Home Legale - Legale
Legale


Mobile payment, in vigore gli obblighi del garante privacy PDF Stampa E-mail

Dal primo aprile più tutele per chi usufruisce dei servizi di pagamento da remoto (mediante smartphone, tablet, pc) e regole certe per le società del settore. Con comunicato dello scorso 31 marzo  il garante privacy ha fornito alcune precisazioni in ordine alle prescrizioni a carico delle società che operano nel settore del mobile payment. Le compagnie telefoniche che forniscono il servizio di pagamento tramite cellulare, le società che forniscono l'interfaccia tecnologica, le aziende che offrono contenuti digitali e servizi, nonché tutti gli altri soggetti coinvolti nella transazione (come quelli che consentono, anche tramite app, l'accesso al mercato digitale) dovranno essere in regola con il provvedimento generale varato dal Garante privacy il 22 maggio 2014 (Pubblicato sulla G.U.  n. 137 del 16/06/14).
Per info: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docwebdisplay/docweb/3161560

 
Attività ispettiva del Garante Privacy PDF Stampa E-mail

L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, attraverso un recente comunicato, ha reso noto che l’importo delle sanzioni applicate per violazione della normativa privacy e riscosse dall’erario nel 2014, è pari a 5 milioni di euro con un incremento di quasi un milione rispetto al 2013, pari a circa il 20%.  Le sanzioni applicate hanno riguardato, in prevalenza, violazioni della privacy per mancata adozione delle misure di sicurezza, omessa o carente informativa, uso illecito di dati personali.
Per quanto riguarda le segnalazioni inviate dal Garante all'autorità giudiziaria hanno riguardato per la maggior parte la mancata adozione delle misure minime di sicurezza e le violazioni connesse al controllo a distanza dei lavoratori. Segnalati alla magistratura anche casi di accesso abusivo a sistemi informatici o telematici, false dichiarazioni e notificazioni al Garante, inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità.
E’ stato inoltre varato il piano ispettivo per il primo semestre del 2015 consultabile al seguente link:http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3738380
Per ulteriori approfondimenti in materia di privacy contattare il Servizio Legale: tel.0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Rinnovata la convenzione recupero crediti PDF Stampa E-mail

Sottoscritta anche per l’anno 2015 la convenzione per il recupero crediti giudiziale e stragiudiziale, nazionale ed estero, verso debitori sia privati che pubblici, con studi legali di fiducia a prezzi veramente vantaggiosi per le Imprese associate. Si tratta di una convenzione ormai da tempo vigente e di cui hanno beneficiato moltissime aziende associate a CONFAPI INDUSTRIA.
In considerazione del fatto che nell’attuale congiuntura economica molte aziende associate hanno confermato l’utilizzo di tale servizio, CONFAPI INDUSTRIA è riuscita a mantenere ancora invariato rispetto agli anni precedenti il costo degli onorari dovuti ai professionisti per accedervi.
Per visualizzare il testo della convezione cliccare sul seguente link: http://allegati.confapi-industria.it/apimilano/notizie/Allegati/3835/Legale_Recupero_Crediti_gennaio2015.pdf

 
In vigore le nuove norme per il trasporto su strada PDF Stampa E-mail

Con la legge di Stabilità 2015 (n. 190 del 23 dicembre 2014), in vigore dal primo gennaio 2015, sono state introdotte misure importanti, sia per le imprese di autotrasporto sia per i committenti, con l’intento di semplificare la normativa di settore e favorire la competitività reale delle imprese regolari.
Tra le principali novità si segnala l’eliminazione della scheda di trasporto e il superamento dei costi minimi. I prezzi e le condizioni sono rimessi all’autonomia delle parti. Viene introdotto l’obbligo del Durc e l’estensione della responsabilità solidale per i trattamenti retributivi, previdenziali ed assicurativi ai contratti di trasporto.
Viene altresi introdotto il divieto di subvezione se non espressamente concordata tra i contraenti, l’obbligo del procedimento di negoziazione assistita per le controversie in materia di contratto di trasporto e per le nuove imprese che presentano domanda di autorizzazione all’esercizio della professione di trasportatore su strada, hanno facoltà di dimostrare l’idoneità finanziaria anche sotto forma di responsabilità professionale.
Al fine di fare chiarezza sulle recenti modifiche apportate alla disciplina del trasporto su strada, Confapi Industria ha organizzato un seminario di approfondimento il giorno 6 febbraio p.v. ore 10.00, presso la sede di Viale Brenta 27.
Per ulteriori informazioni: Servizio Legale tel. 0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Nuovi criteri per il rating di legalità alle imprese PDF Stampa E-mail

Con delibera n.25207 del 4 dicembre 2014 l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha modificato il Regolamento attuativo in materia di rating di legalità (art. 5-ter del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, così come modificato dall'art. 1, comma 1-quinquies, del decreto-legge 24 marzo 2012, n. 29, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 maggio 2012, n. 62" (Regolamento Rating). Si tratta di un rating etico finalizzato a promuovere e introdurre i principi etici di comportamento in ambito aziendale, tramite l’assegnazione di un riconoscimento. Il rating di legalità è attribuito alle imprese che rispettano i requisiti previsti nell’articolo 2, commi 2 e 3, del Regolamento (Requisiti per l’attribuzione del rating di legalità). In tal caso alle imprese meritevoli che ne abbiano fatto richiesta verrà assegnato un punteggio, misurato in “stellette”, indicativo del rispetto della legalità.
Per informazioni: servizio legale tel. 0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 8 di 12