Home Relazioni Industriali & Sindacale - Relazioni Industriali & Sindacale
Relazioni Industriali & Sindacale


Apprendistato e distacco PDF Stampa E-mail

Il ministero del Lavoro ha recentemente illustrato le condizioni che legittimano il distacco dell’apprendista. In particolare, la necessità del distacco, oltre ad essere prevista all’interno del piano formativo, deve preservare l’interesse dell’apprendista al rispetto degli impegni assunti nei suoi confronti. Infatti, le modalità che disciplinano il distacco devono garantire l’adempimento dell’obbligo di formazione interna ed esterna (responsabilità in capo al datore di lavoro) e consentire l’assistenza del tutor anche nel contesto produttivo del distaccatario. A tal proposito, nell’accordo di distacco è possibile prevedere il distacco del tutor o l’indicazione di un referente aziendale nella sede del distaccatario che si relazioni con il tutor, per consentire la piena e regolare attuazione del piano formativo e lo sviluppo delle capacità professionali e personali dell’apprendista. Il ministero ha infine precisato che il temporaneo inserimento dell’apprendista deve avere durata limitata rispetto al periodo complessivo previsto per l’apprendistato. Per visualizzare la nota n. 1118 del 17/01/2019 cliccare qui.

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Lavoratori precoci: nuove indicazioni in Uniemens PDF Stampa E-mail

Al fine di individuare le mansioni svolte dai lavoratori e di rendere più agevoli le istruttorie per il riconoscimento dei requisiti che danno diritto all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci, è stato integrato il flusso uniemens con l’elemento <QualProf> all’interno del quale, a decorrere dalla competenza febbraio 2019, andrà valorizzata la qualifica professionale ISTAT (CP2011), corrispondente alle mansioni realmente esercitate dal lavoratore nel mese. Il campo va valorizzato mensilmente, anche in presenza di mansioni invariate nel tempo e in caso di mancata prestazione lavorativa per ferie, aspettativa o assenza con titolo alla copertura figurativa: in questo caso andranno valorizzate le mansioni che il lavoratore assente avrebbe svolto se fosse stato in servizio. Nel caso in cui il lavoratore, nel corso del mese, venga adibito ad attività facenti capo a classificazioni differenti, occorrerà prendere in considerazione l’attività prevalente.
Per visualizzare il messaggio INPS n. 208 cliccare qui.   

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
INL: verbalizzazione accertamenti e mezzi impugnazione PDF Stampa E-mail

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha chiarito le modalità di verbalizzazione dell’accertamento congiunto e fornito indicazioni sulla corretta individuazione dei mezzi di impugnazione dei verbali, al fine di semplificare le attività di accertamento. E’ stato ribadito che il verbale unico di accertamento, deve essere notificato entro il termine di 90 giorni, che decorrono nel momento in cui sono conclusi gli accertamenti nel loro complesso, ovvero, quando vi è il compimento delle indagini necessarie e della congrua determinazione della pena pecuniaria. Le eventuali notifiche delle contestazioni di omissioni o evasioni in materia previdenziale ed assicurativa possono coincidere con quelle utili per la contestazione degli illeciti amministrativi, oppure, nel caso in cui risulti necessario approfondire la definizione degli accertamenti, è possibile prevedere la conseguente notifica di ulteriori verbali.

Come tutelarsi in caso di accertamento ispettivo?

Il Servizio Relazioni di A.P.I. garantisce alle imprese associate assistenza e consulenze specialistiche, differenziate a seconda della natura delle contestazioni mosse.
Per visualizzare la circolare del 14/01/2019 n.1 cliccare qui

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Aumenti delle sanzioni in materia di lavoro PDF Stampa E-mail

Con la circolare n.2 del 14 gennaio 2019, l’ispettorato nazionale del Lavoro ha fornito chiarimenti relativamente alle maggiorazioni delle sanzioni introdotte dalla legge di Bilancio n. 145/2018. È previsto, in particolare, un aumento del 20% degli importi previsti per la c.d. maxisanzione per lavoro nero, per le condotte interpositorie, per le violazioni degli obblighi amministrativi connessi alle procedure di distacco transnazionale e per le violazioni degli obblighi in materia di durata massima dell’orario di lavoro, riposo settimanale, ferie e riposo giornaliero. Gli importi sanzionatori indicati nella legge di Bilancio sono da intendersi sin da subito aumentati e applicabili in relazione a condotte temporalmente riferibili al 2019.

Per visualizzare la circolare del 14/10/2019 n.2 cliccare qui.     

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Prospetto informativo disabili: scadenza 31 gennaio 2019 PDF Stampa E-mail

Anche quest’anno, entro il 31 gennaio, le imprese che occupano almeno 15 dipendenti devono trasmettere il prospetto informativo dal quale risulti: il numero complessivo dei lavoratori dipendenti, il numero ed i nominativi dei lavoratori computabili nella quota di riserva, i posti di lavoro e le mansioni disponibili per i lavoratori disabili (dati riferiti al 31 dicembre dell’anno precedente). L’invio dovrà essere effettuato, tramite la procedura telematica presente sul sito www.cliclavoro.gov.it, solo se entro il 31 dicembre dell’anno precedente ci siano state variazioni nella situazione occupazionale che abbiano comportato cambiamenti nella base occupazionale tali da modificare l'obbligo, o che abbiano inciso sul computo della quota di riserva. Come è possibile assolvere all’obbligo? Il Servizio Relazioni Industriali è a disposizione delle imprese associate per individuare soluzioni personalizzate per l’inserimento in azienda di figure con disabilità, cogliendo opportunità e strumenti derivanti dalla vigente normativa. 

Per informazioni: Servizio Relazioni Industriali, tel 02.67140305 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 6 di 57