01/01/2018 e il 30/06/2019, con votazione di 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110, in regola con gli studi e di età inferiore ai 30 anni, oppure, in possesso di un dottorato di ricerca, ottenuto nel medesimo periodo di cui sopra e prima del compimento dei 34 anni. Le società potranno così beneficiare per 12 mesi, di uno sgravio totale annuale dei contributi previdenziali a carico del datore, entro il limite di 8.000 euro.
Infine, è stato previsto un taglio delle tariffe da versare per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro pari a circa il 30%.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 0267140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Comunicazione somministrati: ci pensa A.P.I.! PDF Stampa E-mail

Entro il 31 gennaio 2019 le aziende che, nel corso del 2018 (1 gennaio – 31 dicembre), hanno utilizzato lavoratori in somministrazione, devono comunicare alle rappresentanze sindacali (aziendali o territoriali) i dati relativi ai contratti di somministrazione stipulati. Il mancato assolvimento dell'obbligo di comunicazione comporta una sanzione amministrativa da 250,00 a 1.250,00 euro. Il Servizio Relazioni Industriali di A.P.I. è a disposizione delle imprese associate per effettuare tale comunicazione. 

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Mobilità in deroga per il 2019 PDF Stampa E-mail

Nel 2019 sarà concesso il trattamento di mobilità in deroga, nel limite massimo di 12 mesi, ai lavoratori che hanno cessato la cassa integrazione guadagni in deroga dal 01/12/2017 al 31/12/2018 e non avranno diritto all’indennità di disoccupazione (NASPI). A tali lavoratori, dal 01/01/2019, saranno applicate misure di politica attiva, individuate in un apposito piano regionale e comunicate al Ministero del lavoro e all’ANPAL. Si attende il decreto del Ministero del lavoro, di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze che approfondirà le modalità operative.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Abolito il libretto unico del lavoro telematico PDF Stampa E-mail

Con il decreto Semplificazioni, viene definitivamente abrogata la disposizione, più volte rinviata, che aveva previsto la tenuta del Libro Unico del Lavoro (LUL) in modalità telematica, presso il Ministero del Lavoro, con decorrenza dal 1 gennaio 2019. 
Pertanto, nulla cambierà nella gestione ordinaria del LUL delle aziende.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 52