Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale
Relazioni Industriali & Sindacale


Inps: rilascio versione portale “Aziende & Intermediari” PDF Stampa E-mail

L’Inps, con il messaggio n. 7099 del 23 novembre 2015, informa che nel quadro delle iniziative intraprese al fine di migliorare il livello qualitativo dei servizi/prodotti erogati, è stata realizzata la nuova applicazione “Portale contributivo Aziende e Intermediari” che consente il monitoraggio dello stato delle denunce, delle regolarizzazioni e delle rettifiche inviate dalle aziende. Il portale rispecchia l’esigenza di coadiuvare sempre più gli operatori esterni nell’attività di monitoraggio dei flussi informativi relativi all’area “Gestione flussi contributivi lavoratori dipendenti e Fiscali”, fornendo loro lo stato elaborativo delle denunce contributive, delle regolarizzazioni e delle rettifiche per singola azienda e per tutte le posizioni aziendali in delega.
La navigazione all’interno dell’applicativo consente, fra l’altro, la ricerca delle informazioni utili per la trattazione e la definizione delle denunce con riferimento allo stato elaborativo.
L’accesso è consentito alle aziende e agli intermediari in possesso di PIN. L’applicazione è reperibile attraverso la sezione “Servizi per le Aziende e Consulenti” nel sito internet aziendale www.inps.it
Ciccando al seguente link è possibile visualizzare il messaggio dell’Inps: http://www.inps.it/MessaggiZIP/Messaggio%20numero%207099%20del%2023-11-2015.pdf
Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali tel 02.67140305 – mail:  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Cassazione, trasformazione in part-time e licenziamento PDF Stampa E-mail

Con sentenza n. 21875 del 27 ottobre 2015, la Corte di Cassazione ha affermato che è illegittimo, alla stregua della previsione contenuta nel D.L.vo n. 61/2000, confermata dall’art. 8, comma 1 del D.L.vo  n. 81/2015, il licenziamento adottato da un datore di lavoro per rifiuto del lavoratore a modificare il proprio orario di lavoro. Tale divieto di licenziamento, derivante direttamente dall’applicazione della direttiva comunitaria sul tempo parziale, può essere superato soltanto nell’ipotesi in cui sia dimostrato in giudizio che sussistono oggettive esigenze aziendali che impediscono la prosecuzione del rapporto di lavoro a tempo pieno.
Il testo integrale della sentenza è consultabile al seguente link
 http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20151028/snciv@sL0@a2015@ Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Cassazione, modifica sanzioni disciplinari PDF Stampa E-mail

Con la sentenza n. 22150 del 29 ottobre 2015, la Corte di Cassazione ha affermato che in caso di impugnazione di un provvedimento disciplinare, il giudice può convalidare oppure annullare la sanzione comminata al lavoratore ma non ha il potere di variare l’entità della pena applicata. I giudici della Suprema Corte di Cassazione hanno evidenziato come la rimodulazione non può avvenire durante un giudizio in quanto il potere disciplinare spetta in via esclusiva al datore di lavoro che deve infliggere sanzioni disciplinari proporzionate alla gravità dell’illecito accertato e non può demandare ad un giudice tale adempimento.
Il testo integrale della sentenza è visualizzabile al seguente link:

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20151030/snciv@sL0@a2015@ Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Rinnovo CCNL dirigenti e quadri CONFAPI FEDERMANAGER PDF Stampa E-mail

In data 31 gennaio 2014 Confapi e Federmanager hanno sottoscritto l’accordo per il rinnovo del CCNL 22.12.2010 per i dirigenti e quadri  superiori. Il contratto di durata triennale dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2016 non prevede interventi di adeguamento del minimo contrattuale per il 2014, le parti, infatti hanno stabilito che l’aumento del minimo contrattuale avrà decorrenza il primo gennaio 2015 e verrà definito entro il 30 novembre 2014.

 
Inail, prorogata la scadenza dell’autoliquidazione del premio 2013/2014 PDF Stampa E-mail

L'INAIL con nota operativa 495 del 23 Gennaio 2014 ha prorogato la scadenza dell’autoliquidazione del premio 2013/2014 al 16 Maggio 2014 (rispetto al termine inizialmente fissato del 17 Febbraio 2014); in seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DL 4/2014, con nota del 3 Febbraio l’Inail fornisce le istruzioni che attengono al differimento al 16 maggio 2014 degli adempimenti legati all’autoliquidazione Inail. Il pagamento potrà avvenire in un'unica soluzione oppure in maniera rateale. Per effetto della proroga le rate sono ridotte da quattro a tre. Per tutti i dettagli si rinvia alla nota.

 
«InizioPrec.41424344454647484950Succ.Fine»

Pagina 46 di 61