Home News - Latest Agenzia delle Entrate: chiarimenti esterometro
Agenzia delle Entrate: chiarimenti esterometro PDF Stampa E-mail

L’Agenzia delle Entrate con Circolare n. 26/E del 13 luglio 2022 ha fornito chiarimenti in materia di esterometro, in seguito alle nuove regole introdotte con effetto dal 1° luglio 2022 (Legge di Bilancio 2021).
In particolare, i principali chiarimenti riguardano:
- la semplificazione dei dati relativi alla descrizione della natura, qualità e quantità dei beni e dei servizi ceduti o acquistati;
- l’inclusione nelle operazioni da sottoporre a monitoraggio delle operazioni con i consumatori finali e di tutte le operazioni non rilevanti, ad eccezione di quelle passive di importo non superiore a 5.000 euro;
- la conservazione elettronica o analogica in relazione alla natura del documento trattato.
Si ricorda, inoltre, che Il Decreto Semplificazioni (D.L. n. 73 del 21 giugno 2022) ha introdotto l’esclusione oggettiva per gli acquisti di beni e servizi non rilevanti territorialmente ai fini IVA in Italia, a condizione che la singola operazione non sia di importo superiore a 5.000 euro. Dal 1° luglio 2022 in caso di omissione o errata trasmissione dei dati delle operazioni transfrontaliere si applicherà la sanzione amministrativa di 2 euro per ciascuna fattura, entro il limite massimo di 400 euro mensili (anziché di 1.000 euro trimestrali).
La sanzione si riduce alla metà entro il limite di 200 euro mensili (anziché di 500 euro a trimestre), se la trasmissione è effettuata entro 15 giorni dalla scadenza.

Per informazioni: Servizio Fiscale Gestionale Societario, tel. 02.671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.