Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale
Relazioni Industriali & Sindacale


La decontribuzione nei premi di produttività PDF Stampa E-mail

Per i premi produttività (pdp) previsti nei contratti di secondo livello, è stata introdotta una parziale decontribuzione nei casi in cui venga previsto il coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro. In particolare, è ridotta di venti punti percentuali l'aliquota contributiva a carico del datore di lavoro per il regime relativo all'invalidità, la vecchiaia e i superstiti su una quota del premio erogato in busta paga non superiore a 800 euro. Sulla medesima quota non è dovuta alcuna contribuzione a carico del lavoratore. L’Inps precisa che la contribuzione aggiuntiva IVS a carico del datore di lavoro, pari allo 0,50 per cento della retribuzione imponibile, rientra nell’ambito di applicazione della riduzione contributiva sui premi di produttività. Pertanto, considerando l’incidenza su tale aliquota aggiuntiva dello sgravio contributivo sulle retribuzioni di secondo livello (cfr. la circolare Inps n. 151/2012), i datori di lavoro che fruiscono della riduzione contributiva sui pdp (20 punti percentuali IVS) applicheranno la suddetta riduzione anche sull’aliquota aggiuntiva dello 0,50 per cento, prevista dall’articolo 3 L. 297/1982.
Per visualizzare il messaggio Inps n. 1817/2019 cliccare qui.
Per visualizzare la circolare Inps n. 151/2012 cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Proroga CCNL Terziario, Distribuzione e Servizi PDF Stampa E-mail

Lo scorso 13 maggio, Confcommercio e le OO.SS. firmatarie del CCNL (Filcams-CGIL; Fisascat-CISL; Uiltucs–UIL, UGL Terziario), hanno prorogato al 31/12/2019 la piena operatività del CCNL Terziario, Distribuzione e Servizi siglato a marzo 2015. La scadenza originaria era già stata prorogata dal 31/12/2017 al 31/07/2018, al fine di riallineare tutte le diverse previsioni contrattuali attualmente esistenti nel settore e garantire alle imprese che applicano il CCNL Confcommercio condizioni di concorrenza uniformi. La sottoscrizione, in data 17/04/2019, dell’intesa tra le Parti Sociali in tema di stagionalità, consente alle imprese di procedere alle assunzioni per l'imminente stagione estiva, senza gli stringenti vincoli del Decreto Dignità. Viene infatti confermata la validità dell'art 66 del CCNL in vigore, con il quale si rimanda agli accordi di secondo livello per la definizione delle località a prevalente carattere turistico, nelle quali sarà applicata la normativa contrattuale per le attività stagionali, in deroga all'attuale normativa sui contratti a tempo determinato.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Relazioni Industriali - Rinnovo Unionchimica Confapi PDF Stampa E-mail

Lo scorso 8 marzo, è stata raggiunta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per i lavoratori della piccola e media industria dei settori: chimica, concia e settori accorpati, plastica e gomma, abrasivi, ceramica, vetro. Il Servizio Relazioni Industriali di A.P.I., al fine di agevolare le imprese associate che applicano il suddetto contratto, ha messo a disposizione una circolare di riepilogo delle principali novità contenute nell’ipotesi di accordo di rinnovo.
Per visualizzare la circolare del Servizio Relazioni Industriali cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Utility Inps per esonero contributivo PDF Stampa E-mail

La legge di bilancio 2018 ha introdotto un esonero contributivo per i datori di lavoro che assumono con contratto di lavoro a tempo indeterminato giovani che non siano stati occupati a tempo indeterminato con il medesimo o con altro datore di lavoro nel corso della loro vita lavorativa.
L’Inps ha realizzato una utility, disponibile sul sito www.inps.it, che è in grado di fornire informazioni circa la portabilità dell’esonero al datore di lavoro che si accinge ad assumere.
Pur ribadendo che l’eventuale riscontro non ha valore certificativo, l’Inps suggerisce di continuare ad acquisire e conservare la dichiarazione del lavoratore sostitutiva dell’atto di notorietà (ai sensi dell’articolo 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445), in ordine alla sussistenza di precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato.
Per visualizzare il messaggio Inps cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Silenzio-assenso e videosorveglianza PDF Stampa E-mail

Gli impianti audiovisivi e gli altri strumenti dai quali derivi anche la possibilità di controllo a distanza dell'attività dei lavoratori, possono essere installati nei locali aziendali, previo accordo collettivo stipulato dalla rappresentanza sindacale unitaria o dalle rappresentanze sindacali aziendali o, in alternativa, previa autorizzazione della sede competente dell'Ispettorato nazionale del lavoro. Con riferimento alla richiesta di autorizzazione amministrativa (indirizzata all’Ispettorato del Lavoro), il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha confermato che non è configurabile l’istituto del silenzio-assenso: di conseguenza, in assenza di accordo con le rappresentanze sindacali, per procedere con l’istallazione degli impianti richiesti è necessaria l’espressa autorizzazione dell’Ispettorato del Lavoro.
Per visualizzare l’interpello n. 3 del 8 maggio 2019 del ministero del Lavoro cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel. 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 59