Home Legale - Legale
Legale


Responsabilità degli amministratori nelle società di persone PDF Stampa E-mail

La sentenza n. 2986 del 16 febbraio 2016, della Corte di Cassazione, Sez. I, ha evidenziato come ai soci delle società di persone spetti un’azione di natura extracontrattuale ed individuale fondata sull’art. 2043 c.c. per i danni direttamente causati dal comportamento degli amministratori, poiché “le società di persone, pur essendo pive di autonoma personalità giuridica, costituiscono un centro di imputazione di situazioni giuridiche distinte da quelle dei soci ed è dunque configurabile una responsabilità degli amministratori nei confronti dei singoli soci, oltre che verso la società, in termini analoghi a quanto previsto dagli artt. 2393 e 2395 c.c. per le società per azioni”.

Per approfondimenti contattare il Servizio Legale ai seguenti recapiti tel. 0294969793, mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Rapporto di Agenzia: indennità meritocratica per cessazione del rapporto PDF Stampa E-mail

Con sentenza del 14 gennaio 2016 n. 486, la Cassazione civile, Sez. lav., ha specificato che quando l'agente provi di aver procurato nuovi clienti al preponente o di aver sviluppato gli affari con i clienti esistenti, ha diritto all’indennità meritocratica per cessazione del rapporto di agenzia, che deve tener “conto di tutte le circostanze del caso e, in particolare, delle provvigioni che l'agente perde” e che deve essere “equa e compensativa del particolare merito dimostrato, dovendosi, in difetto, riconoscere la differenza necessaria per ricondurla ad equità”. 

Per approfondimenti sul contratto di agenzia e sulle relative indennità di fine mandato contattare il Servizio Legale ai seguenti recapiti tel. 0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Mobile payment, in vigore gli obblighi del garante privacy PDF Stampa E-mail

Dal primo aprile più tutele per chi usufruisce dei servizi di pagamento da remoto (mediante smartphone, tablet, pc) e regole certe per le società del settore. Con comunicato dello scorso 31 marzo  il garante privacy ha fornito alcune precisazioni in ordine alle prescrizioni a carico delle società che operano nel settore del mobile payment. Le compagnie telefoniche che forniscono il servizio di pagamento tramite cellulare, le società che forniscono l'interfaccia tecnologica, le aziende che offrono contenuti digitali e servizi, nonché tutti gli altri soggetti coinvolti nella transazione (come quelli che consentono, anche tramite app, l'accesso al mercato digitale) dovranno essere in regola con il provvedimento generale varato dal Garante privacy il 22 maggio 2014 (Pubblicato sulla G.U.  n. 137 del 16/06/14).
Per info: http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docwebdisplay/docweb/3161560

 
Attività ispettiva del Garante Privacy PDF Stampa E-mail

L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, attraverso un recente comunicato, ha reso noto che l’importo delle sanzioni applicate per violazione della normativa privacy e riscosse dall’erario nel 2014, è pari a 5 milioni di euro con un incremento di quasi un milione rispetto al 2013, pari a circa il 20%.  Le sanzioni applicate hanno riguardato, in prevalenza, violazioni della privacy per mancata adozione delle misure di sicurezza, omessa o carente informativa, uso illecito di dati personali.
Per quanto riguarda le segnalazioni inviate dal Garante all'autorità giudiziaria hanno riguardato per la maggior parte la mancata adozione delle misure minime di sicurezza e le violazioni connesse al controllo a distanza dei lavoratori. Segnalati alla magistratura anche casi di accesso abusivo a sistemi informatici o telematici, false dichiarazioni e notificazioni al Garante, inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità.
E’ stato inoltre varato il piano ispettivo per il primo semestre del 2015 consultabile al seguente link:http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/3738380
Per ulteriori approfondimenti in materia di privacy contattare il Servizio Legale: tel.0294969793, email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Rinnovata la convenzione recupero crediti PDF Stampa E-mail

Sottoscritta anche per l’anno 2015 la convenzione per il recupero crediti giudiziale e stragiudiziale, nazionale ed estero, verso debitori sia privati che pubblici, con studi legali di fiducia a prezzi veramente vantaggiosi per le Imprese associate. Si tratta di una convenzione ormai da tempo vigente e di cui hanno beneficiato moltissime aziende associate a CONFAPI INDUSTRIA.
In considerazione del fatto che nell’attuale congiuntura economica molte aziende associate hanno confermato l’utilizzo di tale servizio, CONFAPI INDUSTRIA è riuscita a mantenere ancora invariato rispetto agli anni precedenti il costo degli onorari dovuti ai professionisti per accedervi.
Per visualizzare il testo della convezione cliccare sul seguente link: http://allegati.confapi-industria.it/apimilano/notizie/Allegati/3835/Legale_Recupero_Crediti_gennaio2015.pdf

 
«InizioPrec.2122232425262728Succ.Fine»

Pagina 23 di 28