Home Legale - Legale Auto connesse e assistenti vocali: le linee guida dei Garanti europei
Auto connesse e assistenti vocali: le linee guida dei Garanti europei PDF Stampa E-mail

Maggiori tutele per la privacy di conducenti e passeggeri delle auto connesse, trasparenza e sicurezza per i dati personali trattati dagli assistenti vocali sempre più usati da privati e imprese.
Come si legge nell’ultima newsletter del Garante Privacy (n. 475 dello scorso 29 marzo), il Comitato europeo per la protezione dei dati (Edpb), ai cui lavori partecipa attivamente anche il Garante italiano, ha adottato specifiche linee guida per produttori e utilizzatori di tecnologie divenute ormai di uso quotidiano. I Garanti europei chiedono all’industria automobilistica e a tutte le società coinvolte nella produzione e nello sviluppo di servizi per automobili intelligenti di procedere nel rispetto dei principi di privacy-by-design e di privacy-by-default, in modo che gli apparati raccolgano e trasmettano, per specifiche finalità, la minor quantità possibile di dati riferibili alle persone presenti sul veicolo. Nel corso dell’ultima riunione plenaria, l’Edpb ha, altresì, approvato la prima versione delle linee guida relative agli assistenti vocali digitali (Vva – Virtual Voice Assistants), come quelli attivati negli smartphone o nei televisori intelligenti, negli stessi veicoli connessi o nei cosiddetti smart speaker presenti nelle case di molti italiani. Le linee guida sugli assistenti vocali digitali sono state poste in consultazione pubblica fino al prossimo 23 aprile.
Per saperne di più e accedere alle altre notizie pubblicate nell’ultima newsletter del Garante Privacy, cliccare qui.  

Per informazioni: Servizio Legale, tel. 02.671401 – mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.