Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale
Relazioni Industriali & Sindacale


Edilizia: riduzione contributiva 2018 PDF Stampa E-mail

Sei un'azienda del settore edile?
L’Inps ha recentemente confermato la riduzione contributiva per l’anno 2018. Il beneficio consiste in una riduzione sui contributi dovuti, nella misura dell’11,50%, per le assicurazioni sociali diverse da quella pensionistica e si applica ai soli operai occupati per 40 ore a settimana. Non spetta, quindi, per i lavoratori a tempo parziale. 

Per conoscere le indicazioni operative per l’ammissione al regime agevolato, nonché i limiti previsti, si rimanda alla circolare Inps dedicata.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 0267140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Aziende in crisi: ticket NASPI e fondo TFR PDF Stampa E-mail

Il decreto Genova esonera le imprese in fallimento o in amministrazione straordinaria dal pagamento del ticket previsto in caso di licenziamento (NASPI). In particolare, sono interessate le imprese in procedura fallimentare o in amministrazione straordinaria, che fruiranno della Cigs per crisi aziendale negli anni 2019 e 2020. 
Oltre all’esonero dal pagamento del ticket di licenziamento, le aziende con i suddetti requisiti non sono tenute a versare anche le quote di accantonamento del trattamento di fine rapporto relative alla retribuzione persa a seguito della riduzione oraria o sospensione dal lavoro per il periodo di Cigs autorizzato. 

Per visualizzare la circolare del Ministero n. 19 del 2018 cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 0267140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Privacy e diritti degli iscritti ai sindacati PDF Stampa E-mail

Il Garante della privacy, nella news-letter del 7 dicembre 2018, n.447, chiarisce che il datore di lavoro non possa comunicare ad una organizzazione sindacale la nuova sigla alla quale ha aderito un suo ex iscritto. In particolare, il datore di lavoro deve limitarsi a comunicare la sola scelta del lavoratore di non aderire più all’originaria sigla di appartenenza. Le informazioni sull’adesione sindacale rientrano, infatti, nella categoria dei dati sensibili, per i quali sono riconosciute particolari forme di tutela. Il datore di lavoro può lecitamente trattarli in base alla legge per adempiere agli obblighi derivanti dal rapporto di lavoro, ad esempio per effettuare il versamento delle quote di iscrizione ad associazioni o organizzazioni sindacali su delega e per conto del dipendente.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Malattia durante il soggiorno temporaneo all’estero PDF Stampa E-mail

Ad integrazione della nostra news N. 4-11-2018, segnaliamo che l’Inps ha pubblicato una guida informativa sulla certificazione di malattia per i lavoratori aventi diritto che soggiornano temporaneamente in un paese estero.
L’Istituto ha ribadito che la prestazione economica è subordinata all’adeguata certificazione medica contenente tutti i dati ritenuti essenziali ai sensi della normativa italiana (intestazione, dati anagrafici del lavoratore, prognosi, diagnosi di incapacità al lavoro, indirizzo di reperibilità, data di redazione, timbro e firma del medico) e deve essere rilasciata nel rispetto della legislazione del paese in cui si trova il lavoratore. Anche se all’estero, il lavoratore è tenuto a rispettare le fasce orarie di reperibilità per le visite mediche di controllo, necessarie per verificare il suo effettivo stato di incapacità lavorativa.

Per visualizzare la guida INPS cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Incentivi alle assunzioni in settori con disparità uomo-donna PDF Stampa E-mail

Sono stati individuati, per l’anno 2019, i settori e le professioni caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% il valore medio annuo e che, pertanto, potranno fruire degli incentivi all’assunzione previsti dall’art. 4, commi 8-11, della Legge 92/2012; nelle tabelle A e B del D.I. del 09 novembre 2018 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sono elencati i potenziali settori beneficiari. 
L’incentivo consiste in una riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro per la durata di 12 o 18 mesi, a seconda della tipologia contrattuale, legata alle assunzioni dei soggetti socialmente deboli, rientranti nella categoria di soggetti svantaggiati, ossia a favore di lavoratori over 50 e delle donne con particolari caratteristiche. 
Per visualizzare il testo del decreto interministeriale cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 4 di 54